Menu Chiudi

Risultati della ricerca per: mondiali giovanili kyiv

Rip-It: selezioni terminate, quali sono i favoriti per la Nazionale?

A circa sei settimane dall’inizio ufficiale dei Campionati Mondiali di Gwangju 2019 (che inizieranno il prossimo 12 luglio) e a poco più di due mesi dai Campionati Europei di Kyiv 2019 (che partiranno il 5 agosto), le prove di selezione per la squadra nazionale italiana di tuffi sono ormai terminate.

Gli Assoluti Estivi di Bolzano hanno offerto un’ ulteriore serie di spunti sulla possibile composizione dell’Italtuffi che volerà in Corea e poi in Ucraina quest’estate, e come sempre la rubrica di TuffiBlog, “Rip-It!”, riepilogherà per voi la situazione dopo la terza e ultima prova di selezione!

Assoluti Indoor: Torino – Batki, Tocci e Pellacani-Bertocchi vincono le finali di giornata

Si è conclusa la giornata inaugurale di gare a Torino per i Campionati Italiani Assoluti indoor 2019, che ha assegnato i primi titoli nazionali di questa stagione. Ad aprire il pomeriggio la prova indicativa di sincro misto dalla piattaforma, non valevole ai fini del campionato ma di cui il CT terrà conto in vista degli appuntamenti internazionali di questa stagione (Campionati Europei di Kyiv e Campionati Mondiali di Gwangju).

Due le coppie in gara per la specialità, le stesse della precedente tappa di selezione di Coppa Tokyo, ma diverso l’esito finale: Noemi Batki (Esercito) e Maicol Verzotto (Fiamme Oro) questa volta sono riusciti a prevalere sui giovani Maia Biginelli (Fiamme Oro) e Riccardo Giovannini (Fiamme Oro), sebbene di pochissimi punti. Decisiva, per la coppia attualmente titolare, la maggiore esperienza e pulizia anche negli obbligatori, ma la qualità dimostrata dai loro avversari è stata davvero notevole.

 

La Batki non ha poi risentito della gara appena conclusa e si è messa al collo l’ennesima medaglia d’oro italiana da 10 metri con inaspettata facilità: per lei una prestazione davvero di buon livello, nonostante l’errore sulla verticale che è sempre un tuffo per lei “delicato”, ma è riuscita ad avvicinare quota 300 punti sfoderando anche un triplo e mezzo ritornato da applausi subito dopo l’errore. Dietro di lei due atlete delle giovanili: la Biginelli si è confermata a buoni livelli vincendo la medaglia d’argento, mentre al terzo posto è salita sul podio Giorgia Schiavone (Trieste Tuffi), che ha sfruttato anche i numerosi errori delle avversarie dirette.

 

A seguire sono scesi in vasca i trampolinisti nella finale individuale da 1 metro: come questa mattina, la lotta per il primo posto è stata “a due” tra Giovanni Tocci (Esercito) e Lorenzo Marsaglia (Marina Militare), con quest’ultimo che è rimasto davanti per cinque tuffi su sei, prima di cedere al tuffatore cosentino che sul finale ha tirato fuori due rotazioni eccellenti da oltre 80 punti sui due tuffi a lui più congeniali, il triplo e mezzo avanti e il doppio e mezzo ritornato. A Marsaglia, oltre alla medaglia d’argento, resta comunque la consapevolezza che il livello è ormai pressoché simile. La medaglia di bronzo invece non è mai stata in discussione ed è andata ad Adriano Cristofori (Esercito), che ha portato a casa una buona prestazione da quasi 390 punti dopo un periodo di appannamento.

 

Ultima gara in programma la finale sincro femminile da 3 metri, con le quattro coppie di questa mattina tutte qualificate; con il titolo già “prenotato” dalle campionesse d’Europa in carica e il ritiro di Silvia Murianni e Giorgia Schiavone, che non hanno preso parte alla finale, le altre due coppie partecipanti si sono disputate la seconda piazza, che oltre alla medaglia garantisce la qualificazione agli Assoluti Estivi del prossimo maggio.

Per Elena Bertocchi (Esercito) e Chiara Pellacani (MR Sport) contava più che altro la prestazione ed è stata più che positiva, visto che sono riuscite ad avvicinare quota 300 punti: l’inserimento del doppio e mezzo ritornato sta dando i suoi frutti e la coppia azzurra ha tutte le intenzioni di fare bene anche in questa importantissima stagione internazionale. L’argento va a Elisa Pizzini (Fondazione Bentegodi) ed Elettra Neroni (Dibiasi), che distacca di una ventina di punti la coppia formata da Kiki Magnolini e Delfina Calissoni (entrambe Canottieri Aniene).

Rip-It: gli appuntamenti clou del 2019 e le qualificazioni!

Il 2019 sarà per tutti i tuffatori che aspirano alla qualificazione in Nazionale – assoluta o giovanile che sia – una stagione di sicura importanza: ci saranno i Campionati Europei (a Kyiv, Ucraina, dal 5 all’11 agosto) e soprattutto i Campionati Mondiali (a Gwangju, in Corea del Sud, dal 12 al 20 luglio) che daranno la possibilità di qualificarsi con un anno di anticipo ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020; senza dimenticare le Universiadi (a Napoli dal 2 all’8 luglio) e i Giochi Mondiali Militari (a Wuhan, Cina, dal 18 al 27 ottobre). La nazionale giovanile per le categorie Ragazzi (B) e Junior (A), dal canto suo, affronterà i Campionati Europei (a Kazan’, Russia, dal 25 al 30 giugno).

Youth Olympic Games: Buenos Aires – Pellacani e Volpe in Argentina: gli orari delle gare e come seguirle!

Post aggiornato al 12 ottobre

Iniziano oggi gli Youth Olympic Games di Buenos Aires 2018, la terza edizione della rassegna olimpica dedicata ad atleti tra i 14 e i 18 anni: dal 6 al 18 ottobre i campioni del futuro si disputeranno le medaglie e vivranno la prima, grande esperienza olimpica, seguiti dai campioni di ieri e di oggi che faranno loro da mentori nei vari sport.

Tra le 32 discipline ci sono naturalmente anche i tuffi, che si terranno dal 13 al 17 ottobre. Due i tuffatori che faranno parte della spedizione olimpica azzurra: Chiara Pellacani (MR Sport) e Antonio Volpe (Cosenza Nuoto) sono gli atleti prescelti dopo i risultati dei Mondiali Giovanili di Kyiv, dove l’Italia ha ottenuto il pass di partecipazione. La tuffatrice romana è qualificata a entrambe le gare, avendo conquistato il pass sia dal trampolino che dalla piattaforma, ma rinuncerà a prendere parte a quest’ultima; il cosentino invece, inizialmente ripescato soltanto nella gara dalla piattaforma, sarà al via anche dal trampolino dopo l’ok della riunione tecnica del 12 ottobre.

I due atleti sono portiti ieri da Roma accompagnati dal tecnico federale e responsabile delle giovanili Domenico Rinaldi.

I primi quattro giorni di gare saranno dedicati alle gare individuali. Ogni specialità vedrà nella stessa giornata due gare: il turno preliminare e la finale. Il turno preliminare sarà identico a una consueta eliminatoria, con l’esecuzione di tuffi obbligatori (cinque per le gare dal trampolino e quattro per le gare dalla piattaforma) con una somma di difficoltà massima, e di tuffi liberi (cinque per le gare maschili e quattro per le gare femminili) senza limiti di difficoltà. A passare il turno, per le gare dal trampolino, i primi dodici classificati; tutti ammessi invece nelle gare dalla piattaforma.

La classifica del turno preliminare determinerà la classifica di partenza per la finale, inversa dall’ultimo al primo classificato; in finale si manterranno i punteggi dei tuffi obbligatori e si rieseguiranno quindi soltanto i tuffi liberi.

Il 17 ottobre sarà la volta di una gara speciale che esiste solo ai Giochi Olimpici Giovanili: il Team Event internazionale è una specialità anomala che vede in gara nella stessa squadra a sorteggio due atleti di diverso sesso e nazionalità, nel pieno spirito olimpico di fratellanza.

Il funzionamento è identico al Team Event “assoluto”: sei tuffi per squadra, con tre tuffi eseguiti da ciascun tuffatore, di cui almeno uno dalla piattaforma e uno dal trampolino a testa; due tuffi della squadra dovranno essere degli obbligatori con coefficiente 2.0, quattro tuffi invece saranno senza limite di difficoltà.

Buenos Aires è cinque ore indietro rispetto all’Italia, quindi qui di seguito troverete il programma gare con gli orari italiani delle competizioni.

Sabato 13 ottobre
14.00 – 15.30: Turno preliminare piattaforma femminile
22.00 – 23.45: Finale piattaforma femminile

Domenica 14 ottobre
14.00 – 15.30: Turno preliminare trampolino maschile
22.00 – 23.45: Finale trampolino maschile

Lunedì 15 ottobre
14.00 – 15.30: Turno preliminare trampolino femminile
22.00 – 23.45: Finale trampolino femminile

Martedì 16 ottobre
14.00 – 15.30: Turno preliminare piattaforma maschile
22.00 – 23.45: Finale piattaforma maschile

Mercoledì 17 ottobre
22.00 – 23.45: Team Event internazionale

I diritti dei Giochi sono stati acquisiti da FINAtv e da Eurosport, che coprirà in streaming le gare di Buenos Aires su Eurosport Player; i canali Eurosport 1 ed Eurosport 2, visibili per chi ha le piattaforme SKY e Mediaset Premium, manderanno una selezione delle gare giornaliere che quindi potrebbero soffrire della contemporaneità degli eventi. È possibile iscriversi a Eurosport Player e a FINAtv anche per un solo mese.

Una selezione di gare sarà trasmessa dal sito Olympic Channel, un portale gestito dal Comitato Olimpico Internazionale sempre più ricco di video interessanti.

I risultati saranno pubblicati in diretta sull’app ufficiale dei Giochi, scaricabile sul proprio cellulare da App Store Apple o dal Google Play Store.

Categoria Estivi: Roma – Titoli italiani a Mion, Borghi, Zebochin e Auber.

Secondo pomeriggio di gare allo Stadio del Nuoto di Roma dove si stanno disputando i Campionati Italiani di Categoria Estivi.

Nella prima gara, trampolino 3 metri maschile categoria ragazzi, Luca Mion (Bolzano Nuoto) torna sul podio, questa volta sul gradino piú alto; la medaglia d’argento é andata a Francesco Casalini (Bergamo Tuffi), mentre la medaglia di bronzo é stata contesa tra Andrea Barnaba (US Triestina) e Daniele Mori (Carabinieri). Tra i due ha avuto la meglio, per 1 punto e 35 centesimi, proprio Mori che porta cosí a casa la sua prima medaglia nazionale. Ricordiamo che Stefano Belotti, Riccardo Giovannini e Kay Torres non hanno preso parte alla gara perché impegnati ai Mondiali Giovanili.

A seguire abbiamo avuto le seniores dal trampolino da 1 metro; le principali interpreti di questa specialitá, Elena Bertocchi, Laura Bilotta e Noemi Batki, non hanno preso parte alla manifestazione perché impegnate con il collegiale pre Campionati Europei, senza contare l’assenza di Francesca Dallapé e Maria Marconi.

Senza queste “pericolose” avversarie Sara Borghi (CC Mincio) ha conquistato il titolo italiano con 227.50 punti, la medaglia d’argento é andata a Giulia Rogantin (US Triestina) e quella di bronzo a Flavia Pallotta (Dibiasi).

La penultima gara in programma é stata la piattaforma femminile categoria ragazze: assenti Maia Biginelli ed Elettra Neroni, impegnate ai Mondiali Giovanili di Kyiv, la prima posizione se l’é conquistata Lucia Zebochin (US Triestina). Nonostante l’errore nell’uno e mezzo indietro la medaglia d’argento é andata ad Erica Ciancaglini (Dibiasi), mentre in terza posizione si é piazzata Lara Campoli (Fiamme Oro).

Come ieri, anche oggi é toccato ai seniores maschi chiudere la giornata, questa volta dal trampolino di 3 metri. Ottima prestazione di Gabriele Auber (Marina Militare) che ha sfiorato i 400 punti e che ha meritatamente vinto la medaglia d’oro. In seconda posizione Francesco Porco (Fiamme Oro) e poi per la medaglia di bronzo Tommaso Rinaldi (Marina Militare).

Rip-It: Eurojuniors, selezioni concluse! La probabile Nazionale giovanile 2018!

I giochi, almeno per quanto riguarda la composizione della nazionale giovanile di tuffi di questa stagione, sembrano essere fatti: durante il mese di giugno il responsabile del settore giovanile, Domenico Rinaldi, comunicherà le convocazioni per gli Europei juniores di Helsinki. Sulla base dei risultati stagionali, proviamo a stabilire chi saranno i probabili componenti dell’Italtuffi giovanile, fermo restando che sarà solo Rinaldi a effettuare le scelte tecniche definitive!

Bergen Open: la seconda giornata di gare azzurre! Tutti i video delle gare di ieri e di oggi!

Ancora due medaglie per l’Italtuffi giovanile di Domenico Rinaldi nella seconda giornata di gare dei campionati norvegesi “open”, cioè aperti ad altre nazioni, in corso a Bergen. Per chi non avesse potuto seguire le gare ieri e/o oggi, TuffiBlog vi mette a disposizione i video per rivederle, ordinati a seconda della categoria e degli atleti partecipanti.

A prendere parte alle gare di oggi sono stati i soli atleti della categoria Ragazzi, in quanto quelli della categoria Juniores godevano di una giornata di riposo (che ovviamente trascorreranno… allenandosi!). Le due gare si sono tenute in contemporanea, come ormai spesso succede quando sono entrambe dal trampolino.

Le tuffatrici della categoria Ragazze hanno partecipato alla gara da 3 metri, dove Elettra Neroni ha conquistato la seconda medaglia personale, questa volta un argento con il buon punteggio di 331.90, valido per le selezioni per gli Europei giovanili di Helsinki 2018. Piazzamenti per Alissa Clari, ottava con 301.30 punti, e per Delfina Calissoni, dodicesima con 285.95 punti.

1. Emilia Nilsson Garip Team Skåne 338,65
2. Elettra Neroni Italia 331,90
3. Caroline Kupka Bergen Stupeklubb 319,25
4. Ella Bannon SK Neptun 312,20
5. Hedda Malmström Team Skåne 310,65
6. Matilda Nilsson Bofors SHK 308,75
7. Aleksandra Puterla Polonia 305,60
8. Alissa Clari Italia 301,30
9. Elna Widerström Team Skåne 299,70
10. Mikaela Dietmann Bofors SHK 298,75
11. Pinja Bettina Pylkäs Team Finland 295,85
12. Delfina Calissoni Italia 285,95
13. Safiya Elmrani Stupklubben SPINN 285,10
14. Fia-Lisa Texte SK Neptun 281,40
15. Emma Johanne Henriksen Due Frem Odense 275,00
16. Pia Tveit Sletten Bergen Stupeklubb 272,60
17. Stella Lindqvist SK Neptun 267,95
18. Lisa Tiger Bofors SHK 261,70
19. Anastasia Derrett LUK2002 253,15
20. Isabel Siefken Austria 243,90
21. Sigrid Ellehammer Andersen LUK2002 226,60
22. Tuva Tveit Sletten Bergen Stupeklubb 221,00

Ed ecco il dettaglio delle tre atlete:

2. Elettra Neroni, Italia, 2003
103B 3 1,6 7,5 7,0 7,0 7,0 7,0 21,00 33,60 33,60 33,60 4.
201B 3 1,8 6,5 6,5 7,0 7,5 7,0 20,50 36,90 70,50 70,50 5.
301B 3 1,9 7,0 7,0 7,0 6,5 6,5 20,50 38,95 109,45 109,45 2.
403B 3 2,1 5,5 5,5 6,0 6,0 6,0 17,50 36,75 146,20 146,20 4.
5231D 3 2,0 6,5 6,5 7,0 6,5 6,0 19,50 39,00 185,20 185,20 3.
205C 3 2,8 5,5 5,0 5,5 5,5 4,0 16,00 44,80 230,00 230,00 2.
305C 3 2,8 6,0 6,5 7,5 7,0 6,5 20,00 56,00 286,00 286,00 2.
405C 3 2,7 5,5 5,5 6,0 5,5 6,0 17,00 45,90 331,90 331,90
8,3 6,3 6,2 6,6 6,4 6,1
8. Alissa Clari, Italia, 2003
103B 3 1,6 6,5 6,5 6,5 6,5 7,0 19,50 31,20 31,20 31,20 13.
403B 3 2,1 6,5 6,0 6,0 5,5 5,5 17,50 36,75 67,95 67,95 6.
201B 3 1,8 6,5 7,0 6,0 6,5 6,5 19,50 35,10 103,05 103,05 7.
301B 3 1,9 6,0 6,0 7,0 6,5 5,5 18,50 35,15 138,20 138,20 9.
5231D 3 2,0 6,0 6,5 6,5 6,0 6,5 19,00 38,00 176,20 176,20 8.
105B 3 2,4 6,5 6,0 6,0 6,5 6,5 19,00 45,60 221,80 221,80 5.
405C 3 2,7 5,0 5,5 5,5 5,0 5,5 16,00 43,20 265,00 265,00 7.
203B 3 2,2 5,5 5,5 5,5 5,5 6,0 16,50 36,30 301,30 301,30
7,3 6,1 6,1 6,1 6,0 6,1
12. Delfina Calissoni, Italia, 2003
103B 3 1,6 6,0 6,0 6,5 6,0 6,0 18,00 28,80 28,80 28,80 18.
201B 3 1,8 6,0 6,5 6,5 6,5 6,0 19,00 34,20 63,00 63,00 13.
301B 3 1,9 5,0 6,0 5,5 6,0 6,0 17,50 33,25 96,25 96,25 14.
403B 3 2,1 6,0 6,0 6,0 5,5 6,0 18,00 37,80 134,05 134,05 13.
5231D 3 2,0 6,0 6,5 5,5 6,0 6,0 18,00 36,00 170,05 170,05 13.
205C 3 2,8 3,5 3,5 1,5 2,5 3,5 9,50 26,60 196,65 196,65 17.
305C 3 2,8 5,0 5,0 5,5 5,0 5,5 15,50 43,40 240,05 240,05 15.
405C 3 2,7 5,5 6,0 6,0 5,5 5,5 17,00 45,90 285,95 285,95
8,3 5,4 5,7 5,4 5,4 5,6

 

Medaglia d’oro, invece, per Kay Torres Garcia dal trampolino 1 metro, ottenuta peraltro con un punteggio davvero notevole, 390.55 punti: non solo è selezionabile per gli Europei (aveva comunque già superato il minimo in stagione), ma se dovesse ottenere almeno 357 punti in un’altra occasione in stagione potrà essere selezionato anche per i Campionati Mondiali di Kyiv. Sarà una lotta davvero difficile in questa specialità, visto che gli atleti con un “minimo” stagionale sono ben quattro!

Medaglia sfumata, anche se hanno lottato fino all’ultimo per provarci, per Stefano Belotti e Francesco Casalini. Per Belotti, quarto (ma per 35 centesimi!) con 316.90 punti, sono stati fatali gli errori su doppio e mezzo avanti e uno e mezzo rovesciato; Casalini, che aveva rimontato, ha però sporcato l’uno e mezzo ritornato, finendo settimo con 313.60 punti.

1. Gesu Kay Torres Garcia Italia 390,55
2. Elias Petersen Team Skåne 379,00
3. Anton Knoll Austria 317,25
4. Stefano Belotti Italia 316,90
5. Thibaud Bucher Svizzera 316,10
6. Elias Helseth Lunde Baerum Stupklubb 314,80
7. Francesco Casalini Italia 313,60
8. Erik Ekenstierna Team Skåne 306,25
9. Adrian Zaspel Svizzera 298,50
10. Jonas Erik Thorsen Bergen Stupeklubb 296,40
11. August Grau LUK2002 281,05
12. Knut Körsell Malmö KK 273,95
13. William Hay-Schmidt LUK2002 264,25
14. Noah Baumgartner Svizzera 254,35
15. Amandus Aarreberg Rannekleiv Randabergstuperne 229,10
16. Eugenio Campanelli Svizzera 203,95
17. Jakob Dam LUK2002 196,45
18. Marko Borojevic Bergen Stupeklubb 162,45

Il dettaglio dei loro tuffi:

1. Gesu Kay Torres Garcia, Italia, 2003
401B 1 1,5 7,5 7,5 7,5 7,5 7,5 22,5 33,8 33,75 33,75 2.
103B 1 1,7 7,0 7,0 7,5 6,5 7,0 21,0 35,7 69,45 69,45 3.
201B 1 1,6 7,5 7,5 7,0 7,0 7,0 21,5 34,4 103,85 103,85 3.
301B 1 1,7 7,5 7,0 7,5 8,0 8,0 23,0 39,1 142,95 142,95 1.
5132D 1 2,2 7,0 7,5 7,0 7,0 7,0 21,0 46,2 189,15 189,15 1.
105B 1 2,6 7,0 7,0 6,5 7,0 7,0 21,0 54,6 243,75 243,75 1.
405C 1 3,1 5,0 5,0 5,0 5,0 5,0 15,0 46,5 290,25 290,25 1.
203B 1 2,3 7,0 7,0 7,0 6,5 7,0 21,0 48,3 338,55 338,55 1.
5134D 1 2,6 6,5 6,0 6,5 7,0 7,0 20,0 52,0 390,55 390,55
10,6 6,9 6,8 6,8 6,8 6,9
4. Stefano Belotti, Italia, 2004
103B 1 1,7 7,0 7,0 7,5 7,0 7,0 21,0 35,7 35,70 35,70 1.
201B 1 1,6 7,0 7,5 7,5 7,5 8,0 22,5 36,0 71,70 71,70 2.
301B 1 1,7 7,0 7,5 7,5 7,5 8,0 22,5 38,3 109,95 109,95 1.
401A 1 1,8 5,0 5,5 5,0 5,0 5,5 15,5 27,9 137,85 137,85 3.
5132D 1 2,2 7,0 6,5 7,0 6,5 7,0 20,5 45,1 182,95 182,95 3.
203B 1 2,3 6,0 6,5 6,0 6,0 7,0 18,5 42,6 225,50 225,50 3.
105B 1 2,6 2,0 2,0 2,5 2,5 3,0 7,0 18,2 243,70 243,70 4.
303B 1 2,4 5,0 2,0 2,5 5,5 1,0 9,5 22,8 266,50 266,50 7.
403B 1 2,4 7,0 7,0 7,0 6,5 7,0 21,0 50,4 316,90 316,90
9,7 5,9 5,7 5,8 6,0 5,9
7. Francesco Casalini, Italia, 2004
401B 1 1,5 6,5 6,0 6,0 6,5 6,0 18,5 27,8 27,75 27,75 16.
103B 1 1,7 6,5 6,0 6,0 6,5 5,5 18,5 31,5 59,20 59,20 11.
301B 1 1,7 6,5 6,5 6,0 7,0 6,5 19,5 33,2 92,35 92,35 6.
201B 1 1,6 6,5 6,5 6,0 6,0 6,5 19,0 30,4 122,75 122,75 8.
5231D 1 2,1 6,0 6,0 6,0 6,0 6,0 18,0 37,8 160,55 160,55 7.
203B 1 2,3 5,0 4,5 5,5 6,0 5,5 16,0 36,8 197,35 197,35 8.
105C 1 2,4 5,5 6,0 6,0 5,5 5,0 17,0 40,8 238,15 238,15 5.
303C 1 2,1 6,5 7,0 6,0 7,5 7,0 20,5 43,1 281,20 281,20 3.
403B 1 2,4 4,5 5,0 4,0 5,0 4,0 13,5 32,4 313,60 313,60
9,2 5,9 5,9 5,7 6,2 5,8

 

Gare di ieri

1 metro Ragazze (Clari, Calissoni, Neroni)

Piattaforma Ragazzi (Belotti, Casalini, Torres Garcia, Zannella)

3 metri Juniores maschi (Antonio Volpe)

Piattaforma Juniores femmine (Giulia Vittorioso)

Sincro 3 metri Juniores/Ragazzi (Casalini/Belotti)

Gare di oggi

1 metro Ragazzi (Belotti Casalini, Torres Garcia)

3 metri Ragazze (Clari, Calissoni, Neroni)

NewSplash: il calendario dei Grand Prix 2018 e il programma FINA Olympic Support

A margine degli eventi pubblici in vista del gala FINA “Soirée des Etoiles”, che tra poco più di 24 ore premierà i migliori atleti dei tuffi e degli altri sport acquatici di questa stagione, si è tenuta una riunione del FINA Bureau in cui sono state approvate alcune novità che riguardano direttamente il nostro sport.

In particolare, sono stati stabiliti i calendari per le gare FINA per il 2018: confermate le date per le World Series e per la Coppa del Mondo FINA – quest’ultima si terrà dal 5 al 10 giugno a Wuhan, in Cina – sono state anche emanate le date ufficiali per i Mondiali Giovanili, che si terranno a Kyiv (Ucraina) dal 23 al 29 luglio. I Mondiali Giovanili saranno anche validi per la qualificazione ai Giochi Olimpici Giovanili (6 – 18 ottobre a Buenos Aires).

Pubblicato anche il calendario ufficiale per i FINA Diving Grand Prix 2018, che conterà sette tappe (non sono state confermate tappe nelle Americhe a parte quella canadese):

  • Rostock (Germania), 23 – 25 febbraio
  • Calgary (Canada), 10 – 13 maggio
  • Bolzano (Italia), 6 – 8 luglio
  • Madrid (Spagna), 13 – 15 luglio
  • Malaysia, 9 – 11 novembre
  • Australia, 15 – 18 novembre
  • Città da determinare (probabilmente Singapore), 23 – 25 novembre

Infine, dal 1° al 3 febbraio 2018 si terrà a Chongqing (Cina) la FINA Diving Conference, un evento per “addetti ai lavori” di grande interesse.

L’ultima novità di interesse è il programma di finanziamento “FINA Aquatics Olympic Support“, un fondo che potrà ammontare fino al 70% della parte di incassi televisivi di spettanza FINA da parte del comitato Olimpico. Ogni federazione nazionale, indipendentemente dalla sua grandezza, potrà richiedere fino a 25mila dollari all’anno in fondi destinati a specifici progetti, che rientrino in uno o più dei seguenti campi:

  • costruzione, ristrutturazione o manutenzione di strutture sportive
  • acquisto o noleggio di equipaggiamento sportivo
  • spese amministrative
  • risorse tecnologiche (siti web, ranking online, database)
  • supporto tecnico
  • preparazione e allenamento di atleti, coach e arbitri
  • stage e partecipazione a competizioni nazionali e internazionali
  • programmi di sviluppo di talenti provenienti dai settori giovanili