Coppa Londra – secondo giorno di gare.

Questa mattina alla piscina Bruno Bianchi di Trieste si sono svolte le eliminatorie del trampolino da tre metri femminile e dalla piattaforma maschile.

Entrambe le gare sono rimaste “orfane” dei loro abituali protagonisti: dal trampolino femminile l’assenza della Cagnotto si e’ fatta sentire.
Infatti sia la Dallape’ che la Marconi ci hanno dato l’impressione di aver preso la gara un po’ sottogamba, non saltando al top e commettendo entrambe  svariati errori, in particolare sul doppio e mezzo rovesciato carpiato. 

Hanno comunque passato il turno senza problemi; speriamo di rivederle piu’ concentrate in finale.

Qualche difficolta’ in piu’ le ha avute Elena Bertocchi che si e’ ritirata dalla gara lamentando un forte dolore alla schiena. 
Peccato perche’ la giovane atleta milanese, tesserata per la Bergamo nuoto, e’ quella che piu’ di tutte poteva insidiare le due capolista.

Per il resto la gara e’ stata abbastanza deludente : la Turco conferma la sua attuale carenza di forma, sbagliando gravemente piu’ di un tuffo e la Tocchio  conducendo una gara mediocre.

Bene invece la giovane romana Atzei che si piazza quarta.

La classifica delle atlete che passano il turno:

1) Marconi Maria, pt 276,60
2) Dallape’ Francesca, pt 250,50
3) Michelle Turco, pt 200,05
4) Atzei Beatrice, pt 199,80
5) Tocchio Annapaola, pt 187,70
6) Bilotta Laura, pt 187,40
7) Flaminio Paola, pt 181,90
8) Allegro Valentina, pt 179,40
9) Mosena Estilla, pt 174,75
10) Ercoli Francesca, pt 168,90
11) Borghi Sara, pt 155,85
12) Monachesi Ginevra, pt149,75

Dalla piattaforma invece il grande assente e’ Francesco Dell’Uomo, costretto a casa da una miocardite.

Quest’assenza pero’ sembra aver risvegliato in due atleti il loro spirito da piattaformisti : abbiamo avuto infatti il gradito ritorno di Maicol Scuttari e Mattia Placidi, molto decisi ad accaparrarsi un posto in nazionale.

Li vedremo anche nel sincro 10 metri? Noi speriamo di si!

Ma entrambi gli atleti dovranno darsi da fare in allenamento : per ora ci sono sembrati un po’ lacunosi per quanto riguarda la tecnica dei tuffi indietro e rovesciato.

Addirittura Placidi ha preferito ripiegare sul doppio e mezzo rovesciato raggruppato da cinque metri, invece di eseguire il trplo e mezzo da dieci metri.

Ci auguriamo di vederlo oggi pomeriggio in finale!

Buona la prova dell’ormai esperto Mauri Gabrio, da sempre afflitto da problemi nelle aperture dei tuffi rovesciati, in questa eliminatoria sembra averli superati. 

L’altro abitue’ dei 10 metri, Maicol Verzotto, commettendo qualche sbavatura di troppo, scivola in terza posizione.

Grande delusione invece nel vedere Andrea Chiarabini, un tempo grande promessa, saltare in maniera modesta solo dalla piattaforma dei cinque metri.

Ecco i risultati:

1) Mauri Gabrio, pt 321,95
2) Placidi Mattia, pt 303,85
3) Verzotto Maicol, pt 283,65
4) Chiarabini Andrea, pt 278,30
5) Scuttari Maicol, pt 261,25
6) Chiarabini Lorenzo, pt 233,25
7) Schmid David, pt 226,80
8) Auber Gabriele, pt 213,10
9) Polizzi Luca, pt 212,50
10) Barbu Vladimir, pt 203,75
11) Rosati Niccolo’, pt 191,55

Alle tre inizieranno le semifinali, a dopo!