RedBull World Series 2016: Bosnia – A Mostar il trionfo di Richard e Navratil

L’ultima tappa europea del 2016 delle RedBull Cliff Diving World Series, il ponte Stari Most di Mostar (Bosnia-Erzegovina), è stata appannaggio della canadese Lysanne Richard, alla seconda vittoria stagionale dopo Polignano a Mare, e del ceco Michal Navratil (nella foto, Romina Amato/Red Bull Archive), anche lui alla seconda vittoria dopo quella di due settimane fa in Galles. L’italiano Alessandro De Rose, che inizialmente ha capitalizzato il buon inizio di gara, si è classificato nono, eliminato dalla finalissima per poco meno di quattro punti.

 

Il turno preliminare maschile del venerdì ha visto i tuffatori sfidarsi con un unico obbligatorio: Hunt e Navratil hanno preso la testa della classifica con un identico 119.60, mentre De Rose è stato il primo degli inseguitori con 117.30 punti. In difficoltà parecchi big, tra cui Duque, alle prese con guai fisici e ieri soltanto dodicesimo.

CLASSIFICA MASCHILE – ROUND 1
1. Michal Navratil (CZE) – 119.60
1. Gary Hunt (GBR) – 119.60
3. Alessandro De Rose (wildcard) (ITA) – 117.30
4. Steven LoBue (USA) – 115.00
5. David Colturi (USA) – 112.70
6. Blake Aldridge (GBR) – 110.40
7. Jonathan Paredes (MEX) – 109.65
8. Sergio Guzman (MEX) – 103.20
9. Andy Jones (USA) – 101.20
9. Artem Silchenko (RUS) – 101.20
11. Todor Spasov (wildcard) (BUL) – 96.75
12. Orlando Duque (COL) – 89.70
13. Kyle Mitrione (wildcard) (USA) – 71.30
14. Viktar Maslouski (wildcard) (BLR) – 62.35

 

Nel turno preliminare femminile, dopo i due obbligatori guidavano la classifica le uniche due wildcard di questa tappa: se di Iffland, ieri seconda, nessuno si stupisce più, vista l’eleganza e la potenza cui fa ricorso, ha sorpreso invece l’ottima prova della bielorussa Nestsiarava, in testa con un buon margine. Assente la campionessa (a questo punto) uscente delle World Series 2015: Rachelle Simpson si è infatti infortunata e non ha preso parte alle gare.

CLASSIFICA FEMMINILE – ROUND 1 & 2
1. Yana Nestsiarava (wildcard) (BLR) – 155.80
2. Rhiannan Iffland (wildcard) (AUS) – 149.10
3. Helena Merten (AUS) – 148.05
4. Cesilie Carlton (USA) – 146.50
5. Lysanne Richard (CAN) – 142.30
6. Ginger Huber (USA) – 138.80
7. Adriana Jimenez (MEX) – 131.95

 

Il primo dei tuffi di oggi, il secondo obbligatorio per la classifica maschile, ha visto qualche movimento nelle posizioni centrali, in particolare quello di Paredes salito dal 7° al 3° posto. De Rose si è difeso al meglio, restando al quinto posto con due tuffi ancora a disposizione.

CLASSIFICA MASCHILE – ROUND 2
1. Gary Hunt (GBR) – 222.20
2. David Colturi (USA) – 215.30
3. Jonathan Paredes (MEX) – 212.25
4. Michal Navratil (CZE) – 208.90
5. Alessandro De Rose (wildcard) (ITA) – 208.50
6. Artem Silchenko (RUS) – 207.60
7. Blake Aldridge (GBR) – 201.60
8. Steven LoBue (USA) – 198.60
9. Andy Jones (USA) – 198.10
10. Todor Spasov (wildcard) (BUL) – 186.05
11. Orlando Duque (COL) – 180.90
12. Sergio Guzman (MEX) – 177.30
13. Kyle Mitrione (wildcard) (USA) – 153.00
14. Viktar Maslouski (wildcard) (BLR) – 142.15

 

Le sorprese sono arrivate con il terzo tuffo, l’ultimo prima della finale. il doppio e mezzo con tre avvitamenti dalla verticale di De Rose purtroppo non ha portato i punti che sperava – ne sarebbero bastati quattro in più per entrare in finale, mentre così l’italiano ha dovuto accontentarsi del nono posto, primo tra gli esclusi. A rimontarlo sono stati il messicano Guzman, gli americani LoBue e Jones e il russo Silchenko, mentre Hunt è precipitato dal primo al settimo posto dopo un errore e Aldridge, insieme a Duque, si è ritrovato tra gli eliminati.

CLASSIFICA MASCHILE – ROUND 3
1. David Colturi (USA) – 374.90
2. Michal Navratil (CZE) – 362.80
3. Steven LoBue (USA) – 357.20
4. Jonathan Paredes (MEX) – 344.85
5. Artem Silchenko (RUS) – 342.00
6. Andy Jones (USA) – 340.90
7. Gary Hunt (GBR) – 333.80
8. Sergio Guzman (MEX) – 317.70
9. Alessandro De Rose (wildcard) (ITA) – 313.95
10. Todor Spasov (wildcard) (BUL) – 313.45
11. Blake Aldridge (GBR) – 309.90
12. Orlando Duque (COL) – 276.10
13. Kyle Mitrione (wildcard) (USA) – 266.10
14. Viktar Maslouski (wildcard) (BLR) – 237.35

 

Nella finale femminile grande recupero di Lysanne Richard, che è l’unica a volare oltre quota 100 punti e rimonta dal quinto posto alla sua seconda vittoria stagionale. Percorso inverso per la bielorussa Nestsiarava, da prima a quinta; al secondo posto Cesilie Carlton, mentre a completare il podio c’è Rhiannan Iffland.

CLASSIFICA FEMMINILE – FINALE
1. Lysanne Richard (CAN) – 244.90
2. Cesilie Carlton (USA) – 242.00
3. Rhiannan Iffland (wildcard) (AUS) – 240.30
4. Helena Merten (AUS) – 236.25
5. Yana Nestsiarava (wildcard) (BLR) – 224.20
6. Adriana Jimenez (MEX) – 217.95
7. Ginger Huber (USA) – 202.30

 

All’ultimo tuffo Navratil riesce a mettere la freccia e a volare vicino a quota 500: troppo in alto perché LoBue (quarto per soli 10 centesimi) e Hunt (da settimo a secondo con un tuffo da quasi 160 punti) riescano a riacciuffarlo, troppo in alto perché Colturi (terzo) riesca a restargli davanti. Per il ceco seconda vittoria consecutiva in stagione, soltanto quinto il messicano Paredes.

CLASSIFICA MASCHILE – FINALE
1. Michal Navratil (CZE) – 497.95
2. Gary Hunt (GBR) – 493.30
3. David Colturi (USA) – 492.50
4. Steven LoBue (USA) – 492.40
5. Jonathan Paredes (MEX) – 469.80
6. Andy Jones (USA) – 460.15
7. Sergio Guzman (MEX) – 457.95
8. Artem Silchenko (RUS) – 411.30
9. Alessandro De Rose (wildcard) (ITA) – 313.95
10. Todor Spasov (wildcard) (BUL) – 313.45
11. Blake Aldridge (GBR) – 309.90
12. Orlando Duque (COL) – 276.10
13. Kyle Mitrione (wildcard) (USA) – 266.10
14. Viktar Maslouski (wildcard) (BLR) – 237.35

 

In classifica generale Hunt allunga ancora su Paredes si avvia a vincere ancora una volta le World Series in campo maschile; il messicano, anzi, dovrà cominciare a guardarsi da Navratil, staccato di soli 80 punti – il secondo posto, che sembrava essere ben saldo, scricchiola un po’! Colturi (che però diserterà le tappe finali delle World Series) e LoBue fanno un bel balzo in avanti, ma per le posizioni dalla quarta in giù sembra tutto ancora da scriversi! De Rose resta dodicesimo (seconda miglior wildcard) ma riduce lo svantaggio da Kolanus e Aldridge, il primo assente, il secondo che ha racimolato pochissimi punti nella seconda metà di stagione.

Per quanto riguarda le donne, distacco quasi dimezzato tra Iffland e Richard, con la Carlton ormai saldamente al terzo posto e le altre quasi fuori dai giochi: le ultime due tappe saranno decisive per assegnare la medaglia d’oro e quella d’argento!

CLASSIFICA GENERALE MASCHILE – 7/9 TAPPE
1. Gary Hunt (GBR) – 1060
2. Jonathan Paredes (MEX) – 840
3. Michal Navratil (CZE) – 760
4. Andy Jones (USA) – 660
5. Steven LoBue (USA) – 530
6. David Colturi (USA) – 500
7. Orlando Duque (COL) – 480
8. Artem Silchenko (RUS) – 418
9. Sergio Guzman (MEX) – 348
10. Kris Kolanus (POL) (wildcard) – 330
11. Blake Aldridge (GBR) – 328
12. Alessandro De Rose (ITA) (wildcard) – 308
13. Alain Kohl (LUX) (wildcard) – 120
14. Kyle Mitrione (USA) (wildcard) – 68
15. Todor Spasov (BUL) (wildcard) – 39
16. Jucelino Junior (BRA) (wildcard) – 30
17. Viktar Maslouski (BLR) (wildcard) – 28
18. Miguel Garcia (COL) (wildcard) – 27
19. Cyrille Oumedjkane (FRA) (wildcard) – 9
19. Mat Cowen (GBR) (wildcard) – 9
19. Igor Semaschko (RUS) (wildcard) – 9
22. Jorge Ferzuli (MEX) (wildcard) – 8

 

CLASSIFICA GENERALE FEMMINILE – 5/7 TAPPE
1. Rhiannan Iffland (AUS) (wildcard) – 890
2. Lysanne Richard (CAN) – 810
3. Cesilie Carlton (USA) – 580
4. Helena Merten (AUS) – 480
5. Adriana Jimenez (MEX) – 430
6. Ginger Huber (USA) – 420
7. Rachelle Simpson (USA) – 370
8. Yana Nestsiarava (BLR) (wildcard) – 180
9. Tara Hyer-Tira (USA) (wildcard) – 90
9. Jaki Valente (BRA) (wildcard) – 90
11. Iris Schmidbauer (GER) (wildcard) – 50

 

Tra due settimane il circuito si sposta in Asia per le tappe di ottobre, in Giappone e a Dubai!