Menu Chiudi

RedBull World Series 2022: Boston – Heslop & Carlson, doppia vittoria per la power couple

Pubblicato il Cliff Diving, Competitions, Diving, Gare, Grandi Altezze, High Diving, Results, Risultati, Tuffi, World Series

La gara inaugurale delle RedBull Cliff Diving World Series 2022, conclusasi a Boston questa sera, ha riservato non poche sorprese: prima tra tutte la fine della striscia di 13 vittorie consecutive di Rhiannan Iffland, superata in un testa a testa emozionante dalla canadese Molly Carlson, e successivamente, nella finale maschile, il britannico Aidan Heslop straccia tutti con il tuffo più difficile al mondo e stravince con quasi quaranta punti di vantaggio su Gary Hunt. Una doppia festa per i giovani campioni di questa tappa, fidanzati da qualche tempo, mentre sorprende anche la pressoché esordiente Meili Carpenter, a podio da wildcard. Ottimo quarto posto per Alessandro De Rose.

La gara femminile è stata un vero testa a testa tra l’australiana Iffland e la ventitreenne canadese Carlson, con tuffi pressoché equivalenti per qualità e punteggi: prima dell’ultimo tuffo erano esattamente alla pari, e come conclusione della loro serie di gara avevano lo stesso tuffo, il triplo ritornato con barani. La Carlson lo ha eseguito leggermente meglio, aggiudicandosi la vittoria con 377.40 punti e ottenendo il quarto podio in sei partecipazioni, un ruolino davvero impressionante; seconda piazza per la Iffland, con 373.60 punti e il 28° podio in 30 gare, mentre come detto il terzo posto sul podio è occupato da Meili Carpenter. L’americana, alla quarta partecipazione alle World Series e sempre come tuffatrice wildcard, ha eseguito un ottimo triplo indietro con due avvitamenti, superando sul filo di lana le promettenti Ellie Smart e Jessica Macaulay e chiudendo a quota 323.55 punti. Assente dell’ultimo minuto la bielorussa Nestsiarava, che non è potuta entrare negli Stati Uniti per problemi burocratici.

ROUND 1 ROUND 2 ROUND 3 ROUND 4 TOTALE
Molly Carlson CAN 67,60 86,70 114,80 108,30 377,40
Rhiannan Iffland AUS 66,30 86,70 116,10 104,50 373,60
Meili Carpenter USA 59,80 76,50 81,90 105,35 323,55
Eleanor Smart USA 55,90 76,50 90,30 91,20 313,90
Jessica Macaulay CAN 36,40 73,10 93,60 108,00 311,10
Xantheia Pennisi AUS 66,30 71,40 86,00 77,90 301,60
Adriana Jimenez MEX 62,40 49,30 87,75 94,00 293,45
Iris Schmidbauer GER 62,40 64,60 73,50 79,55 280,05
Maria Paula Quintero COL 65,00 62,90 77,90 68,40 274,20
Antonina Vyshyvanova UKR 62,40 76,50 51,15 83,25 273,30
Genevieve Bradley USA 39,00 74,40 71,40 66,50 251,30
Maria Smirnova USA 44,20 58,80 48,05 45,90 196,95

 

 

Più incerta la gara maschile con tanti pretendenti alle medaglie, sebbene Heslop avesse mantenuto un leggero vantaggio su Hunt: nel round finale non sono mancati gli errori, con il più clamoroso, quello di Constantin Popovici, che l’ha fatto crollare dalla zona-podio al decimo posto. Soltanto in tre hanno superato quota 400 punti: il rumeno Catalin Preda, terzo con 412.30 punti; il francese Gary Hunt, ancora una volta a podio, con 424.85 punti dopo il suo “triple-quad” che lo ha reso famoso; e appunto Heslop, che ha schierato un tuffo da ben 6.2 di coefficiente – il quadruplo avanti (quindi con rincorsa!) con tre avvitamenti e mezzo: 158.10 i punti per lui, con cui ha messo fine alla gara con ben 462.50 punti. Una grandissima soddisfazione per il ventenne originario del Galles, che continua a gareggiare anche nelle gare tradizionali come supporto ai propri allenamenti del cliff diving.

Buona prova per l’azzurro De Rose, che ha eseguito con sicurezza i propri tuffi e ha così potuto approfittare dei diversi errori dei suoi avversari: per lui la rimonta fino al quarto posto con 390.90 punti, a una ventina di punti da Preda.

ROUND 1 ROUND 2 ROUND 3 ROUND 4 TOTALE
Aidan Heslop GBR 68,60 95,40

140,40

158,10 462,50
Gary Hunt FRA 65,80 97,20

139,65

122,20 424,85
Catalin Preda ROU 68,60 86,40

119,60

137,70 412,30
Alessandro De Rose ITA 71,40 84,60

122,20

112,70 390,90
Nikita Fedotov IAT 70,00 84,60

129,60

91,80 376,00
Carlos Gimeno ESP 74,20 81,00

103,20

110,40 368,80
Michal Navratil CZE 70,00 86,40

101,05

107,50 364,95
Andy Jones USA 72,80 75,60

94,60

115,00 358,00
David Colturi USA 72,80 79,20

118,80

72,80 343,60
Constantin Popovici ROU 75,60 100,80

102,00

60,90 339,30
Oleksiy Prygorov UKR 63,00 82,80 107,10 56,70 309,60
Jonathan Paredes MEX 75,60 70,20 145,80

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

nove + 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap