FINA Diving GP: Madrid – i risultati della seconda mattina di gare.

È terminata poco prima delle due la lunghissima sessione eliminatoria maschile dal trampolino 3 metri del FINA Diving Grand Prix di Madrid.

Senza atleti azzurri in gara (ci saranno Sarah Jodoin Di Maria e Maia Biginelli a partire dalle 17, con l’eliminatoria dalla piattaforma) ci sono state due fasi di qualifica – l’eliminatoria vera e propria con ben 31 partecipanti, e le due semifinali – che sono servite a definire i sei finalisti che questa sera, verso le 18.30, si giocheranno le medaglie.

In eliminatoria quattro atleti sono riusciti a superare la psicologica soglia dei 400 punti: si tratta degli australiani (naturalizzati) Li Shixin e Kevin Chavez, classificatisi al primo e al terzo posto, dello statunitense Briadam Herrera, secondo, e del canadese Peter Mai, quarto. Hanno passato il turno anche il giamaicano Knight-Wisdom, il neozelandese Stone, l’altro americano Johnson, il bielorusso Naurozau, gli spagnoli Garcia Boissier e Arevalo, l’irlandese (ex britannico) Dingley e il giovane olandese Meulendijks, ripescato in luogo del terzo australiano Carter.

1 Shixin Li Australia 429.25
2 Briadam Herrera USA 412.40
3 Kevin Chavez Australia 401.60
4 Peter Thach Mai Canada 401.00
5 Yona Knight-Wisdom Jamaica 373.65
6 Liam Stone New Zealand 370.00
7 Steele Johnson USA 369.15
8 Yury Naurozau Belarus 361.35
9 Matthew Carter Australia 360.90
10 Nicolas Garcia Boissier Spain 360.75
11 Alberto Arévalo Spain 359.30
12 Oliver Dingley Ireland 357.70
13 Bram Meulendijks Netherlands 350.55
14 Greg Duncan USA 350.30
15 Adrian Abadia Spain 336.00
16 Artem Trubin Russia 329.40
17 Thomas Ciprick Canada 327.20
18 Pascal Faatz Netherlands 325.50
19 Chols Chanturia Georgia 323.35
20 Botons Bóta Hungary 321.95
21 Stanislav Oliferchyk Ukraine 308.35
22 Cédric Fofana Canada 307.35
23 Sandro Melikidze Georgia 307.05
24 Dylan Vork Netherlands 300.40
25 Siddharth Pardeshi India 288.10
26 Athanasios Tsirikos Greece 287.95
27 Gennadii Vagin Russia 281.50
28 Theofilos Afthinos Greece 279.05
29 Alexandr Molchan Belarus 269.80
30 Tornike Onikashvili Georgia 269.70
31 Frandiel Gomez Dominican Republic 238.95

 

Per dare un po’ di respiro ai trampolinisti il programma prevedeva la finale sincro femminile dalla piattaforma, dove le americane Amy Magana e Jessica Parratto hanno avuto gioco facile contro le altre due coppie in gara, volonterose ma ancora un po’ inesperte. La medaglia d’argento è andata alle australiane Laura Hingston e Nikita Hains, mentre le russe Elizaveta Kuzina e Anna Konanykhina si sono dovute accontentare della medaglia di bronzo.

1 Amelia Magaña / Jessica Parratto USA 281.43
2 Laura Hingston / Nikita Hains Australia 263.16
3 Elizaveta Kuzina / Anna Konanykhina Russia 243.60

 

A concludere la sessione “mattutina” le due semifinali dal trampolino 3 metri, che hanno definito i finalisti di questa sera. Nella semifinale A grande equilibrio, con almeno quattro atleti che, per qualità dei tuffi, avrebbero meritato la finale, ma erano soltanto tre i posti a disposizione e sono andati all’americano Briadam Herrera, al canadese Peter Mai e, a sorpresa, al neozelandese Liam Stone. Nella semifinale B, invece, i tre qualificati sono lo statunitense Steele Johnson, l’australiano Li Shixin e il giamaicano (ma di stanza in Inghilterra) Yona Knight-Wisdom. Si prospetta una grande finale!

1 Briadam Herrera USA 418.25
2 Peter Thach Mai Canada 407.60
3 Liam Stone New Zealand 392.80
4 Yury Naurozau Belarus 389.70
5 Bram Meulendijks Netherlands 368.10
6 Alberto Arévalo Spain 339.85

 

1 Steele Johnson USA 449.70
2 Shixin Li Australia 428.55
3 Yona Knight-Wisdom Jamaica 428.45
4 Kevin Chavez Australia 405.40
5 Oliver Dingley Ireland 378.10
6 Nicolas Garcia Boissier Spain 373.80

Foto M. Verzotto