RedBull World Series: Bosnia – La “classica” di Mostar, Hunt e Iffland campioni in anticipo? Info e programma gare

Sesta e penultima tappa per il circuito delle grandi altezze RedBull Cliff Diving World Series 2019, che oggi e domani vedrà i tuffatori dalle grandi altezze tornare per la “classica” dello Stari Most (“Vecchio Ponte”) di Mostar, in Bosnia-Erzegovina, uno dei ponti più famosi del mondo, nonché patrimonio dell’UNESCO, distrutto durante la guerra di Yugoslavia nel 1993 ma ricostruito nel 2004.

Anche quest’anno, la guida più completa per seguire e capire i tuffi dalle grandi altezze è solo su TuffiBlog!

Leggila per restare sempre aggiornato sui partecipanti, sul regolamento e su tutti i dettagli tecnici!

È l’ultima tappa prima della finalissima del 14 settembre di Bilbao, e la sfida per i due titoli sembra ormai decisa e assegnata ai campioni in carica: all’australiana Rhiannan Iffland, che ha vinto tutte le gare sin qui in stagione, basterà un settimo posto in una delle prossime due gare, o addirittura semplicemente presentarsi e classificarsi ultima in entrambe, per garantirsi i 60 punti che le mancano e vanificare gli sforzi della britannica Jessica Macaulay e della bielorussa Yana Nestsiarava, rispettivamente terza e seconda e uniche atlete che, con due vittorie, potrebbero raggiungerla; il britannico Gary Hunt avrà bisogno anch’egli di un settimo posto qui o a Bilbao, oppure un totale di almeno 60 punti nelle ultime due tappe (sempreché Jonathan Paredes vinca sia qui a Mostar, sia in Spagna).

Ma i motivi di interesse non sono esauriti con la vittoria finale: solo le prime posizioni nella classifica finale garantiranno la qualificazione automatica alle World Series 2020, senza aspettare i calcoli del ranking mondiale. E, con due gare e 400 punti ancora in palio, tutto è ancora possibile! In più, a Mostar sarà presente anche Alessandro De Rose, che ha bisogno di un buon piazzamento per sperare di poter rientrare tra i migliori dieci al mondo e ritornare, dopo un anno di “purgatorio”, tra i permanent diver. Il suo bel quinto posto ai Mondiali fa ben sperare!


Saranno come sempre 24 i tuffatori in gara, di cui sedici permanent diver: dieci uomini (i britannici Gary Hunt e Blake Aldridge, gli statunitensi Steve LoBue, Andy Jones e David Colturi, il messicano Jonathan Paredes, il ceco Michal Navratil, l’ucraino Oleksiy Prygorov, il polacco Kris Kolanus e il rumeno Constantin Popovici) e sei donne (l’australiana Rhiannan Iffland, la bielorussa Yana Nestsiarava, la messicana Adriana Jimenez, la canadese Lysanne Richard, la britannica Jessica Macaulay e la statunitense Eleanor Smart). Altre otto wildcard (quattro uomini e quattro donne) potranno competere e provare a guadagnare punti utili per entrare tra i permanent diver del 2020.

PROGRAMMA GARE (ora italiana)

Venerdì 23 agosto
15:00 Round 1 & 2 femminile e maschile

Sabato 24 agosto
12:20 Riscaldamento
13:30 Round 3 femminile
13:55 Round 3 maschile
14:30 Inizio trasmissione in diretta RedBull TV
14:35 Round 4 femminile
15:05 Round 4 maschile
15:50 Cerimonie di premiazione
16:00 Termine trasmissione in diretta RedBull TV

La trasmissione delle gare è garantita per i round finali. Anche quest’anno avremo modo di seguire la diretta attraverso molteplici canali: oltre che sul sito ufficiale, le grandi altezze saranno disponibili su Red Bull TVFacebook, e Twitter. La replica verrà resa disponibile qualche minuto dopo l’evento.

Foto: P. Vuckovic/Red Bull Content Pool

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


3 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.