RedBull World Series 2017: calendario e partecipanti del circuito delle grandi altezze!

I campioni dell'high diving torneranno a gareggiare nel 2017. Polignano a Mare c'è!

rbcd_2017

Tornano tra tre mesi, a partire dal 24 giugno, le World Series dalle grandi altezze patrocinate e sponsorizzate dalla RedBull, con sei tappe in tutto il mondo, dall’Europa alle Americhe, passando per la tappa italiana di Polignano a Mare che ospiterà per la terza volta i tuffatori dell’high diving.

Le World Series sono il circuito per i tuffatori specializzati dalle grandi altezze, e quella del 2017 sarà un’edizione che potremmo definire… “della parità di genere”! Se è vero che gli uomini si tufferanno da scogliere e strutture alte 27 metri e le donne da quelle alte 20 metri, è altrettanto vero che quest’anno tutte le tappe saranno destinate ai circuiti maschile e femminile, e le donne eseguiranno quattro tuffi, non più tre, proprio come gli uomini!

Le tappe di questa edizione sono un mix di eventi “stabili”, graditi ritorni e assolute novità. Rivedremo la cordigliera di Sao Miguel nelle Azzorre, le scogliere del Possum Kingdom Lake in Texas e il celeberrimo ponte “Stari Most” in Bosnia; e potremo tornare tutti a Polignano a Mare il 23 luglio, per tifare per Alessandro De Rose e gli altri high divers! Ritorna l’isola di Inis Mor in Irlanda, dopo alcuni anni di assenza, e sarà la tappa inaugurale del circuito; mentre novità assoluta è il Lago Ranco in Cile, che ospiterà niente meno che la finale del 21 ottobre!

 

 

La sfida è aperta nei confronti dei trionfatori 2016: Rhiannan Iffland è stata la prima tuffatrice dalle grandi altezze a trionfare da wild card non solo in una tappa, ma in ben cinque, aggiudicandosi nientemeno che la vittoria finale; riuscirà Lysanne Richard a impedirle di ripetersi? Gary Hunt, con ben sei edizioni vinte su otto disputate, a podio in oltre il 90% degli eventi dal 2009 a oggi sará invece l’obiettivo di chiunque voglia farsi incoronare nuovo campione: Paredes, Jones, Navratil e tutti gli altri avranno vita dura…

Due novità nei roster “stabili”: Kris Kolanus viene premiato dell’ottima stagione dello scorso anno con la promozione tra i tuffatori “titolari”, a spese di Artem Silchenko che dovrà sgomitare come wild card; tra le donne, dopo la scontata promozione della Iffland, anche Adriana Jimenez farà parte della compagnia in tutte le tappe, prendendo il posto di Rachelle Simpson che non gareggerà quest’anno. Torna Anna Bader, tra le riserve, dopo la pausa per maternità.

Il regolamento 2016 è stato ritoccato con l’introduzione di un quarto tuffo per le donne, pertanto ogni weekend di gare sarà organizzato su due giorni:
PRIMO GIORNO
Uomini
Un tuffo obbligatorio con coefficiente di difficoltà massimo 2.8
Un tuffo obbligatorio con coefficiente di difficoltà massimo 3.6
Donne
Un tuffo obbligatorio con coefficiente di difficoltà massimo 2.6
Un tuffo libero

SECONDO GIORNO
Uomini
Un tuffo libero
Un tuffo libero, per i primi 8 tuffatori finalisti
Donne
Un tuffo obbligatorio con coefficiente di difficoltà massimo 2.6
Un tuffo libero

 

La trasmissione delle gare sarà garantita per le fasi finali della gara, che saranno trasmesse tramite le app di RedBull TV, disponibili per qualsiasi tipo di dispositivo mobile e per le principali console, e sul sito ufficiale delle World Series. La replica verrà resa disponibile qualche minuto dopo l’evento.

 

TUFFATORI SELEZIONATI PER LE RED BULL WORLD SERIES
Blake Aldridge (Regno Unito)
David Colturi (Stati Uniti)
Orlando Duque (Colombia) – 1 World Series: 2009
Sergio Guzman (Messico)
Gary Hunt (Regno Unito) – 6 World Series: 2010, 2011, 2012, 2014, 2015 e 2016
Andy Jones (Stati Uniti)
Kris Kolanus (Polonia)
Steven LoBue (Stati Uniti)
Michal Navratil (Repubblica Ceca)
Jonathan Paredes (Messico)
(+ wild card selezionate nelle varie tappe, per un massimo di 14 tuffatori per gara)

TUFFATRICI SELEZIONATE PER LE RED BULL WORLD SERIES
Cesilie Carlton (Stati Uniti)
Ginger Huber (Stati Uniti)
Rhiannan Iffland (Australia) – 1 World Series: 2016
Adriana Jimenez (Messico)
Helena Merten (Australia)
Lysanne Richard (Canada)
(+ wild card selezionate nelle varie tappe, per un massimo di 8 tuffatrici per gara)

TUFFATORI WILD CARD
Alain Kohl (Lussemburgo), Alessandro De Rose (Italia), Artem Silchenko (Russia – 1 World Series: 2013), Igor Semashko (Russia), Jucelino Junior (Brasile), Kyle Mitrione (USA), Miguel Garcia (Colombia), Todor Spasov (Bulgaria), Viktar Maslouski (Bielorussia), Owen Weymouth (Gran Bretagna).

TUFFATRICI WILD CARD
Anna Bader (Germania), Jaki Valente (Brasile), Tara Hyer-Tira (USA), Yana Nestsiarava (Bielorussia).

CALENDARIO
24 giugno: Inis Mór (Irlanda)
9 luglio: São Miguel, Azzorre (Portogallo)
23 luglio: Polignano a Mare (Italia)
3 settembre: Possum Kingdom Lake, Texas (Stati Uniti)
16 settembre: Mostar (Bosnia-Erzegovina)
21 ottobre: Lago Ranco (Cile)