4 Nazioni di Kazan: continuano i successi azzurri.

20131207-204516.jpg

Continua la streak positiva iniziata ieri a Kazan: il team italiano impegnato nel trofeo “4 Nazioni” oggi ha conquistato altre due medaglie, nonostante il forfait forzato della coppia Marconi-Bertocchi.

A dare il via alle danze Andreas Billi e Giovanni Tocci nel sincro dal trampolino: assente la coppia tedesca, i nostri due azzurri se la sono vista con la coppia ucraina e ben due coppie russe. Ottima la loro prova, sporcata leggermente da un doppio e mezzo rovesciato carpiato sbagliato in maniera differente e quindi “poco sincro”, ma esaltata da un ottimo triplo e mezzo ritornata da ben 82 punti che ha permesso loro di vincere la medaglia d’argento con 385 punti.

Davanti a loro gli ucraini Olesandr Gorshkovozov e Oleg Kolody (416 punti) e subito dietro i russi Andrey Bogdanov e Sergey Zhdanov (372 punti)

Per il sincro femminile, sempre dal trampolino, purtroppo la coppia italiana ha dovuto rinunciare alla gara: Elena Bertocchi, reduce delle sue due prime gare dalla piattaforma, ha accusato un indolenzimento della schiena e oggi ha quindi preferito riposare per non aggravare la situazione.

Primo posto per le tedesche Punzel e Subshinski, seguite dalle ucraine Nebobiga e Kesar e dalle russe Chaplieva e Govor.

L’ultima gara della giornata è stata il team event con Noemi Batki e Michele Benedetti: tre tuffi a testa, dalla piattaforma e dal trampolino; la coppia azzurra ha saltato splendidamente e ha “rischiato” di vincere la medaglia d’oro, ma l’errore in entrata di Benedetti nel triplo e mezzo rovesciato (5.5 la media dei voti) ha purtroppo fatto perdere quei due punticini che li separavano dal gradino più alto del podio ed ecco la seconda medaglia d’argento con 404 punti, contro i 406 della coppia russa Govor-Minibaev.

Una seconda giornata molto positiva, in crescendo rispetto a ieri: domani, a partire dalle sette di mattina, ci aspettano il trampolino femminile con Maria Marconi, Elena Bertocchi e Laura Bilotta e subito dopo la piattaforma maschile con il trio Dell’Uomo, Chiarabini, Verzotto. Nel pomeriggio le finali compresa il sincro femminile dalla piattaforma con Noemi Batki e Giorgia Barp.