Menu Chiudi

Europei giovanili: Otopeni – bronzo Pizzini dal metro, storico Santoro: quarto oro!

Posted in Campionati Europei, Competitions, Diving, Gare, Giovanile, Nazionale Giovanile, Results, Risultati, Tuffi

Arriva in doppia cifra il medagliere azzurro della spedizione di Otopeni! Nella quinta giornata dei Campionati Europei giovanili Elisa Pizzini conquista la medaglia di bronzo nella gara dal trampolino 1 metro, mentre Matteo Santoro conclude il suo Europeo perfetto nel migliore dei modi, stravincendo la gara dal trampolino 3 metri con una serie di liberi che non avrebbe sfigurato neppure a livello assoluto!

Come prevedibile, la finale dal trampolino 1 metro ha visto pochi movimenti nelle posizioni di vertice, dovuti più a errori delle singole atlete che a un qualche exploit. Per Pizzini una gara più che buona, con due tuffi pregevoli (il ritornato da 50.40 punti e il doppio e mezzo avanti da 54.60 punti) ad aprire la sua serie di liberi: discreto anche l’avvitamento rovesciato da 49.40 punti, mentre sul rovesciato (46.80) ha forse perso quei 2-3 punti decisivi per mantenere la seconda posizione ottenuta al mattino. Sul finale è stata superata da Lotti Hubert, che avevamo segnalato questa mattina: 391.05 per la tedesca, 388.25 per l’azzurra che non ha nulla da rimproverarsi e che da 3 metri è sicuramente molto più temibile. Oro all’ucraina Anna Arnautova, imprendibile per chiunque a quota 403.85 punti.

Guadagna due posizioni rispetto all’eliminatoria Rebecca Ciancaglini, con una serie piuttosto regolare (tutti i tuffi tra 44 e 48 punti) e in generale una buona disposizione sia fisica che mentale: purtroppo si portava dietro dagli obbligatori un errore importante che le impediva di risalire la classifica più di tanto, ma ha chiuso con un nono posto e 341.80 punti.

 

“Fuori scala” la finale di Matteo Santoro dal trampolino 3 metri, alla caccia del secondo oro individuale e del quarto complessivo in questi Europei giovanili: lo scorso anno era stato campione europeo e mondiale juniores in questa specialità, ma nella categoria “B”, e quest’anno ha potuto sfoggiare un quinto libero che ha messo in mostra tutte le sue possibilità. Il romano ha condotto una gara di livello altissimo, dove il tuffo “peggiore” è stato il quarto, il doppio e mezzo indietro da 7.5 (67.50 punti), a primo posto ormai già blindato. Per il resto è stata una scalata verso il paradiso: 77.50 sul triplo e mezzo avanti, 81.60 sul doppio e mezzo con due avvitamenti, 76.50 sul miglior doppio e mezzo rovesciato della sua carriera e 73.50 sul doppio e mezzo ritornato! Per lui non solo 585.60 come totale, ma anche 374 punti con cinque liberi, un punteggio da gara assoluta!

Sul podio con Santoro, ma a grandissima distanza, il tedesco Jonathan Schauer con 547.10 punti e il britannico Leon Baker con 532.10 punti; un pò di rammarico per Matteo Cafiero, che per coefficienti di difficoltà e per talento avrebbe potuto a sua volta lottare per una medaglia, ma a parte il doppio e mezzo con due avvitamenti (71.40 punti) ed il triplo e mezzo rovesciato (61.25) la sua serie gara è stata un po’ sottotono e non al passo degli avversari. Per lui un settimo posto con 484.05 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tredici − 7 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap