Menu Chiudi

FINA Diving World Series 2022: il calendario ufficiale e i probabili partecipanti

Pubblicato il Atleti, Calendario Gare, Competitions, Diving, Gare, Tuffi, World Series

COVID permettendo, torneranno nel 2022 le FINA/CNSG Diving World Series, circuito di primo livello dei tuffi: dopo la sospensione del 2020 dopo la prima tappa e la cancellazione del tour 2021, tutto è pronto affinché nel corso del prossimo anno i migliori atleti del mondo possano tornare a gareggiare in un tour mondiale d’élite, con la possibilità di concorrere per un montepremi totale che, negli anni passati, sfiorava il milione di dollari.

Saranno quattro le tappe dell’edizione 2022, due prima dei Campionati Mondiali (sempre che sia possibile tenerli in primavera), due subito dopo. La tappa inaugurale sarà quella, dal 25 al 27 marzo, di Montreal (Canada), a più di due anni dall’ultima tappa ufficiale disputata a febbraio 2020; quindici giorni più tardi gli atleti voleranno a Kazan’ (Russia) per la seconda tappa, dall’8 al 10 aprile, insieme alle atlete del nuoto artistico per quello che sarà il primo evento congiunto tra le World Series di tuffi e quelle di nuoto artistico. Dopo i Mondiali di Fukuoka (13-19 maggio), invece, sono previste le due tradizionali tappe cinesi, questa volta ospitate nei centri federali di Wuhan (dal 27 al 29 maggio) e di Zhuhai (dal 3 al 5 giugno).

Ci potrebbe essere anche l’Italia in questa manifestazione, scelte federali permettendo: gli inviti per le gare individuali sono personali, mentre nel sincro ciascuna nazione può scegliere gli atleti che preferisce.

Il sesto posto di Giovanni Tocci Lorenzo Marsaglia ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 garantirebbe infatti (se le regole di selezione non cambieranno) un posto per un sincro italiano dal trampolino nelle tappe di World Series, dato che accedono direttamente proprio le prime sei. In caso di una rinuncia in campo femminile – cosa non impossibile, dopo il ritiro della Abel – potremmo ricevere un invito anche nella gara per le donne, dopo il settimo posto di Chiara Pellacani ed Elena Bertocchi. Servirebbero invece molte più rinunce per vedere qualcuno dei nostri in campo individuale, dato che solo i primi otto dell’ultima gara internazionale utile si qualificano per le World Series: servirebbero per esempio ben sei rinunce per vedere Sarah Jodoin Di Maria, la migliore delle nostre individualiste a Tokyo, dalla piattaforma.

Se si disputeranno anche le gare miste, potrebbe liberarsi un ulteriore invito per l’Italia: l’ultima gara utile per le selezioni è quella dei Campionati Mondiali di Gwangju, dove l’Italia si è classificata sesta con la coppia formata da Maicol VerzottoNoemi Batki.

Ecco dunque una lista provvisoria dei possibili partecipanti:

Trampolino uomini: Xie Siyi (Cina), Wang Zongyuan (Cina), Jack Laugher (Gran Bretagna), Woo Haram (Corea del Sud), Evgeny Kuznetsov (Russia), Rommel Pacheco (Messico), Martin Wolfram (Germania), Anton Down-Jenkins (Nuova Zelanda), James Heatly (Gran Bretagna). Prime riserve: Andrew Capobianco (USA), Mohab El-Kordy (Egitto), Ken Terauchi (Giappone), Jonathan Ruvalcaba (Rep. Dominicana), Osman Olvera (Messico).

Trampolino donne: Shi Tingmao (Cina), Wang Han (Cina), Krysta Palmer (Stati Uniti), Nur Dhabitah Sabri (Malaysia), Inge Jansen (Paesi Bassi), Aranza Vazquez (Messico), Tina Punzel (Germania), Jennifer Abel (Canada), Hailey Hernandez (USA). Prime riserve: Mariia Poliakova (Russia), Michelle Heimberg (Svizzera), Esther Qin (Australia), Emma Gullstrand (Svezia).

Piattaforma uomini: Cao Yuan (Cina), Yang Jian (Cina), Tom Daley (Gran Bretagna), Aleksandr Bondar (Russia), Viktor Minibaev (Russia), Oleksii Sereda (Ucraina), Rikuto Tamai (Giappone), Cassiel Rousseau (Australia). Prime riserve: Jordan Windle (Stati Uniti), Kawan Pereira (Brasile), Brandon Loschiavo (Stati Uniti), Andres Villareal (Messico).

Piattaforma donne: Quan Hongchan (Cina), Chen Yuxi (Cina), Melissa Wu (Australia), Gabriela Agundez (Messico), Delaney Schnell (Stati Uniti), Alejandra Orozco (Messico), Andrea Spendolini-Sirieix (Gran Bretagna), Elena Wassen (Germania). Prime riserve: Lois Toulson (Gran Bretagna), Celine Van Duijn (Paesi Bassi), Yulia Timoshinina (Russia), Pandelela Rinong (Malaysia), Meaghan Benfeito (Canada), Sarah Jodoin Di Maria (Italia).

Sincro trampolino uomini: Cina, Stati Uniti, Germania, Messico, Giappone, Italia. Prime riserve: Gran Bretagna, Russia.

Sincro trampolino donne: Cina, Canada, Germania, Messico, Giappone, Gran Bretagna. Prime riserve: Italia, Stati Uniti.

Sincro piattaforma uomini: Gran Bretagna, Cina, Russia, Messico, Canada, Ucraina. Prime riserve: Corea del Sud, Giappone.

Sincro piattaforma donne: Cina, Stati Uniti, Messico, Canada, Germania, Giappone. Prime riserve: Gran Bretagna, Malaysia.

Sincro trampolino misto: Australia, Canada, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, Messico. Prime riserve: Ucraina, Colombia, Nuova Zelanda, Russia.

Sincro piattaforma misto: Cina, Russia, Messico, Gran Bretagna, Stati Uniti, Italia. Prime riserve: Corea del Sud, Brasile.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap