Menu Chiudi

Campionati Europei: Budapest – Pellacani ok, Bertocchi eliminata

Posted in Campionati Europei, Competitions, Diving, Gare, Results, Risultati, Tuffi

Battute finali ai Campionati Europei di Budapest per quanto riguarda i tuffi: è iniziata oggi la penultima giornata di gare e questa mattina è toccato alle tuffatrici gareggiare dal trampolino 3 metri. In gara per l’Italia, ancora una volta, Elena Bertocchi e Chiara Pellacani, che hanno avuto però andamenti – e destini – diversi.

Qualificazione tranquilla per la Pellacani, che ha viaggiato su una media di poco inferiore ai 60 punti a tuffo per quasi tutta la gara: mettendosi rapidamente al sicuro da sorprese con un buon margine sulla dodicesima: sufficiente sulle rotazioni indietro, con il doppio e mezzo indietro da 55.50, dà come spesso accade il meglio di sé sulle rotazioni avanti, con 63 punti sul doppio e mezzo avanti con avvitamento e 60.45 sul triplo e mezzo avanti. A chiudere la sua serie due tuffi più che discreti, il doppio e mezzo rovesciato (54 punti) e il doppio e mezzo ritornato (58.50), per un totale di 291.45 che la qualifica al sesto posto, a pochissimi punti dalla “virtuale” terza piazza.

Niente da fare invece per la Bertocchi, che non è mai riuscita a entrare in partita: la milanese si è trovata in difficoltà fin dal doppio e mezzo ritornato, eseguito raggruppato per avere maggiori certezze ma che le ha fruttato quest’oggi poco meno di 42 punti; si è quindi ritrovata subito a inseguire, ma né con il triplo e mezzo avanti (48.05 punti) né col doppio e mezzo indietro (45.00 punti) è riuscita a esprimersi ai suoi standard, rimanendo sempre scarsa negli ingressi in acqua. L’errore più grave è stato quello sul doppio e mezzo rovesciato da 36 punti, che ha messo fine a ogni speranza di rimonta visto l’enorme ritardo accumulato dalle altre: il doppio e mezzo con avvitamento da 63 punti non è bastato e si è fermata ad appena 233.90 punti, che le valgono il ventunesimo posto.

Visto il buon livello della gara, per molte atlete è bastato un errore per ritrovarsi escluse dalle migliori dodici: è capitato a un’atleta di assoluto valore come Grace Reid, che ha sbagliato il doppio e mezzo rovesciato.

Primatista della gara la tedesca Tina Punzel, apparsa in forma decisamente olimpica e niente affatto provata dal sincro piattaforma di ieri; a parte la sorprendente Emma Gullstrand, oggi seconda, la tedesca è stata l’unica a superare, e anche di molto, la quota psicologica dei 300 punti, e se dovesse ripetere i tuffi di questa mattina anche in finale non riusciamo a immaginare chi possa contrastarla.

In finale ci saranno anche, oltre a Punzel, alla Pellacani e alla già citata Gullstrand (che potrebbe inserire il dopoio e mezzo avanti con due avvitamenti), la svizzera Michelle Heimberg, la britannica Scarlett Mew-Jensen, l’ucraina Hanna Pysmenska, la russa Vitaliia Koroleva, la fiamminga Inge Jansen, l’ucraina Viktoriya Kesar, l’altra russa Maria Polyakova, l’irlandese Clare Cryan e l’altra tedesca Lena Hentschel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.