Coppa Tokyo: Bolzano – le finali del venerdì pomeriggio

Giunge a conclusioni la prima, intensa giornata di tuffi alla “Karl Dibiasi” di Bolzano, sede della Coppa “Tokyo 2020” di questa stagione e prima tappa delle selezioni per la squadra nazionale italiana che affronterà le qualificazioni olimpiche il prossimo aprile.

Nel primo pomeriggio si sono disputate le semifinali per assegnare gli ultimi due posti nelle finali delle specialità individuali di oggi: dal metro in campo femminile le qualificate sono state Elisa Pizzini (Bergamo Tuffi) e Delfina Calissoni (CC Aniene), senza particolari problemi; nella piattaforma, anche loro con un discreto margine sugli inseguitori, hanno passato il turno Eduard Timbretti (Blu 2006) e Leonardo Torres Garcia (Carabinieri).

A partire dalle 16:30 la sessione di finali, ripresa con le trampoliniste da 1 metro: è stata una gara emozionante e di buon livello, dove tutte le tuffatrici avevano il programma valido per la selezione europea e finita con ben tre atlete intorno o sopra i 250 punti. La specialista Elena Bertocchi (Esercito) quest’oggi è stata un po’ meno precisa del solito, e si è dovuta accontentare della medaglia di bronzo alle spalle di due giovanissime: Chiara Pellacani (MR Sport) si è aggiudicata l’oro, mentre Elisa Pizzini (Bergamo Tuffi) non sembra aver risentito del doppio turno di gara e si è accaparrata l’argento. Niente da fare per la Neroni, questa mattina terza ma incappata in un tuffo nullo sull’uno e mezzo rovesciato che l’ha prematuramente eliminata dal giro medaglie.

Più netta la gara dalla piattaforma, dove peraltro c’erano meno atleti a concorrere per le selezioni olimpiche: l’esperienza di Maicol Verzotto (Fiamme Oro) in questi momenti è un valore aggiunto e, senza commettere errori, ha superato di poco i 400 punti aggiudicandosi la vittoria. Alle sue spalle Riccardo Giovannini (Fiamme Oro), un po’ impreciso sul doppio e mezzo rovesciato e sulla verticale indietro, e il fratello di Maicol, Julian Verzotto (Carabinieri), che ha invece sbagliato il triplo e mezzo ritornato.

A chiudere la giornata la doppia gara sincro dal trampolino, che ha unificato sia la gara degli uomini che quella delle donne. Tanti gli spunti di questa giornata, in campo maschile con la sfida tra Giovanni Tocci (Esercito) e Lorenzo Marsaglia (Marina Militare) e quella formata da Andrea Chiarabini (Fiamme Oro) e Tommaso Rinaldi (Marina Militare), e in campo femminile con il confronto tra le “supermamme” Tania Cagnotto (Fiamme Gialle) e Francesca Dallapè (Esercito) e la coppia che ne ha raccolto l’eredità, Elena Bertocchi (Esercito) e Chiara Pellacani (MR Sport).

Il primo round di queste selezioni è andata alle due coppie “titolari”: Bertocchi e Pellacani hanno condotto una gara “pulita” che le ha portate a superare le loro avversarie di circa 17 punti, con un errore sul presalto, e di conseguenza nell’entrata, della Dallapè sul triplo e mezzo avanti a fare la differenza. Medaglia di bronzo per le atlete dell’attuale coppia della selezione giovanile, Elisa Pizzini (Bergamo Tuffi) ed Elettra Neroni (Dibiasi).

Tra gli uomini, invece, più netta la vittoria di Tocci e Marsaglia, che seppur non impeccabili nella seconda parte di gara e senza il quadruplo e mezzo avanti, hanno accumulato un solido vantaggio con i primi quattro tuffi: in difficoltà Rinaldi e Chiarabini, quest’oggi fermi al bronzo per diversi errori e superati anche dalla coppia “nuova”, formata da Andreas Larsen (Aniene) e Francesco Porco (Fiamme Oro).

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


6 + 20 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.