British Diving Championships: Plymouth – oro Bertocchi-Pellacani, argento Larsen-Timbretti, Marsaglia sesto

Ancora due medaglie per la nazionale italiana di tuffi nella seconda giornata di gare dei Campionati Britannici open in corso a Plymouth, con l’oro di Chiara Pellacani ed Elena Bertocchi nel sincro 3 metri e l’argento degli esordienti Eduard Timbretti e Andreas Larsen nel sincro piattaforma!

La lunga sessione di finali nell’impianto natatorio di Plymouth si è aperta però con l’atto conclusivo del trampolino maschile 3 metri: tra i dieci partecipanti anche Lorenzo Marsaglia, che rispetto all’eliminatoria ha messo a punto la maggior parte del proprio programma guadagnando una cinquantina di punti e una posizione in classifica.

Per il tuffatore romano una gara più che discreta, aperta con un po’ di incertezza con un triplo e mezzo avanti non brillante ma proseguita con gli altri tuffi, più difficili, ben eseguiti. Con un quadruplo e mezzo avanti migliore avrebbe anche potuto aspirare ad avvicinare o superare quota 400, ma il sesto posto finale con 388.50 punti è per lui un buon risultato da “inizio stagione”.

Grande competitività in vetta per “mettersi in mostra” di fronte ai vertici della federazione britannica e aspirare all’ammissione nella squadra nazionale per la Coppa del Mondo: neanche stavolta Daniel Goodfellow è riuscito a mettersi al collo l’oro, superato dallo scozzese James Heatly per meno di due punti. La lotta per il terzo posto è invece vinta da Ross Haslam che ha superato Harding, primatista questa mattina.

1 James Heatly Edinburgh Diving Club 478.50
2 Daniel Goodfellow City of Leeds Diving Club 476.75
3 Ross Haslam City of Sheffield Diving Club 445.15
4 Anthony Harding City of Leeds Diving Club 442.00
Yona Knight-Wisdom (ospite) Giamaica 425.20
Lorenzo Marsaglia (ospite) Italia 388.50
5 Cameron Gammage Southampton Diving Academy 365.00
6 Leon Baker Southampton Diving Academy 329.95
7 Ross Beattie Edinburgh Diving Club 323.10
8 Euan McCabe Plymouth Diving 313.95

Il dettaglio dei sei tuffi del tuffatore azzurro:

Round
Dive
#
M
DD
J1
J2
J3
J4
J5
J6
J7
Total
Points
Score
1
107
B
3
3.1
5
6
6
18½
57.35
57.35
2
5154
B
3
3.4
7
7
7
22
74.80
132.15
3
205
B
3
3.0
7
7
7
20
60.00
192.15
4
307
C
3
3.5
7
7
7
7
20½
71.75
263.90
5
407
C
3
3.4
7
7
7
7
21
71.40
335.30
6
109
C
3
3.8
5
5
14
53.20
388.50
20.2
Rank
(6)

 

La finale femminile dalla piattaforma, senza atlete azzurre in gara, è stata appannaggio di Andrea Spendolini Sirieix, che esordirà quest’anno nella categoria Juniores: per lei un’eccellente prestazione con un punteggio più che meritato, ottenuto sconfiggendo le “titolari” Lois Toulson e Robyn Birch. Momenti di paura per la promessa Eden Cheng, entrata di schiena sul triplo e mezzo indietro e apparsa molto sofferente al momento di uscire dall’acqua: per lei gara finita al quarto tuffo.

1 Andrea Spendolini-Sirieix Crystal Palace Diving Club 340.30
2 Lois Toulson City of Leeds Diving Club 318.60
3 Robyn Birch Dive London Aquatics Club 315.30
Tanya Watson (ospite) Southampton Diving Academy 298.90
4 Josie Zillig Crystal Palace Diving Club 282.70
5 Gemma McArthur Edinburgh Diving Club 276.25
6 Phoebe Banks City of Leeds Diving Club 272.10
7 Tia-Mai McGarry City of Sheffield Diving Club 251.85
8 Lucy Hawkins City of Sheffield Diving Club 234.05
9 Eden Cheng (ritirata) Crystal Palace Diving Club 178.10

 

A fine giornata le ultime due finali: la finale sincro maschile dalla piattaforma ha visto soltanto tre coppie partecipanti, e l’assenza dell’idolo di casa Tom Daley per un risentimento muscolare. Per la “neocoppia” azzurra formata da Andreas Larsen ed Eduard Timbretti Gugiu è stata quindi un’ottima occasione per fare esperienza in un contesto internazionale, e con i loro 333.57 punti hanno conquistato la seconda piazza. Qualche errore individuale (di Timbretti sui tripli e mezzo indietro, ritornato e rovesciato) andrà sicuramente messo a punto, ma c’è senz’altro dell’ottimo potenziale su cui lavorare per il futuro.

1 Ben Cutmore Lucas Thomson Dive London Aquatics Club Edinburgh Diving Club 353.91
Andreas Sargent Larsen (ospite)
Eduard Timbretti (ospite)
Italia 333.57
2 Angus Menmuir Joe Stocking Edinburgh Diving Club City of Leeds Diving Club 290.94

Il dettaglio:

Round
Dive
#
M
DD
E1
E2
E3
E4
E5
E6
S1
S2
S3
S4
S5
Total
Points
Score
1
401
B
10
2.0
8
8
8
8
41
49.20
49.20
2
5231
D
10
2.0
8
8
7
7
7
8
8
38½
46.20
95.40
3
107
B
10
3.0
8
8
8
8
8
8
7
38½
69.30
164.70
4
207
C
10
3.3
4
7
6
6
30½
60.39
225.09
5
307
C
10
3.4
7
6
7
4
6
5
4
4
24
48.96
274.05
6
407
C
10
3.2
5
7
6
8
31
59.52
333.57
16.9
Rank
(2)

 

È arrivata invece la medaglia d’oro da Chiara Pellacani ed Elena Bertocchi, che hanno riacquistato la maggior parte del loro buon sincronismo: quest’oggi due liberi – il doppio con doppio e il triplo e mezzo avanti – sono stati più che competitivi, e a dimostrarlo è il punteggio (286.53 punti). Molto buona anche l’esecuzione, in particolare della Pellacani che è stata più solida nei liberi. Ci sara senz’altro bisogno di lavorare sugli obbligatori e sulle entrate, ma la prestazione odierna è un deciso segnale in ottica delle prossime competizioni.

 

Elena Bertocchi (ospite) Chiara Pellacani (ospite) Italia 286.53
1 Scarlett Mew Jensen Maria Papworth Burrel Dive London Aquatics Club 273.30
2 Amy Rollinson Holly Waxman Luton Diving Club City of Leeds Diving Club 240.18
3 Callie Eaglestone Evie Smith City of Leeds Diving Club Crystal Palace Diving Club 231.54

Ecco il loro dettaglio gara:

Round
Dive
#
M
DD
E1
E2
E3
E4
E5
E6
S1
S2
S3
S4
S5
Total
Points
Score
1
401
B
3
2.0
8
8
7
8
8
8
40
48.00
48.00
2
301
B
3
2.0
8
8
6
6
5
36½
43.80
91.80
3
5152
B
3
3.0
7
8
8
7
8
38
68.40
160.20
4
107
B
3
3.1
7
5
8
8
7
7
35½
66.03
226.23
5
205
B
3
3.0
7
7
7
33½
60.30
286.53
13.1
Rank
(1)

 

Foto di apertura: Valentina Tisci.