Campionati Europei: Kyiv – piattaforma donne, è finale per Batki e Jodoin Di Maria

Dopo la gara a squadre di ieri, questa mattina i Campionati Europei di Kyiv 2019 sono entrati nel vivo con la prima gara eliminatoria individuale, quella femminile dalla piattaforma: dopo molti anni tornano a essere due le azzurre partecipanti, perché alla veterana Noemi Batki si è affiancata l’esordiente italo-canadese Sarah Jodoin Di Maria. Per entrambe è stata una gara agevole e si sono qualificate senza alcuna difficoltà a una finale che, invece, ha mietuto parecchie vittime.

Tra le due azzurre la più costante è stata la Jodoin Di Maria, che ha eseguito piuttosto bene il doppio e mezzo ritornato in apertura e i due tuffi difficili della sua serie, il doppio indietro con un avvitamento e mezzo dalla verticale e il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo; meno precisi il triplo e mezzo avanti e il doppio e mezzo indietro, che però sono rimasti a un livello più che accettabile, tanto da far guadagnare alla nostra tuffatrice un ottimo quarto posto a 271.90 punti.

Gara con più alti e bassi per la Batki, che ha eseguito un triplo e mezzo ritornato davvero molto buono, a sfiorare i settanta punti, ma che ha avuto qualche problema sul “solito” doppio e mezzo indietro con avvitamento e, inaspettatamente, sul doppio e mezzo rovesciato – ma questo errore è arrivato a qualificazione già assicurata, quando le bastava appena una decina di punti per passare il turno. Per la Batki 265.90 punti e il sesto posto.

Guida a sorpresa la classifica la russa Yulia Timoshinina, che sappiamo essere capace di ottime prestazioni tanto quanto di serie gara disastrose (ai Mondiali di Gwangju una gara da dimenticare), seguita dalla campionessa in carica Celine Van Duijn e da un’altra veterana, la tedesca Maria Kurjo. Tra le due azzurre si piazza invece la giovane svedese Ellen Ek, già vista in svariate occasioni ai campionati italiani open.

Falliscono la finale invece le due rivelazioni rumene Pavel e Muscalu e, soprattutto, la britannica Gemma McArthur, protagonista di una caduta dalla piattaforma durante il tuffo dalla verticale: nessuna conseguenza per lei a parte l’eliminazione ma è passata davvero vicina alla piattaforma da 5 metri e ha rischiato grosso!

La finale è alle ore 17, e sarà preceduta alle 15.30 dalla finale del sincro misto 3 metri con Elena Bertocchi e Maicol Verzotto.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


quattro × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.