FINA Diving World Series 2018: Beijing – tutte le start list, tanti big e tante assenze!

Il primo weekend delle FINA Diving World Series 2018, che prenderanno il via venerdì nella capitale cinese Beijing, è ormai prossimo: ma non tutti i tuffatori che avrebbero dovuto parteciparvi in virtù della loro qualificazione saranno presenti.

Il regolamento prevede che i primi 8 tuffatori delle quattro gare individuali (trampolino 3 metri e piattaforma maschili e femminili) e le prime 6 coppie sincro (femminili, maschili e miste) ai Campionati Mondiali di Budapest 2017 partecipino alle World Series di diritto: a questi è possibile aggiungere una wild card del paese ospitante, se non ha già tuffatori in quella gara, ed eventuali ripescati. I ripescaggi possono avvenire solo per le coppie classificatesi al 7° o 8° posto a Budapest, o per i tuffatori dal 9° al 12° posto in finale individuale; un’eccezione è fatta per i tuffatori già presenti alla tappa nelle gare sincro, che possono prendere parte anche alla gara individuale se prevede meno di 8 tuffatori.

Partiamo quindi dalle defezioni del trampolino maschile. Rommel Pacheco ha deciso di saltare la tappa cinese per rientrare invece a quella della prossima settimana in Giappone. È infortunato invece Patrick Hausding, già sofferente al Grand Prix di Rostock al ginocchio, e dovrà saltare anche la tappa di Fuji; così come è KO pure Jack Laugher che si sta rimettendo da una piccola operazione. Per raggiungere così un sufficiente numero di tuffatori è stato ammesso François Imbeau-Dulac: il canadese era già presente a Beijing perché partecipante nelle gare sincro.

Defezioni anche nella gara dalla piattaforma maschile, dove non parteciperanno l’americano Dinsmore (impegnato nelle gare nazionali) e l’ucraino Maxsim Dolgov; in questo caso è stato ripescato il coreano Woo Haram.

In campo femminile, niente World Series da 3 metri per Maddison Keeney, fresca di laurea in fisica e scienza computazionale, sostituita dalla malese Nur Dhabitah Sabri. Dalla piattaforma saranno assenti la cinese Si Yajie (in recupero dopo Rostock) e la giapponese Minami Itahashi, ed è stata ripescata la russa Yulia Timoshinina (presente nelle gare sincro). Clamorosa la presenza, invece, delle nordcoreane Kim Kuk-Hyang e Kim Mi-Rae, segno di una lentissima ma ormai inevitabile apertura da parte del chiusissimo paese asiatico.

Parecchi stravolgimenti anche per le gare sincro. Per i 3 metri femminili, assente la coppia della Gran Bretagna, mentre ci sarà la Malaysia nonostante la squalifica di Ng Yan Yee per doping (sarà schierata Leong Mun Yee). Tutte presenti invece le coppie sincro dalla piattaforma.

Assente la Gran Bretagna anche nella gara maschile per il già citato infortunio di Laugher, gli Stati Uniti e ovviamente la Germania (anche Feck è infortunato da tempo). Per questo motivo sono state ripescate le coppie di Messico e Corea del Sud; questi ultimi sostituiranno la coppia americana anche nella gara sincro 10 metri.

Infine, la gara di sincro misto dalla piattaforma vede la rinuncia di Giappone e Canada e il ripescaggio della Germania. Per il sincro misto dal trampolino, come già saprete se ci leggete, Elena Bertocchi e Maicol Verzotto parteciperanno in luogo della coppia australiana rinunciataria.

Ecco tutte le Start List: trovate il programma nell’apposito post insieme a tutti gli orari e le modalità per seguire la gara! Il calendario delle World Series 2018 è invece disponibile qui.

MASCHILE
Piattaforma: Chen Aisen (Cina), Yang Jian (Cina), Benjamin Auffret (Francia), Thomas Daley (Gran Bretagna), Woo Haram (Corea del Sud), Aleksandr Bondar (Russia), Viktor Minibaev (Russia).
Trampolino 3 metri: Francois Imbeau-Dulac (Canada), Xie Siyi (Cina), Jahir Ocampo (Messico), Evgeni Kuznetsov (Russia), Ilia Zakharov (Russia), Oleg Kolodiy (Ucraina).
Sincro piattaforma: Chen Aisen/Yang Hao (Cina), Daley/Goodfellow (Gran Bretagna), Barthel/Fandler (Germania), Kim/Woo (Corea del Sud), Bondar/Minibaev (Russia), Dolgov/Gorshkovozov (Ucraina).
Sincro trampolino 3 metri: Cao Yuan/Xie Siyi (Cina), Kim/Woo (Corea del Sud), Diego-Zuniga (Messico), Kuznetsov/Zakharov (Russia), Gorshkovozov/Kolodiy (Ucraina).

FEMMINILE
Piattaforma: Melissa Wu (Australia), Meaghan Benfeito (Canada), Ren Qian (Cina), Jun Hoong Cheong (Malaysia), Pandelela Pamg (Malaysia), Kim Kuk-Hyang (Corea del Nord), Kim Mi-Rae (Corea del Nord), Yulia Timoshinina (Russia).
Trampolino 3 metri: Jennifer Abel (Canada), Pamela Ware (Canada), Shi Tingmao (Cina), Wang Han (Cina), Grace Reid (Gran Bretagna), Nur Dhabitah Sabri (Malaysia), Inge Jansen (Olanda), Kristina Ilinykh (Russia).
Sincro piattaforma: Kovchenko/Wu (Australia), Benfeito/McKay (Canada), Zhang Jiaqi/Zhang Minjie (Cina), Cheong/Pamg (Malaysia), Kim Kuk-Hyang/Kim Mi-Rae (Corea del Nord), Gilliland-Young (Stati Uniti).
Sincro trampolino 3 metri: ?/Smith (Australia), Abel-Citrini Beaulieu (Canada), Chen Yiwen/Shi Tingmao (Cina), Leong/Sabri (Malaysia), Bazhina/Ilinykh (Russia).

MISTO
Sincro piattaforma: Lin Shan/Lian Junjie (Cina), Toulson/Lee (Gran Bretagna), Punzel/Fandler (Germania), Kim Mi-Hwa/Hyon Il-Myong (Corea del Nord), Timoshinina/Shleikher (Russia).
Sincro trampolino 3 metri: Bertocchi/Verzotto (Italia), Abel/Imbeau-Dulac (Canada), Wang Han/Li Zheng (Cina), Pineda Zuleta/Villa Castaneda (Colombia), Reid/Daley (Gran Bretagna), Punzel/Massenberg (Germania).