RedBull World Series 2017: Italia – Polignano riabbraccia i cliff diver!

redbull world series polignanoArrivano a metà del percorso le RedBull Cliff Diving World Series 2017, che tornano questo weekend a far tappa in Italia! Ci si aspettano oltre 70 mila spettatori a Polignano a Mare (BA), che riaccoglieranno con calore ed entusiasmo i 22 cliff diver che sfideranno la scogliera e le piattaforme a picco sul mare; queste ultime sono posizionate sulla terrazza di una villa privata, pertanto gli atleti dovranno attraversare un salotto prima di potersi tuffare!

È la quinta volta che Polignano, uno dei borghi-gioiello dell’Adriatico, ospita le World Series. Dopo due visite nel 2009 e nel 2010, è infatti in calendario per il terzo anno consecutivo; nel 2015 ha ospitato la tappa finale del circuito femminile, mentre nel 2016 ha visto il miglior risultato di sempre per Alessandro de Rose, che arrivò quarto.

Sarà proprio l’azzurro a fare gli onori di casa e a tentare l’impresa che non gli è ancora riuscita, salire sul podio di tappa delle World Series. Il suo tour di allenamenti e di promozione del cliff diving lo ha portato a Trieste, a Porto Venere, a Bagni di Lucca e a Furore, per esibizioni davvero spettacolari!

Dopo due tappe in stagione, Gary Hunt Rhiannan Iffland si ritrovano ad affrontare una delicata situazione in classifica; pur essendo al comando, infatti, le vittorie di tappa di Orlando Duque e Adriana Jimenez nelle Azzorre anno rimescolato le carte. Le classifiche sono più che mai cortissime, pertanto la tappa di Polignano potrebbe essere davvero decisiva almeno per uno dei due circuiti!

 

Per saperne di più sulla disciplina del cliff diving, puoi leggere la nostra guida ai tuffi dalle grandi altezze, aggiornata con le ultime novità dal regolamento di quest’anno!

Il cast dei permanent diver resterà lo stesso per tutto il 2017. Ci saranno il pluricampione britannico e detentore dei titoli FINA e RedBull Gary Hunt e il suo connazionale Blake Aldridge; i messicani Jonathan Paredes e Sergio Guzman; gli americani David Colturi, Steven LoBue Andy Jones; il colombiano Orlando Duque; il ceco Michal Navratil; e il polacco Kris Kolanus.

Di tappa in tappa, saranno scelti fino a quattro tra i dieci tuffatori presenti tra le wild card. Tra questi: Alain Kohl (Lussemburgo), Artem Silchenko (Russia), Igor Semashko (Russia), Jucelino Junior (Brasile), Kyle Mitrione (USA), Miguel Garcia (Colombia), Todor Spasov (Bulgaria), Viktar Maslouski (Bielorussia) e Owen Weymouth (Gran Bretagna).

Una sola novità anche per il cast femminile fisso, che conta sei tra le migliori tuffatrici dello scorso anno. Ci sarà l’australiana Rhiannan Iffland, vincitrice delle World Series 2016, e la connazionale Helena Merten; le americane Cesilie Carlton Ginger Huber; la messicana Adriana Jimenez; e, se avrà risolto i suoi problemi fisici, la canadese Lysanne Richard.

Gara dopo gara, alle permanent diver si aggiungeranno fino a tre wild card tra: Anna Bader (Germania), Jacqueline Valente (Brasile), Tara Hyer-Tira (USA), Yana Nestsiarava (Bielorussia) e le esordienti Jessica Macaulay (Regno Unito), Eleanor Townsend-Smart (USA) e Meili Carpenter (USA).

 

PROGRAMMA GARE (ora italiana)

Sabato 22 luglio
14:45 Round 1 femminile, a seguire Round 2 maschile
15:35 Round 2 femminile, a seguire Round 2 maschile

Domenica 23 luglio
15:30 Round 3 femminile
15:45 Inizio trasmissione in diretta RedBull TV
15:50 Round 3 maschile
16:30 Round 4 femminile, a seguire Round 4 maschile
17:30 Termine trasmissione in diretta RedBull TV

 

Il round 4 sarà trasmesso anche da RaiSport e al commento tecnico ci sarà Tommaso Marconi!

La trasmissione delle gare è garantita per gli ultimi due round maschili e per il round di finale femminile. L’evento sarà trasmesso con il commento di David Boudia tramite le app di Red Bull TV, disponibili per qualsiasi tipo di dispositivo mobile e per le principali console, e sul sito ufficiale delle World Series. La replica verrà resa disponibile qualche minuto dopo l’evento.

Foto: Romina Amato/Red Bull Content Pool