Campionati Mondiali: Budapest – Tocci e Cristofori, niente semifinale.


Grande amarezza per la squadra azzurra impegnata nei Mondiali di tuffi a Budapest; oggi c’era molta attesa per l’eliminatoria maschile dal trampolino di 3 metri con Giovanni Tocci e Adriano Ruslan Cristofori, sopratutto per Tocci, bronzo mondiale da 1 metro, che é arrivato nella capitale magiara in splendida forma.

Il suo valore lo ha dimostrato subito, dopo i primi due tuffi era ai verici della classifica insieme agli altri grandi “attori” mondiali come Xie Siyi (Cina), Illia Zakharov (Russia) o Rommel Pacheco (Messico); al terzo round un’incertezza nel doppio e mezzo indietro, ma nulla di irreparabile, ma il triplo e mezzo rovesciato é stato il tuffo “fatale” per l’azzurro.

Un presalto leggermente sbilanciato in avanti, comunque un ottimo caricamento da parte dell’azzurro, ma le gambe non hanno retto, hanno ceduto e non é arrivata la spinta: triplo rovesciato al posto del triplo e mezzo e zero punti per Giovanni, che é cosí precipitato in classifica.

Qualifica sfumata e tanta amarezza da parte di tutti per quello che non si puó definire un errore, ma un incidente vero e proprio; Tocci peró non si é dato per vinto e ha dato prova di grande carattere nel salto successivo, il quadruplo e mezzo avanti.

Il cosentino ha affrontato il tuffo come se nulla fosse successo e con il suo salto piú difficile, 3.8 di difficoltá ha raggiunto il suo parziale piú alto, ben 95 punti!! Ha poi chiuso in bellezza con il triplo e mezzo ritornato, ma i suoi sforzi non sono stati premiati: sui 56 partecipanti si é piazzato 24º con 388.05, a 19 punti di distanza dal 18º, lo svizzero Dutoit, ultimo qualificato.

Per Adriano Ruslan Cristofori oggi é stata la prima esperienza ad un Mondiale: purtroppo il giovane azzurro non ha iniziato con il piede giusto, subito l’errore nel doppio e mezzo indietro, e non é mai riuscito ad ingranare la marcia giusta. Bene il triplo e mezzo avanti, ma poi ancora errori nel doppio con doppio e sopratutto nel triplo e mezzo rovesciato. Anche per lui le gare si interrompono qui, con il 50º posto e 284.85 punti.

L’eliminatoria é durata 4 ore, la tensione e la stanchezza si sono fatte sentire per tutti ed hanno anche mietuto “vittime” tra tuffatori di primissimo livello o li hanno comunque messi in difficoltá. Errori anche gravi per il cinese Cao Yuan, il tedesco Patrick Hausding, per il russo Evgenii Kuznetsov e addirittura l’eliminazione per lo statunitense Mike Hixon, per il canadese Francois Imbeau-Dulac ed il tedesco Stephann Feck.

I “superstiti” di questa maratona tuffistica avranno anche poco tempo di recupero: finita l’eliminatoria alle 14:00, alle 15:30 li aspetterá la semifinale e sará una battaglia ancora piú dura.