NewSplash: let's talk about Tom!

NewSplash.jpg

 

happy Tom

 

Fonte:  http://www.huffingtonpost.co.uk/ , BBC

E torniamo a parlare di Tom Daley, forse il tuffatore più famoso di sempre, magari non solo per i suoi, peraltro illustri, meriti sportivi, ma anche e sopratutto per la sua vita privata.

Tornato dalle prime due tappe della World Series, dove ha ottenuto un quarto ed un terzo posto, Tom si è lasciato andare a qualche dichiarazione… “sentimentale”; vi ricordate il video in cui il signorino Daley dichiarava il suo interesse per il sesso maschile? Diceva più o meno:” Penso ancora alle ragazze, ora esco con un ragazzo e non potrei essere più felice”, e si dichiarava poi bi-sessuale.

In una recente intervista a “Celebrity Juice”  invece Tom si è definito un “gay-man” fugando così ogni dubbio e forse spezzando il cuore a più di una giovane fan; ma la frase più importante, ed anche la più bella, è stata:” I am happy now – sono felice” che è tutto quello che conta.

Felice anche perchè dopo le due edizioni di “Splash”  (la versione UK del nostrano “Jump”) ed il suo coming out la sua popolarutà è schizzata alle stelle, ha un nuovo contratto con l’Adidas e la ITV gli ha dedicato un show tutto per lui, dal titolo: “Tom Daley Goes Global”.

In questa sorta di reality Tom ha girato per paesi esotici come la Thailandia, l’Australia, il Marocco, comportandosi come un normale teenager, senza quindi essere riconosciuto e “disturbato” dai fan. “E’ stato bello andare in posti dove non sono conosciuto e poter fare tutto quello che volevo”. Nei suoi viaggi inoltre Tom ha dovuto affrontare delle prove: ad ogni “test” superato ha guadagnato dei soldi, devoluti poi alla fondazione per la ricerca sul tumore al cervello, un’organizzazione a lui molto vicina: suo padre morì per un tumore al cervello quando Tom aveva 17 anni.

La ITV è rimasta così favorevolmente impressionata dal giovane Daley che gli ha anche proposto una partecipazione al celebrity talent show “‘I’m A Celebrity… Get Me Out Of Here“.

Ma il direttore tecnico Evangulov, che negli anni passati lo aveva aspramente criticato per i suoi troppi intrallazzi con i media, se ne starà buono buono a guardare? Pare proprio di si perchè la nuova coach di Tom, Jane Figueiredo, garantisce per lui.

In un’intervista all BBC la Figueiredo ha detto di aver lasciato tutto ciò che ama negli Stati Uniti per allenare Daley e vincere una medaglia d’oro a Rio e non lo avrebbe mai fatto se Tom non fosse “the real deal” e se la sua etica professionale non fosse più che ineccepibile.