Fina Diving World Series: Edinburgo – i risultati del primo giorno,

Tuffi Fina World Series Edinburgh 0

Giornata dedicata alle gare sincro la prima ad Edinburgo alla Royal Commonwealth Pool; la Cina ha subito dettato legge, vincendo 3 medaglie d’oro delle 4 gare. I vincitori della gara sincro dalla piattaforma, che è anche stata la loro prima medaglia d’oro insieme, sono stati i  russi Artem Chesakov e Victor Minibaev, seguiti dai cubani Josè Guerra e Jeinkler Aguirre e poi dai messicani  Ivan Garcia e German Sanchez. Nessuna traccia della coppia cinese, che non ha preso parte alla gara.

Tuffi Fina World Series Edinburgh 1

Nella gara femminile dalla piattaforma la nuova coppia cinese formata da Huixia Liu e Yajie Si ha vinto con l’ottimo punteggio di 338,64 punti, dietro di loro le malesi Pandelela Rinong Pamg e Mun Yee Leong che dal 2009 ad oggi stanno costantemente migliorando i loro risultati tanto da diventare delle possibili candidate all’oro. Terzo posto per le russe Yulia Koltunova e Natalia Goncharova.

Nessun dubbio sulla vittoria di Wu Minxia e Shi Tingmao dal trampolino di tre metri, che fin dal primo tuffo non hanno mai perso prima posizione. Ottima prestazione anche per la coppia britannica Alicia Blagg e Rebecca Gallantree che così ha bissato l’argento della tappa di Pechino e confermato il loro potenziale. In terza posizione le malesi Jun Hoong Cheong e Yan Yee Ng, simbolo di come questa nazione stia portando avanti un proggetto di tutto rispetto, che velocemente la sta portando ai vertici mondiali.

Tuffi Fina World Series Edinburgh 2

Nella gara maschile abbiamo assistito al ritorno della coppa He Chong e Qin Kai che, nonostante l’ottimo punteggio di 433 punti non si è ritenuta soddisfatta tanto che He Chong ha dichiarato:”Siamo stati bravi, abbiamo sbagliato ancora molto, dobbiamo allenarci di più”.

E la stessa sensazione devono avere avuto anche gli ucraini Illya Kvasha e Oleksiy Prygorov, medaglia d’argento con 420 punti che hanno rilasciato questa dichiarazione:”Oggi i cinesi non erano al top, ma anche noi abbiamo saltato così così e non siamo riusciti ad approfittare della situazione, peccato.”

Per il terzo posto c’è stata una lotta accanita tra gli inglesi Christopher Mears e Nicholas Robinson-Baker e gli americani Troy e Dwight Dumais, ma alla fine l’ha spuntata la coppia di casa, per soli 0,45 punti.