Menu Chiudi

Mondiali Giovanili FINA: Kyiv – Malofeev re dalla piattaforma, parità in testa al medagliere

Posted in Campionati Mondiali, Competitions, Diving, Gare, Giovanile, Nazionale Giovanile, Results, Risultati, Tuffi

La gara finale decisa… dal triplo e mezzo rovesciato!! L’ ultima finale dei Campionati Mondiali giovanili di Kyiv 2021, quella maschile dalla piattaforma per la categoria A, è stata come da previsioni una delle più appassionanti; tanti tuffi di alta qualità e una sottile tensione in vista del traguardo delle medaglie. Il risultato finale, cui hanno contribuito le diverse esecuzioni del triplo e mezzo rovesciato, porta a un’inaspettata parità in vetta al medagliere!

Buonissima, ma non eccellente, la gara del vincitore, Maksim Malofeev, con una prima parte di gara davvero strepitosa – soprattutto sulle rotazioni indietro – sebbene abbia poi sporcato la sua serie di gara con un (difficile) triplo indietro raggruppato dalla verticale un po’ impreciso in entrata. Il russo poteva contare però anche su degli ottimi obbligatori, che lo hanno aiutato a saltare più tranquillo sapendo che quasi tutti gli altri dovevano rimontare anche quello svantaggio: l’oro, in una specialità dove la sua nazione è spesso la favorita, è a quota 529 punti.

L’argento va al colombiano Leonardo Garcia Varela, autore di un triplo e mezzo rovesciato stellare da tutti 9 (leggermente migliore di quello eseguito in precedenza da Malofeev), con 503.65 punti, il bronzo all’onnipresente (quattro medaglie per lui) brasiliano Kawan Figueredo Pereira, con 476.20 punti. Beffato il tedesco Waldsteiner, in zona medaglie fino all’ultimo, tradito proprio dal triplo e mezzo rovesciato.

1 Maksim MALOFEEV Russia 529.00
2 Leonardo GARCIA VARELA Colombia 503.65
3 Kawan FIGUEREDO PEREIRA Brazil 476.20
4 Tom Laszlo WALDSTEINER Germany 452.15
5 Richard ROOP-ILISTE Sweden 442.65
6 Ivan KARPOV Russia 437.50
7 Athanasios TSIRIKOS Greece 432.35
8 Anton KNOLL Austria 422.80
9 Mohamed FAROUK Egypt 422.30
10 Yeongho KIM Republic of Korea 416.90
11 Ludwig SCHÄL Germany 410.45
12 Rafael SILVA MAX DE ALMEIDA Brazil 341.55

 

L’Italia chiude al quarto posto del medagliere con due medaglie d’oro (Matteo Santoro da 3m e team event Santoro, Giovannini e Pellacani), una d’argento (Elisa Pizzini da 1m) e cinque di bronzo (Chiara Pellacani, Matteo Cafiero e ancora Pizzini, tutti dal trampolino 3m, il sincro 3m formato da Pizzini e Rebecca Curti e il sincro piattaforma di Elettra Neroni e Maia Biginelli); in testa al medagliere ci sono la Germania e l’Ucraina con cinque medaglie d’oro, tre d’argento e una di bronzo ciascuna, seguite dalla Russia con quattro medaglie d’oro, sei d’argento e una di bronzo.

Il Brasile con un oro e tre medaglie di bronzo (tutte con lo zampino di Kawan Pereira) sopravanza la Francia, con l’exploit d’oro di Jules Bouyer. Al settimo posto la Colombia con tre medaglie d’argento e una di bronzo, e all’ottavo la Svezia con due medaglie di bronzo. Chiudono Croatia, Spagna e Corea del Sud con un bronzo ciascuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

uno + quattordici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy link
Powered by Social Snap