Menu Chiudi

RedBull World Series 2021: Bosnia – Iffland suona la decima, Hunt 40 in carriera, De Rose quinto

Posted in Cliff Diving, Competitions, Diving, Gare, Grandi Altezze, High Diving, Results, Risultati, Tuffi, World Series

La seconda tappa 2021 delle Red Bull World Series dalle grandi altezze, disputatasi questo pomeriggio a Mostar in Bosnia ed Erzegovina ha visto l’ennesima conferma dei due campioni in carica del circuito: l’australiana Rhiannan Iffland ha dominato nuovamente la gara, addirittura migliorandosi in tutti i tuffi rispetto alla già ottima prova di Cap Dramont in Francia, staccando le avversarie con distacchi nettissimi e conquistando la decima vittoria consecutiva nelle World Series; in campo maschile è tornato alla vittoria Gary Hunt, alla sua prima vittoria “da francese”, che ha battuto la coppia rumena Popovici – Preda che lo aveva impensierito nelle prime uscite stagionali. Ancora un quinto posto per Alessandro De Rose che consolida la sua posizione per riconfermarsi tra i “big”.

Come detto la vittoria della Iffland nella gara femminile è stata incontestabile fin dal tuffo intermedio di ieri, con cui ha ottenuto quasi 97 punti – un punteggio che molte atlete non riescono a raggiungere neppure con i tuffi a coefficiente libero! Dietro la Iffland si piazza infatti una “vecchia volpe” e una delle tuffatrici più amate dal pubblico, Adriana Jimenez, che da wildcard agguanta il secondo posto andando oltre quota 330 punti, mentre la lotta tra Jessica MacaulayYana Nestsiarava è appannaggio della canadese, che supera la bielorussa per meno di due punti. Ancora assente la supermamma Lysanne Richard, che soffre di difficoltà fisiche e logistiche, mentre l’altra canadese, l’esordiente Molly Carlson che aveva stupito in Francia, commette un errore all’ultimo tuffo e scivola dal podio al sesto posto, dietro l’americana Ellie Smart.

1. Rhiannan Iffland AUS 67,60 96,90 116,10 104,50 385,10
2. Adriana Jimenez (wildcard) MEX 59,80 86,70 86,00 99,45 331,95
3. Jessica Macaulay CAN 59,80 71,40 106,00 87,75 324,95
4. Yana Nestsiarava BLR 61,10 86,70 95,55 79,80 323,15
5. Eleanor Smart USA 53,30 74,80 84,00 85,50 297,60
6. Molly Carlson (wildcard) CAN 72,80 76,50 83,60 59,45 292,35
7. Iris Schmidbauer GER 58,50 49,30 92,45 87,75 288,00
8. Xantheia Pennisi (wildcard) AUS 63,70 79,90 48,00 91,20 282,80
9. Celia Fernandez (wildcard) ESP 58,50 55,80 52,70 88,20 255,20
10. Maria Paula Quintero COL 55,90 66,30 64,60 49,20 236,00
11. Antonina Vyshyvanova (wildcard) UKR 54,60 66,00 71,40 // 192,00
12. Jaki Valente BRA 62,40 37,40 16,80 53,75 170,35

 

In campo maschile si è rinnovata la sfida a tre tra il francese Gary Hunt e i rumeni Constantin Popovici e Catalin Preda; quest’ultimo aveva iniziato molto bene con gli obbligatori chiudendo largamente in vetta i primi due round, ma entrambi i rumeni non hanno brillato sul primo libero; l’ultimo tuffo, seppur eccellente per entrambi (132.60 per Preda, addirittura 136.30 per Popovici, i due migliori tuffi di oggi), non è bastato per completare la rimonta. Per Popovici è arrivato un altro secondo posto, mentre Preda è finito quarto alle spalle di un’altra wildcard, il russo Nikita Fedotov. Per Hunt invece due liberi perfetti, entrambi a quota 132 punti, che gli hanno permesso di ottenere la quarantesima vittoria nella storia delle World Series – cementando il suo status di “greatest of all time”.

Alle spalle dei primi quattro si è piazzato Alessandro De Rose, praticamente perfetto sul tuffo Intermediate e sul primo libero, ma che ha perso diversi punti sull’obbligatorio di apertura (ultimo dopo la prima serie di tuffi) e sul tuffo finale, chiuso poco sotto i 110 punti; un peccato perché il podio era tutt’altro che lontano e una medaglia a Mostar era certamente nelle sue possibilità, ma il quinto posto consolida la sua posizione in classifica generale (è quarto dopo due prove) e la riconferma per il 2022, visto che mancano solo due tappe, è decisamente alla portata, specie viste le prestazioni deludenti degli altri “titolari” e in particolare degli americani.

1. Gary Hunt FRA 67,60 97,20 132,60 132,30 429,70
2. Constantin Popovici ROU 63,70 97,20 104,00 136,30 401,20
3. Nikita Fedotov (wildcard) RUS 65,00 86,40 129,60 116,10 397,10
4. Catalin Preda (wildcard) ROU 74,10 95,40 91,00 132,60 393,10
5. Alessandro De Rose ITA 53,30 97,20 126,90 108,10 385,50
6. Oleksiy Prygorov (wildcard) UKR 62,40 93,60 126,90 96,90 379,80
7. Andy Jones USA 70,20 90,00 101,20 116,10 377,50
8. David Colturi USA 66,30 72,00 110,40 117,30 366,00
9. Blake Aldridge (wildcard) GBR 58,50 86,40 105,75 110,40 361,05
10. Michal Navratil CZE 66,30 91,80 91,65 107,50 357,25
11. Slavik Kolesnikov (wildcard) UKR 66,30 90,10 86,10 114,40 356,90
12. Carlos Gimeno (wildcard) ESP 62,40 91,80 109,20 72,00 335,40
13. Steven LoBue USA 63,70 88,40 83,60 85,10 320,80

 

Ecco le classifiche parziali dopo due tappe: tra due settimane si gareggerà in Irlanda, prima del gran finale di Polignano a Mare di fine settembre!

CLASSIFICA FEMMINILE FRANCIA BOSNIA TOTALE
1. Rhiannan Iffland AUS 200 200 400
2. Jessica Macaulay CAN 130 130 260
3. Molly Carlson (wildcard) CAN 160 76 236
4. Eleanor Smart USA 76 92 168
5. Adriana Jimenez (wildcard) MEX 160 160
5. Yana Nestsiarava BLR 50 110 160
7. Xantheia Pennisi (wildcard) AUS 92 50 142
8. Maria Paula Quintero COL 110 29 139
9. Iris Schmidbauer GER 39 62 101
10. Anna Bader (wildcard) GER 62 62
11. Celia Fernandez (wildcard) ESP 39 39
12. Ginni Van Katwijk (wildcard) NED 29 29
13. Jaki Valente BRA 12 12 24
14. Genevieve Bradley (wildcard) USA 20 20
14. Antonina Vyshyvanova (wildcard) UKR 20 20

 

CLASSIFICA MASCHILE
FRANCIA BOSNIA TOTALE
1. Gary Hunt FRA 160 200 360
2. Catalin Preda ROU 200 110 310
3. Constantin Popovici ROU 130 160 290
4. Alessandro De Rose ITA 92 92 184
5. Andy Jones USA 76 62 138
6. Nikita Fedotov RUS 130 130
7. Carlos Gimeno ESP 110 12 122
8. Oleksiy Prygorov UKR 39 76 115
9. David Colturi USA 62 50 112
10. Michal Navratil CZE 50 29 79
11. Blake Aldridge GBR 39 39
12. Nathan Jimerson USA 29 29
13. Matthew Cooper USA 20 20
13. Slavik Kolesnikov UKR 20 20
15. Alberto Devora ESP 12 12
16. Steven LoBue USA 10 10

Foto: Red Bull

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap