Menu Chiudi

Campionati Europei Giovanili: Rijeka – bronzo Casalini dalla piattaforma, l’Italia chiude a 11 podi!

Posted in Campionati Europei, Competitions, Diving, Gare, Giovanile, Nazionale Giovanile, Results, Risultati, Tuffi

Nell’ultima giornata di gare ai Campionati Europei juniores di Rijeka arriva ancora una medaglia per l’Italtuffi giovanile, l’undicesimaFrancesco Casalini conferma le buone sensazioni viste in eliminatoria e conquista il bronzo alle spalle dei due atleti russi, a pochissimi punti dall’argento!

Il medagliere azzurro è uno dei più ricchi di sempre a livello giovanile, con ben 11 medaglie così suddivise:

  • 4 medaglie d’oro: Elisa Pizzini dal trampolino 1 metro e dal trampolino 3 metri, Matteo Santoro dal trampolino 3 metri, Matteo Cafiero dal trampolino 1 metro;
  • 4 medaglie d’argento: Maia Biginelli dalla piattaforma, e le tre coppie sincro Matteo Santoro e Matteo Cafiero (trampolino), Elisa Pizzini e Rebecca Curti (trampolino) e Maia Biginelli ed Elettra Neroni (piattaforma);
  • 3 medaglie di bronzo: Matteo Santoro dal trampolino 1 metro, Francesco Casalini dalla piattaforma, e il sincro Francesco Casalini e Riccardo Giovannini (piattaforma).

Per Casalini una gara di altissimo livello, impreziosita da un riconoscimento particolare. Dopo una parte centrale di gara non proprio perfetta ma comunque in linea col mattino, ha eseguito un ottimo triplo e mezzo ritornato (72 punti) ma soprattutto un doppio e mezzo rovesciato da applausi: tutti 9 i voti validi, e un 10 da uno dei giudici! Il punteggio finale è di 480.95 punti, che gli hanno garantito il terzo posto a poco meno di tre punti dall’argento.

Settimo posto invece per l’altro azzurro in gara, Riccardo Giovannini: anche questa volta il suo tuffo migliore è stato il triplo e mezzo indietro, con cui questa volta ha ottenuto 77.55 punti, anche se difficilmente avrebbe potuto avvicinare il podio dato un triplo e mezzo ritornato un po’ impreciso e, soprattutto, gli obbligatori mantenuti dal mattino, non impeccabili. Per lui 448.85 punti, punteggio simile a quello dell’eliminatoria.

Come previsto, i due piattaformisti russi avevano ancora parecchio da dare e da dire, e hanno dato veramente spettacolo con entrate perfette e voti altissimi. L’oro è andato a Maksim Malofeev con ben 525.00 punti, seguito dal connazionale Ivan Karpov con 484.10 punti. Un po’ deludenti gli altri due favoriti di giornata, il tedesco Waldsteiner (sesto) e il britannico Cutmore (nono), mentre ha dato un’ottima impressione l’austriaco Anton Knoll, già visto anche ai Campionati Europei assoluti di Budapest.

1 Maksim Malofeev Russia 525.00
2 Ivan Karpov Russia 484.10
3 Francesco Casalini Italy 480.95
4 Anton Knoll Austria 472.25
5 Ludwig Schal Germany 460.15
6 Tom Waldsteiner Germany 455.30
7 Riccardo Giovannini Italy 448.85
8 Athanasios Tsirikos Greece 438.25
9 Ben Cutmore Great Britain 432.85
10 Filip Jachim Poland 394.00
11 Richard Roop-Iliste Sweden 353.75
12 Carlos Casado Suela Spain 341.70

Ecco i dettagli gara:

Round Dive # M DD J1 J2 J3 J4 J5 J6 J7 Points Score
obblig. 174.75
1 5253 B 10 3.2 7 7 7 65.60 240.35
2 207 C 10 3.3 6 5 5 5 5 49.50 289.85
3 107 B 10 3.0 5 5 5 5 43.50 333.35
4 407 C 10 3.2 8 7 9 72.00 405.35
5 305 C 10 2.8 10 9 9 9 9 9 75.60 480.95
15.5 Rank 3
Round Dive # M DD J1 J2 J3 J4 J5 J6 J7 Points Score
obblig. 144.20
1 305 C 10 2.8 7 7 63.00 207.20
2 107 B 10 3.0 6 7 58.50 265.70
3 407 C 10 3.2 4 5 5 41.60 307.30
4 207 C 10 3.3 7 8 8 8 8 77.55 384.85
5 5253 B 10 3.2 7 7 7 64.00 448.85
15.5 Rank 7

 

Nella gara femminile dal trampolino 3 metri, disputata in apertura della sessione pomeridiana, l’unica tuffatrice italiana superstite dalle eliminatorie, Maia Biginelli, si classifica al settimo posto. Buona prova per l’azzurra, alla penultima gara juniores in carriera (la rivedremo in tardo autunno per i Mondiali giovanili) migliora sensibilmente rispetto al mattino, in particolare sul doppio e mezzo rovesciato – 58.80, esattamente il doppio del mattino – guadagnando qualche punto sugli altri tuffi. Per lei 376.50 punti, a una quarantina di punti dal podio.

Come ipotizzato nel post di questa mattina, la svedese Emilia Nilsson Garip si aggiudica anche il titolo di campionessa europea da 3 metri, sebbene in un’inaspettata rimonta ai danni delle due russe e della spagnola Valeria Antolino Pacheco: per lei 429.55 punti, contro i 415.90 della russa Alexandra Bibikina e i 415.35 della Antolino.

La Svezia si candida così a essere, almeno in campo femminile, una forza temibile nel prossimo futuro: oltre alla 2003 Nilsson Garip (che è arrivata quinta a Budapest da 1 metro agli Europei assoluti) non dimentichiamo l’altrettanto giovane Emma Gullstrand, 21 anni a settembre, bronzo europeo assoluto da 3 metri alle spalle di Tina Punzel e Chiara Pellacani e qualificata ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

1 Emilia Garip Nilsson Sweden 429.55
2 Alexandra Bibikina Russia 415.90
3 Valeria Antolino Pacheco Spain 415.35
4 Elivazeta Kuzina Russia 408.40
5 Amy Rollinson Great Britain 399.75
6 Julia Deng Germany 393.65
7 Maia Biginelli Italy 376.50
8 Anna Arnautova Ukraine 352.95
9 Jette Muller Germany 351.70
10 Lauren Hallaselka Finland 349.05
11 Aleksandra Błażowska Poland 340.20
12 Lucia Gabino Lopez Spain 337.15

Il dettaglio gara dell’azzurra:

Round Dive # DD J1 J2 J3 J4 J5 J6 J7 Points Score
obblig. 176.40
1 405 C 2.7 6 6 6 7 7 51.30 227.70
2 5152 B 3.0 5 5 5 48.00 275.70
3 205 B 3.0 4 5 5 42.00 317.70
4 305 C 2.8 7 7 7 7 58.80 376.50
11.5 Rank 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci − uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.