Assoluti Estivi Open 2020: le finali della seconda giornata, oro per Bertocchi e Jodoin Di Maria, bis Tocci

Secondo e ultimo giorno di finali individuali per i Campionati Italiani Assoluti Estivi di tuffi a Bolzano, dove domani inizieranno infatti le prove dei tuffi sincronizzati.

La prima delle finali in programma è stata quella femminile dal trampolino di 1 metro: subito gara in rimonta per Chiara Pellacani (MR Sport) che ha commesso un’imprecisione nel primo tuffo, l’uno e mezzo indietro carpiato. Questo ha lasciato campo libero a Elena Bertocchi (Esercito) per la medaglia d’oro, conquistata proprio grazie ai punti persi dalla Pellacani, mentre quest’ultima ha dovuto superare prima Elettra Neroni (Dibiasi), classificatasi quarta, e infine Sara Borghi (Bolzano Nuoto), che invece ha conquistato il bronzo.

(Foto di Jasmine Prandini)

 

A seguire le finali a quattro del trampolino 3 metri maschile e della piattaforma femminile, disputate in contemporanea per permettere alle atlete di rifiatare tra i tuffi da 10 metri. Dal trampolino una bella lotta tra i quattro finalisti che hanno sfoderato davvero ottimi tuffi: a fare la differenza, per Giovanni Tocci (Esercito) che ha vinto il suo secondo oro, sono stati il triplo e mezzo avanti e il triplo e mezzo ritornato, andati oltre gli 80 punti, ma soprattutto l’errore a testa che hanno commesso i suoi avversari. Errore quasi indolore sul quadruplo e mezzo avanti per Andreas Larsen (Canottieri Aniene), che si è aggiudicato l’argento; sorprendente l’arrivo in volata per Lorenzo Marsaglia (Marina Militare) e Tommaso Rinaldi (Marina Militare), che si sono piazzati entrambi al terzo posto per un inedito bronzo ex-aequo.

Anche dalla piattaforma una gara tutt’altro che noiosa con continui cambi in testa: alla fine la più regolare è stata Sarah Jodoin Di Maria (Marina Militare), come in semifinale partita un po’ in sordina ma poi irresistibile nella seconda parte di gara. Al secondo posto Maia Biginelli (Fiamme Oro), che ha sciupato l’occasione dell’oro a causa di un errore sul doppio e mezzo rovesciato, mentre per Noemi Batki (Esercito) arriva il bronzo nonostante un programma molto semplificato che annovera addirittura un tuffoo bbligatorio, l’ordinario indietro carpiato, scelta dettata dalla preparazione incompleta a causa di tutti i problemi derivati dal lockdown.

Domani sarà l’ultima giornata di gare prima della pausa estiva e ci aspetteranno tutte le prove dei tuffi sincronizzati, tradizionali e misti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


1 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.