Assoluti Estivi Open 2020: le finali della prima giornata, oro per Pellacani, Larsen e Tocci

Si conclude questa prima giornata di gare alla “Karl Dibiasi” di Bolzano per i Campionati Italiani Assoluti estivi, prima gara post-COVID per gli atleti della nazionale; dopo i diversi turni eliminatori che hanno scandito questo mercoledì di tuffi – eliminatoria, quarti di finale e semifinale – è finalmente arrivato il momento di assegnare le prime medaglie di questi campionati, partendo dalla finale maschile dal trampolino 1 metro.

Otto gli atleti in gara, con un testa a testa tra i primi tre che si sono alternati al vertice della classifica, e che alla fine hanno chiuso nello spazio di cinque punti: Giovanni Tocci (Esercito) si è infine aggiudicato la medaglia d’oro con l’ultimo tuffo, sorpassando Tommaso Rinaldi (Marina Militare) e Lorenzo Marsaglia (Marina Militare).

Interessanti le gare dei più giovani tra i finalisti: subito ai piedi del podio Eduard Timbretti Gugiu (Blu 2006), che l’anno prossimo entrerà tra i senior, mentre il 2006 Matteo Santoro (MR Sport) è quinto e sopra i 300 punti.

 

A seguire le finali a quattro del trampolino 3 metri femminile e della piattaforma maschile, disputate in contemporanea per permettere ai piattaformisti di rifiatare tra una rotazione e l’altra. Da 3 metri Chiara Pellacani (MR Sport) ha fatto rapidamente il vuoto dietro di sé, chiudendo oltre i 300 punti e aggiudicandosi la medaglia d’oro. Elena Bertocchi (Esercito), che ha sbagliato il doppio e mezzo rovesciato, ha comunque ottenuto con altrettanta facilità l’argento. Laura Bilotta (Fiamme Oro), invece, si è complicata la vita commettendo tuffo nullo già al primo tuffo, riuscendo solo sul finale a superare Delfina Calissoni (Canottieri Aniene) e ad agguantare il bronzo.

 

Anche la finale maschile, complice qualche errore da parte di alcuni dei finalisti, è stata abbastanza netta: vittoria con ampio margine per Andreas Larsen (Canottieri Aniene), mentre la medaglia d’argento è andata a Maicol Verzotto (Fiamme Oro), un po’ in difficoltà nella prima metà di gara ma in forte rimonta con gli ultimi tre tuffi. La lotta per il terzo posto tra Riccardo Giovannini (Fiamme Oro) e Julian Verzotto (Carabinieri) è stata a favore dell’atleta romano, con il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo a essere decisivo, per il bene e per il male, per entrambi.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


14 − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.