NewSplash: stabilite le nuove date per i Giochi di Tokyo 2020!

Sembra che sia stato trovato un accordo per le nuove date dei Giochi Olimpici di Tokyo, rinviate a causa dell’emergenza sanitaria della pandemia da COVID-19 e che manterranno il nome “Tokyo 2020” per ragioni organizzative ma soprattutto economiche: con il materiale pubblicitario e il merchandising già pronto da tempo, un cambio di nome avrebbe portato un ulteriore e grave danno agli organizzatori senza portare alcun vantaggio.

Nella giornata di oggi, diversi esponenti del governo metropolitano di Tokyo hanno comunicato alla Japan Broadcasting Corporation (anche nota come NHK, che costituisce il servizio radiotelevisivo nazionale e l’equivalente della RAI in Giappone) che è stato raggiunto un punto di incontro tra la giunta della capitale, gli organizzatori e il Comitato Olimpico Internazionale.


Il comitato organizzatore ha poi confermato con un comunicato ufficiale che le date saranno praticamente le stesse programmate originariamente per il 2020, anticipate di un giorno per mantenere l’apertura al venerdì e la chiusura di domenica: dal 24 luglio al 9 agosto 2020, si passerà dunque al periodo dal 23 luglio all’8 agosto 2021. Anche le Paralimpiadi saranno soggette allo stesso tipo di riprogrammazione, disputandosi dal 24 agosto al 5 settembre 2021.

La scelta è anche quella preferita dalla maggioranza degli atleti, dato che l’altra opzione proposta in questi giorni dal presidente del CIO Thomas Bach – i Giochi disputati in primavera, tra aprile e maggio – era stata accolta con favore solo da una parte dell’atletica, e non era ben vista dal comitato organizzatore. Questa scelta permetterà invece di riprogrammare la totalità delle qualificazioni olimpiche semplicemente differita di un anno, o comunque cercando date favorevoli con tutto il margine necessario: le Olimpiadi resterebbero inoltre ben lontane dai campionati sportivi di prestigio, come la NBA, gli Europei di calcio e i grandi tornei di tennis come Wimbledon, permettendo la partecipazione delle grandi star ai Giochi.

Resta da risolvere un altro problema prima dell’ufficialità da parte del CIO, ovvero la riprogrammazione di due grandi eventi internazionali: ovvero i Campionati Mondiali IAAF di atletica (dal 6 al 15 agosto a Eugene, negli Stati Uniti) e i Campionati Mondiali FINA di nuoto, tuffi, nuoto artistico, pallanuoto e tuffi dalle grandi altezze (dal 16 luglio al 1° agosto 2021 a Fukuoka, in Giappone). Per quanto riguarda il nostro sport, sembra esclusa la possibilità di anticiparli, mentre sono aperte tre possibilità di rinvio: a ottobre 2021 (le competizioni sono indoor), a marzo-aprile 2022 e nell’estate del 2022 (dove però sono già fissati i Campionati Europei a Roma e i Giochi del Commonwealth di Birmingham).

Le decisioni definitive saranno prese, con ogni probabilità, entro la fine di aprile.