RedBull World Series 2019: Filippine – undicesima edizione, si parte! Info e programma gare

Le Red Bull Cliff Diving World Series daranno ufficialmente il via alle danze alla stagione numero 11 a El Nido, nella regione di Palawan (Filippine), un’oasi naturalistica di rocce incontaminate, tartarughe, mammiferi marini, coralli e pesci che non esistono in nessun altra parte del mondo. Le scogliere di Small Lagoon e Big Lagoon sull’isola di Miniloc, a 40 minuti dalla città di El Nido, e le acque purissime color verde smeraldo, saranno una location nuova di zecca per il campionato, che costringerà i ventiquattro partecipanti (quattordici uomini e dieci donne) a sfidare sin da subito la nuda roccia.

Anche quest’anno, la guida più completa per seguire e capire i tuffi dalle grandi altezze è solo su TuffiBlog!

Leggila per restare sempre aggiornato sui partecipanti, sul regolamento e su tutti i dettagli tecnici!

I primi due round obbligatori (venerdì) si terranno nella Small Lagoon, che è accessibile unicamente attraverso una fessura situata tra due gigantesche rocce calcaree, che fungono da barriere naturali che tengono a bada le onde e proteggono le acque da ciò che accade in mare aperto. Per i due round a coefficiente libero i tuffatori faranno tappa alla Big Lagoon, una baia molto profonda scavata nell’isola e riparo per i coralli e le locali tartarughe.

Ci sarà anche Alessandro De Rose, al ritorno tra le wildcard dopo una stagione e pronto per provare a riprendersi un posto tra i migliori e a difendere, il prossimo luglio, lo straordinario bronzo mondiale di Budapest 2017 ai Campionati Mondiali di Gwangju.

 

Saranno come sempre 24 i tuffatori in gara, di cui sedici permanent diver: dieci uomini (i britannici Gary Hunt e Blake Aldridge, gli statunitensi Steve LoBue, Andy Jones e David Colturi, il messicano Jonathan Paredes, il ceco Michal Navratil, il rumeno Constantin Popovici, l’ucraino Oleksiy Prygorov e il polacco Kris Kolanus) e sei donne (l’australiana Rhiannan Iffland, la bielorussa Yana Nestsiarava, la messicana Adriana Jimenez, la canadese Lysanne Richard, la britannica Jessica Macaulay e la statunitense Eleanor Smart). Altre otto wildcard (quattro uomini e quattro donne) potranno competere e provare a guadagnare punti utili per entrare tra i permanent diver del 2020.

Ecco il programma delle gare, aggiornato con gli orari italiani (vi ricordiamo che le Filippine sono sei ore più avanti rispetto all’Italia) ma in attesa di conferma:

Venerdì 12 aprile
9.30: Round 1 donne (primo tuffo obbligatorio)
Round 1 uomini (primo tuffo obbligatorio)
10.45: Round 2 donne (primo tuffo libero)
Round 2 uomini (secondo tuffo obbligatorio)

Sabato 13 aprile
9.30: Round 3 donne (secondo tuffo obbligatorio)
Round 3 uomini (primo tuffo libero)
INIZIO TRASMISSIONI
10.45: Round finale donne (secondo tuffo libero)
Round finale uomini (secondo tuffo libero)

La trasmissione delle gare è garantita per i round finali. Anche quest’anno avremo modo di seguire la diretta attraverso molteplici canali: oltre che sul sito ufficiale, le grandi altezze saranno disponibili su Red Bull TVFacebook, e Twitter. La replica verrà resa disponibile qualche minuto dopo l’evento.

Video e foto per gentile concessione editoriale RedBull.