32° Marmeeting: a Furore trionfa LoBue, De Rose settimo, Popovici wild card a Polignano!

Nella giornata di ieri si è disputata la 32esima edizione del Marmeeting, tradizionale competizione dalle grandi altezze che si disputa sulla Costiera Amalfitana, a Furore.

È una gara molto amata dai tuffatori che si lanciano dagli scogli del fiordo della cittadina salernitana e dalla piattaforma appositamente montata per la competizione, tanto che la Red Bull ha sempre tenuto conto dei risultati per la selezione dei migliori 10 tuffatori per le sue World Series. Quest’anno l’organizzazione Red Bull, insieme ovviamente all’organizzazione del Marmeeting, ha anche messo in palio una wild card per la finale di Polignano a Mare, destinata al migliore dei tuffatori tra quelli non già qualificati.

Ad aggiudicarsi la gara di quest’anno, con condizioni meteo davvero molto diffficili visto il mare grosso, è stato lo statunitense Steven LoBue, che ha battuto con un buon margine il neo papà ceco Michal Navratil e il campionissimo britannico Gary Hunt punto per il campione del mondo in carica una prova davvero solida, difficile da eguagliare o superare, e che legittima il suo momentaneo primo posto anche nelle RedBull World Series a due tappe dal termine. Al settimo posto l’italiano Alessandro De Rose, autore di una grande rimonta dopo l’errore nel primo dei suoi tre tuffi; mentre la Wild Card di Polignano sarà il romeno Costantin Popovici, ieri quarto classificato con soli 0,10 di vantaggio sull’ucraino Oleksiy Prygorov in una sfida tra “grandi ex” dei tuffi tradizionali.