Assoluti Estivi: Bolzano – Tocci oro anche da 1 metro, Bertocchi stravince, Pizzini super C1!

Secondo pomeriggio di finali ai Campionati Assoluti estivi in corso a Bolzano, che si concluderanno domani: i molti errori in tutte e quattro le gare odierne hanno scosso un po’ sia le classifiche, sia le certezze, portando sui podi volti nuovi e giovani promesse.

La prima finale odierna è stata quella maschile dal trampolino 1 metro, dove Giovanni Tocci (CS Esercito) ha iniziato subito complicandosi la vita commettendo una falsa partenza (con relativa penalitá) sul doppio e mezzo in avanti, e ha eseguito in modo impreciso il doppio e mezzo rovesciato, ritrovandosi ad attendere l’ultimo tuffo per compiere il sorpasso su Lorenzo Marsaglia (Marina Militare). 379.45 i punti per il cosentino, già qualificato agli Europei in virtù del suo bronzo mondiale dello scorso anno, 373.70 quelli per il marinaio romano, che sarà il secondo nome sia da 1 metro che da 3 metri. La medaglia di bronzo con 354.45 punti è andata a un altro virgulto della scuola di tuffi di Cosenza, Francesco Porco (Fiamme Oro).

 

Gara “matta” la finale femminile da 3 metri, dove a parte Elena Bertocchi (CS Esercito), campionessa italiana già con i primi quattro tuffi e vincitrice con 285.95 punti, sono “mancate” quasi tutte le altre tuffatrici, in particolare quelle ancora in corsa per un posto agli Europei: Chiara Pellacani (MR Sport) ha commesso errori sul triplo e mezzo avanti e sul doppio e mezzo rovesciato e si è classificata al quarto posto, mentre Laura Bilotta (Fiamme Oro) ha totalizzato zero punti sul doppio e mezzo avanti con avvitamento ed è precipitata al penultimo posto. A conquistare le due medaglie disponibili sono state, un po’ a sorpresa e per la gioia dei rispettivi allenatori, la giovanissima Elisa Pizzini (Fondaz. Bentegodi) che é una esordiente C1, con 223.45 punti e la quasi diciottenne Kiki Magnolini (CC Aniene) con 204.60 punti.

 

Molti errori anche nella gara sincro maschile dalla piattaforma, con due coppie azzurre in gara: Vladimir Barbu (Carabinieri) e Mattia Placidi (Fiamme Rosse), la coppia selezionata per gli Europei, hanno avuto una partenza “lenta” visti gli errori del primo su triplo e mezzo avanti e nel triplo e mezzo rovesciato, ma hanno poi saputo riprendersi e, con 336.84 punti, a prendere il titolo italiano all’ultimo tuffo sui fratelli VerzottoMaicol (Fiamme Oro) e Julian (Bolzano Nuoto), secondi con 314.40 punti. La gara è stata vinta dalla coppia dell’Iran Valipour-Nazarpour con 337.92 punti.

Nella gara femminile, Noemi Batki (CS Esercito) e Chiara Pellacani (MR Sport) vincono nuovamente il titolo italiano con 264.72 punti, facendo pesare sia la maggiore esperienza di coppia sincro sia i decimi di difficoltà: la coppia della società Dibiasi, Silvia Murianni e Flavia Pallotta, non ha ancora i tre tuffi liberi completi e ha dovuto schierare un “terzo obbligatorio” per l’avvitamento; per loro quindi 228.90 punti e la medaglia d’argento.