Eurojuniors Bergen 2017 – Pellacani quinta, Biginelli sesta

Giovannini nono, bene le piattaformiste

Sesta giornata di finali ai Campionati Europei giovanili di tuffi Bergen 2017; in gara gli italiani Riccardo Giovannini, Chiara Pellacani e Maia Biginelli, qualificati dopo le eliminatorie di questa mattina.

La prima finale che si è disputata questo pomeriggio è stata quella dal trampolino 3 metri maschile, categoria Ragazzi. Riccardo Giovannini ha disputato una gara discreta, senza grandi errori ma anche senza tuffi particolarmente buoni; tuttavia è riuscito a scalare una posizione chiudendo nono, con 376.10 punti, in linea con il punteggio di questa mattina.

R. GIOVANNINI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZ
dopo i tuffi obbligatori 178,30
205C 2,8 6,5 6,5 7,0 7,0 6,0 56,00 234,30
305C 2,8 5,0 5,5 5,5 6,0 6,0 47,60 281,90
405C 2,7 6,0 6,0 6,5 6,0 6,0 48,60 330,50
105B 2,4 6,5 6,0 6,0 6,5 6,5 45,60 376,10

Podio abbastanza sorprendente per questa gara! La maggior parte dei favoriti ha perso parecchi colpi, e se Malofeev è arrivato solo secondo a 446.85 punti, superato dallo spagnolo Abadia a quota 466.15, il bronzo è andato al greco Athanasios Tsirikos, con 402.10 punti.

1. Adrian Abadia Spagna 466,15
2. Maksim Malofeev Russia 446,85
3. Athanasios Tsirikos Grecia 402,10
4. Alexandr Molchan Bielorussia 399,95
5. Jules Bouyer Francia 393,20
6. Aidan Heslop Regno Unito 386,95
7. Moritz Wesemann Germania 386,80
8. Gennadii Vagin Russia 381,10
9. Riccardo Giovannini Italia 376,10
10. Daniel Manuel Spagna 372,55
11. Tino Tapio Finlandia 363,85
12. Filip Jachim Polonia 341,95

 

Ben due le azzurrine in gara nella finale dalla piattaforma femminile per la categoria Ragazze. Chiara Pellacani e Maia Biginelli hanno conquistato la qualificazione con facilità e hanno dato il tutto per tutto per raggiungere i piazzamenti di prestigio. Due prove molto simili per precisione e per punteggi, infatti si sono classificate rispettivamente quinta con 321.35 punti e sesta con 320.10 punti.

C. PELLACANI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZ
dopo i tuffi obbligatori 150,45
107B 3,0 6,0 5,5 6,0 6,0 5,0 52,50 202,95
5253B 3,2 6,5 6,0 6,5 6,5 6,5 62,40 265,35
305C 2,8 6,5 6,5 7,0 6,5 7,0 56,00 321,35

 

M. BIGINELLI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZ
dopo i tuffi obbligatori 150,00
405B 2,8 7,5 7,5 7,5 7,0 7,5 63,00 213,00
105B 2,6 7,0 7,0 7,0 7,0 7,0 54,60 267,60
5233D 2,5 7,0 7,0 7,0 7,0 7,0 52,50 320,10

 

L’oro è andato alla britannica di origini asiatiche Cheng con 361.30, che ha dominato i liberi; argento all’ucraina Lyskun con 340.95 punti e bronzo alla russa Astashkina con 336.65 punti.

1. Eden Cheng Regno Unito 361,30
2. Sofiia Lyskun Ucraina 340,95
3. Irina Astashkina Russia 336,65
4. Pauline Pfeif Germania 327,45
5. Chiara Pellacani Italia 321,35
6. Maia Biginelli Italia 320,10
7. Polina Saekova Russia 303,40
8. Ronja Rundgren Finlandia 297,95
9. Sofia Sihvonen Finlandia 292,05
10. Nicoleta-Angelica Muscalu Romania 291,70
11. Louise Bradley Regno Unito 288,00
12. Violetta Sverchkova Ucraina 272,70