Eurojuniors Bergen 2017 – 3m Ragazze, ORO Chiara Pellacani!

Settima l'altra italiana in gara, Maia Biginelli

bergen 2017 oro pellacaniSeconda medaglia per l’Italtuffi giovanile ai Campionati Europei Giovanili di Bergen 2017, con Chiara Pellacani meritatamente oro europeo dopo una grande serie di finale. Al secondo Europeo, e dopo l’esperienza continentale “senior” di Kyiv, la quattordicenne romana si mette al collo la medaglia più preziosa con 367.25 punti, da aggiungere al suo già nutrito palmares. Ottima prestazione dell’esordiente Maia Biginelli, classe 2003, che si classifica settima con 334.75 alla sua prima finale individuale.

1. Chiara Pellacani Italia 367,25
2. Iana Bolshakova Russia 357,10
3. Uliana Kliueva Russia 350,10
4. Emilia Nilsson Garip Svezia 349,45
5. Jette Müller Germania 347,05
6. Julia Deng Germania 342,35
7. Maia Biginelli Italia 334,75
8. Eden Cheng Regno Unito 319,05
9. Sofiia Lyskun Ucraina 318,55
10. Lauren Hallaselkä Finlandia 314,70
11. Anni Paloheimo Finlandia 296,85
12. Aleksandra Blazowska Polonia 295,95

La finale vedeva la Pellacani partire dal secondo posto parziale, poiché i punti ottenuti nei tuffi obbligatori si conservano dall’eliminatoria; per lo stesso motivo, la Biginelli partiva dal sesto posto, ma ad appena 10 centesimi dalle atlete in quarta posizione.

Buono il doppio e mezzo avanti con un avvitamento della Pellacani da 55 punti, tuffo che questa mattina aveva sbagliato. Anche migliore il doppio e mezzo rovesciato da quasi 59 punti. Chiusura col botto col doppio e mezzo ritornato da 56.70, che ha messo a tacere tutte le avversarie, in primo luogo le russe Bolshakova (357.10 punti) e Kliueva (350.10 punti), con lei sul podio.

C. PELLACANI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZIALE
punteggio tuffi obbligatori 196,25
5152B 3,0 6,0 6,0 6,0 6,5 7,0 55,50 251,75
305C 2,8 6,0 7,0 7,0 7,0 7,0 58,80 310,55
405C 2,7 7,0 7,0 7,0 7,0 6,5 56,70 367,25

La Biginelli ha invece faticato un po’ di più in finale, forse soffrendo un po’ la tensione. Ha perso qualcosa sul doppio e mezzo rovesciato ma si è riscattata prontamente col doppio e mezzo ritornato. Per lei 334.75 punti, qualcosina in più rispetto al mattino in quanto a punteggio, ma due posizioni in meno (settima) a causa dei miglioramenti avversari. Comunque un ottimo esordio che mostra tutte le sue potenzialità.

M. BIGINELLI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZIALE
punteggio tuffi obbligatori 188,45
105B 2,4 7,5 7,0 7,0 7,0 7,5 51,60 240,05
305C 2,8 5,0 6,0 5,0 5,5 5,0 43,40 283,45
405C 2,7 6,0 7,0 7,0 6,0 6,0 51,30 334,75

 

Nell’altra finale individuale di oggi, il trampolino 1 metro Ragazzi, non c’erano italiani in gara; Riccardo Giovannini ed Edoardo Semeria sono stati infatti eliminati questa mattina nella gara preliminare. A vincere la gara, come prevedibile vista anche la splendida eliminatoria, è stato lo spagnolo Abadia con 409.45 punti; l’argento è andato al tedesco Wesemann con 380.15 punti, mentre è bronzo il russo Vagin con 378.15 punti.

1. Adrian Abadia Spagna 409,45
2. Moritz Wesemann Germania 380,15
3. Gennadii Vagin Russia 378,15
4. Jules Bouyer Francia 368,50
5. Aron Brun Svizzera 364,45
6. Alfie Brown Regno Unito 357,90
7. Pavel Saurytski Bielorussia 355,10
8. Alexandr Molchan Bielorussia 352,85
9. Cyprien Mennecier Francia 345,90
10. Tino Tapio Finlandia 339,50
11. Sandro Rogava Russia 333,25
12. Bram Meulendijks Paesi Bassi 312,25