Dresden Youth Diving Meet: la seconda giornata di gare.

Dresda 2

Per la seconda giornata di gare al meeting giovanile di Dresda sono entrati “in azione” anche i ragazzi della categoria B, Riccardo Giovannini e Edoardo Semeria, che hanno preso parte all’eliminatoria dal trampolino di 3 metri.

Purtroppo non tutto è filato liscio e per i due ragazzi è sfumata la possibilità di passare il turno; sia per Giovannini, diciannovesimo classificato con 328.45 punti, che per Semeria, ventunesimo classificato con 326.70 punti, troppe imprecisioni nei tuffi liberi, che per entrambi non hanno mai raggiunto la sufficienza.

Dresda 3 mt B m

In finale la vittoria è andata al russo Malofeev, seguito dallo spagnolo Abadia e poi dal britannico Gammage.

Dresda 3 mt B m Fin

Come già ieri, in contemporanea con i raggazi da 3 metri, si è svolta anche l’eliminatoria della categoria A maschile da 1 metro, con Andrea Cosoli in gara. A differenza di ieri Cosoli ha incontrato qualche difficoltà in più ed anche lui non è riuscito a passare il turno eliminatorio; come per Semeria e Giovannini i tuffi liberi sono stati il tallone d’Achille dell’azzurrino: dei cinque tuffi solo il doppio e mezzo ritornato è andato a buon fine, prendendo voti sopra la sufficienza. Per Cosoli la ventunesima posizione con 377.95 punti.

Dresda 1 mt A m

In finale, dopo uno scontro molto acceso, ha avuto la meglio lo spagnolo Wade sullo svizzero Suckow, ma per appena due punti. A chiudere il podio il britannico Harding.

Dresda 1 mt A m Fin

Nella terza ed ultima eliminatoria mattutina, piattaforma femminile categoria B, le due azzurrine Maia Biginelli e Chiara Pellacani hanno entrambe passato il turno, la Pellacani con la settima posizione e 299.85 punti, mentre la Biginelli con la decima e 285.85 punti.

In finale le nostre ragazze hanno saltato abbastanza bene, ma la Pellacani ha purtroppo sbagliato l’ultimo tuffo libero, il doppio e mezzo rovesciato, proprio come in eliminatoria. La Biginelli invece non ha commesso errori gravi, ma ha pagato il fatto di portare una serie gara più semplice rispetto alle avversarie.

Per Chiara la nona posizione con 297.75 punti e per Maia la decima con 289.45 punti

 

Dresda Pt F B

L’ultima gara di questa seconda giornata è stata la finale di tuffi sincronizzati dal trampolino di 3 metri, per le categorie femminili A e B; per l’Italia in gara Giulia Vittorioso e Chiara Pellacani.

Per le due azzurre questo non è il periodo di massima forma e non a caso stanno affrontando le gare con qualche difficoltà in più rispetto al solito; nel sincro un imprecisione nel secondo obbligatorio, il capofitto indietro, ma gli errori sono arrivati con il doppio e mezzo indietro ed il doppio e mezzo ritornato. Con due “mancanze” le azzurrine non sono riuscite a scalare la classifica e si sono dovute accontentare della nona posizione con 207.81 punti.

Dresda 3 mt sincro F A B