Campionati di Categoria indoor: Trieste – Tocci, l’imprevisto fa sfumare il record!

Volge al termine il sabato dei Categoria indoor; a Trieste ancora un intenso pomeriggio di tuffi in cui sono stati assegnati altri 4 titoli di “campione italiano”.

I primi a saltare sono stati i ragazzi dal trampolino di 1 metro e Edoardo Semeria (Canottieri Milano) ha bissato la vittoria ottenuta da 3 metri con una gara regolare; 345.80 punti che lo portano sopra al limite richiesto per i Campionati Europei (319), l’unico neo della sua prova é stato l’uno e mezzo rovesciato.

Bella soddisfazione per Francesco Caputo (Cosenza Nuoto) che con 315.95 punti si é conquistato la medaglia d’argento ed é arrivato vicinissimo al punteggio limite; a chiudere il podio ci ha pensato Eduard Timbretti (Blu 2006) arrivato ad appena 80 centesimi dal secondo posto! Ma essendo Timbretti “fuori gara”, la medaglia di bronzo é andata a Riccardo Giovannini (Fiamme Oro) con 306.50.

Per la piattaforma juniores femmine ha visto trionfare, é proprio il caso di dirlo, Giulia Vittorioso (MR Sport) che ad un tuffo dalla conclusione aveva giá superato il limite per gli Eurojuniors (314)! Un’ottima gara, conclusa con uno splendido doppio e mezzo indietro carpiato che le ha fatto raggiungere quota 378.50 punti.

Per il secondo ed il terzo posto hanno “lottato testa a testa” Ilaria Bordoni (Blu 2006) e Silvia Murianni (MR Sport): entrambe hanno commesso un errore grave, la Bordoni nel triplo e mezzo avanti e la Murianni nell’uno e mezzo rovesciato, ma la classifica é stata incerta fino all’ultimo. Ha avuto la meglio la Bordoni, con 5 punti e 10 centesimi di vantaggio.

La gara femminile da 1 metro per la categoria seniores ha visto Elena Bertocchi (Esercito) salire nuovamente sul gradino piú alto del podio con il buon punteggio di 273.15 punti; dietro di lei Noemi Batki (Esercito, 250.70 punti) che sempre piú sta trovando una sua dimensione in questa specialitá, con la speranza che la si veda anche nella gara individuale da 3 metri!

La medaglia di bronzo é andata a Malvina Catalano (Canottieri Aniene, 218.70 punti), ai “danni” di Laura Bilotta (Fiamme Oro).


La gara che ha chiuso la giornata, senior maschi da 3 metri, é stata anche la piú bella e “tirata”: Giovanni Tocci (Esercito) era l’uomo da battere e come da previsioni é partito subito alla grande, dietro di lui, all’inseguimento, Tommaso Rinaldi (Marina Militare), Lorenzo Marsaglia (Marina Militare) e Gabriele Auber (Marina Militare).

Tocci ha condotto una gara esemplare, prima dell’ultimo tuffo tutto sembrava portare al suo nuovo record personale, oltre i 460 punti, ma…

Auber é stato il primo a cedere il passo, sbagliando il triplo avvitamento e mezzo rovesciato, e a seguire Marsaglia con il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti; Rinaldi ha tenuto duro, ha inserito il triplo e mezzo rovesciato, ma ha “sporcato” un pó le entrate in acqua, perdendo punti preziosi.

Arrivati all’ultimo tuffo di Giovanni tutti si aspettavano il triplo e mezzo ritornato raggruppato, il suo cavallo di battaglia, ma stranamente il monitor riportava il tuffo in posizione carpiata!!

Difficoltá 3.7, Tocci era stupito come tutti, tuffatori, allenatori e spettatori! Inizialmente si é pensato ad un errore, ma poi l’amara realtá: il modulo con i tuffi della gara era stato presentato con quel tuffo, una svista, e in gara va eseguito quanto riportato sul documento, pena ricevere un “tuffo nullo”.

Il tuffatore cosentino ha deciso di non provarci, giustamente, e di farlo comunque raggruppato, incorrendo cosí nella penalitá: ogni voto di ogni giudice non avrebbe potuto superare il “2”.

Record sfumato, ma comunque medaglia d’oro, tale era il vantaggio accumulato!

Con un pó di rammarico, ma comunque felice della vittoria, Giovanni Tocci ha dichiarato che dalla prossima volta controllerá piú attentamente i suoi moduli di gara!