NewSplash: Trials Australiani, tante sorprese ed esclusioni eccellenti

11194615_638636096237608_1235163245385339754_o

Continua il nostro viaggio per scoprire i protagonisti dei prossimi campionati mondiali di Kazan, dopo il report sui Trials statunitensi. Si sono conclusi ieri i campionati nazionali open in Australia, validi come selezione per i mondiali, e non sono mancate, come sempre nel nostro sport, le sorprese, a partire dalle esclusioni eccellenti: per motivi diversi, né Matthew MitchamBrittany Broben hanno dedicato tutte le loro energie per gli allenamenti in questa stagione, e così le due medaglie olimpiche della squadra (Mitcham storico oro a Pechino, Broben argento alle scorse Olimpiadi di Londra) non saranno parte della squadra nazionale per i Mondiali!

Grande protagonista tra gli uomini il quasi ventenne James Connor, che si è accaparrato ben quattro titoli nazionali (3 metri e piattaforma, sia individuali che sincronizzati) e che quindi parteciperà in ben quattro eventi ai mondiali, senza contare eventuali partecipazioni nei sincronizzati misti per cui non si sono tenute prove di selezione. Il più esperto Grant Nel, da tempo sulle scene internazionali, sarà con lui dai trampolini sia in coppia che nella gara individuale, mentre il secondo piattaformista sarà Domonic Bedggood, già “in pista” ai recenti Grand Prix. Nonostante il titolo nazionale dal metro vinto con ampio margine, Matthew Mitcham non è stato selezionato per i mondiali: essendo tornato soltanto da un mese a pieno regime, tra i problemi al tendine del braccio fin dai Commonwealth Games dello scorso anno e la pausa che si è concesso per perseguire una carriera nello spettacolo, preferisce lavorare al meglio per riottenere la forma giusta e ripresentare una dive list completa e competitiva dalla piattaforma; i punteggi degli altri medagliati da 1 metro sono stati ritenuti non sufficienti per una qualificazione mondiale, sebbene il secondo classificato, Joshua Kehagias (classe 1997) farà parte del gruppo olimpico a partire dalla prossima stagione.

In campo femminile Maddison Keeney pare aver raggiunto finalmente la continuità necessaria che, complementata alla sua potenza fisica strabordante, potrebbe finalmente farla assurgere a protagonista: dal metro ha ripresentato con successo il suo famoso programma “pazzesco”, che comprende triplo e mezzo avanti, doppio e mezzo rovesciato (unico sbagliato in finale), doppio e mezzo ritornato e doppio e mezzo con un avvitamento, ovvero quattro tuffi su cinque che sono il “limite” delle top class, ma da 3 metri; per conquistare il suo primo titolo nazionale dal trampolino più alto ha presentato un doppio e mezzo con due avvitamenti da quasi 80 punti, tuffo che in campo internazionale al momento è eseguito con una certa continuità solo dalla canadese Jennifer Abel, con cui condivide la prestanza muscolare. Esther Qin, medaglia d’argento da entrambe le altezze, sarà la seconda piattaformista, e dopo un’ottima prova nel sincro ha conquistato la qualificazione anche in questa specialità, in coppia con Samantha Mills. Dalla piattaforma, scontato il dominio di Melissa Wu sia in singolare che in sincro, mentre a grande sorpresa è Emily Meaney, classe 1996 ma già con un programma (15.5 di coefficienti) da far tremare i polsi, ad aggiudicarsi il secondo posto per i mondiali. Grandi deluse appunto la Broben, bronzo ma al rientro da un severo infortunio, e Lara Tarvit, che andrà a Kazan per il sincro ma che è arrivata soltanto settima in individuale.

La squadra finale (nella foto di apertura, pubblicata su Facebook da Diving Australia), confermata dalla federazione, è quindi composta da soli otto tuffatori, di cui due al momento previsti solo per le gare sincro femminili: Bedggood, Connor e Nel per gli uomini; Keeney, Qin, Mills, Tarvit e Wu per le donne.

 

RISULTATI COMPLETI
1m donne: Maddison Keeney 291.15, Esther Qin 285.95, Georgia Sheehan 266.35
3m donne: Maddison Keeney 349.35, Esther Qin 338.05, Samantha Mills 325.15
3m sincro donne: Esther Qin-Samantha Mills 313.50, Anabelle Smith-Maddison Keeney 275.46, Georgia Sheehan-Naomi Gowlett 266.01
10m donne: Melissa Wu 359.40, Emily Meaney 322.15, Brittany Broben 306.70
10m sincro donne: Melissa Wu-Lara Tarvit 328.02, AnnaRose Keating-Emily Meaney 276.78

1m uomini: Matthew Mitcham 373.65, Joshua Kehagias 341.65, Matthew Carter 316.50
3m uomini: James Connor 460.05, Grant Nel 435.30, Matthew Mitcham 404.95
3m sincro uomini: Grant Nel-James Connor 436.02
10m uomini: James Connor 472.55, Domonic Bedggood 466.75, Nick Jeffree 367.85
10m sincro uomini: Domonic Bedggood-James Connor 413.67

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. NewSplash: torna Brittany Broben, obiettivo Grand Prix e Rio | TuffiBlog

I commenti sono bloccati.