Fina Diving World Series: Kazan – un avvitamento andato storto.

Olympics Day 2 - Diving

 

Non un ottimo inizio quello della terza tappa delle World Series di tuffi a Kazan: oggi in gara le nostre Francesca Dallapè e Tania Cagnotto, impegnate nella prova dei tuffi sincronizzati dal trampolino di 3 metri, la specialità che tante soddisfazioni ci ha regalato in questi anni.

Ma oggi non era giornata o almeno lo è stata fino alla fine dei tuffi obbligatori, quando le azzurre erano seconde ad un passo dalle cinesi Wu Minxia e Shi Tingmao; ma dal primo tuffo libero sono arrivati i guai…

La Cagnotto, ancora con il piede dolorante a causa della botta presa a Pechino, sbaglia completamente il presalto, rischiando di cadere dal trampolino: ha provato a salvare il salvabile, ma l’ingresso in acqua non è stato dei migliori, così come le votazioni.

Le nostre azzurre non si sono però date per vinte ed hanno riguadagnato punti con il triplo e mezzo avanti carpiato, il loro “nuovo” tuffo inserito al posto del doppio e mezzo indietro per alzare il coefficente di difficoltà, ma, aimè, ancora un errore ha definitivamente minato la prova delle nostre campionesse.

Ultimo tuffo, il doppio e mezzo ritornato che tante volte ci ha fatto sudare freddo e che anche oggi non è stato nostro alleato: ancora un ingresso scarso per la bolzanina e voti non completamente sufficienti… La medaglia di bronzo a poco meno di due punti e la quinta posizione per le azzurre.

Vittoria quasi scontata per le cinesi – 334.20 punti per loro – mentre le canadesi Pamela Ware e Jennifer Abel, le nostre rivali, si sono piazzate seconde con 309.36 punti; il “nostro” terzo posto è andato alle russe Kristina Ilinykh e Nadezhda Bazhina, che la spuntano di pochissimo con 280.80 punti sulle inedite malesi.

3msF

Questa prima giornata di gare è stata dedicata interamente ai tuffi sincronizzati, dalla piattaforma e dal trampolino: in mattinata, la gara dalla piattaforma femminile ha rispettato sostanzialmente i pronostici, con le supercampionesse cinesi Chen-Liu a fare gara a sé (338.88), e le canadesi Benfeito-Filion un po’ al risparmio (316.11) ma comunque seconde con margine sulle britanniche Couch-Barrow (312.54).

10msF

Più accesa la gara dalla piattaforma con l’appassionante testa a testa tra i messicani Garcia-Sanchez e i tedeschi Hausding-Klein: i primi hanno conquistato la medaglia d’argento dietro i cinesi Chen-Lin (462.78) per soli 63 centesimi. Bene anche i cubani, che hanno lottato fino all’ultimo tuffo per la possibilità di un bronzo.10msM

 

 

La giornata si è chiusa con la gara sincro maschile dal trampolino, con i padroni di casa Kuznetsov-Zakharov premiati con un meritato argento ma con punteggi oltremodo generosi da parte della giuria (444.12), che li hanno messi addirittura in scia dei cinesi Cao Yuan e Qin Kai (458.61). La lotta per il bronzo ha visto nuovamente il Messico davanti alla Germania, con Ocampo e Pacheco terzi a 422.58 e con un paio di punti di vantaggio su Feck e Hausding, “puniti” forse eccessivamente sul triplo e mezzo rovesciato.
3msM