Campionati Mondiali 2013: Barcellona – eliminatoria dolce e amara.

20130721-154318.jpg

Sotto il sole cocente di Barcellona, dopo due ore di eliminatoria, i sentimenti sono contrastanti; dal trampolino di un metro Tania Cagnotto dimostra ancora una volta la sua classe innata con una prova impeccabile che l’ha portata a chiudere con il secondo posto (284.85 punti) in mezzo alle die cinesi. Una prestazione che in vista della finale fa venire i brividi al solo pensiero.

E poi la gara di Maria Marconi che insieme alla Cagnotto ha guidato la classifica per tre quarti dell’eliminatoria, primeggiando tra le più forti e che all’ultimo tuffo totalizza solo 7 punti, praticamente un tuffo nullo. Già dal presalto del doppio e mezzo avanti si era intravisto qualche problema, presente anche nell’uno e mezzo rovesciato; entrambe le volte è riuscita a recuperare, ma nell’avvitamento rovesciato l’errore si è accentuato, Maria è arrivata con i piedi quadi fuori dal trampolino ed è finita scarsissima.

Ventitreesima, a soli sedici punti dalla qualifica, con il pensiero di essere un’atleta di altissimo livello che peró, per un motivo o per un altro, deve fermarsi alla fase eliminatoria: fa male a chi scrive, figuriamoci a lei.

Consoliamoci pensando alla finale di Tania tra due giorni e al fatto che le gare di Maria a Barcellona non sono ancora finite. A più tardi per la finale sincro dalla piattaforma di Verzotto e Dell’Uomo.

La classifica:

20130721-160551.jpg

2 Commenti in Campionati Mondiali 2013: Barcellona – eliminatoria dolce e amara.

  1. Ok che l’imprevedibilità è parte della bellezza dei Tuffi, però questo è stato un colpo al cuore durissimo.
    Dopo il 4° posto a Shangai Maria si è riconfermata tra le primissime interpreti del metro al mondo…e non sarà in finale. Che peccato.

  2. Elisa Zambolin // 21 Luglio 2013 a 16:41 //

    Ci sono rimasta malissimo. Immagino la sua delusione!!! Ok, sbagliare ma così fa veramente male. Speriamo riesca a recuperare sicurezza per la gara da 3 metri

I commenti sono bloccati.