Campionati Europei giovanili: Poznan – Laura Bilotta è di bronzo!

Diving tuffi arena_europen_junior_championships_diving 5 Bilotta

 

Dopo la medaglia sfiorata ieri da Giulia Belsasso oggi Laura Bilotta ha centrato il podio, vincendo la medaglia di bronzo nella finale dal trampolino di un metro categoria A (juniores).

Una gara che lei stessa ha definito così :”medaglia sudata, ma alla fine ce l’ho fatta! Non potrei essere più felice”.

La sua finale infatti è stata un testa a testa con la rivale russa Elena Chernykh, che le è rimasta dietro di soli 70 centesimi. La giovane cosentina ha saltato in maniera regolare, il suo tuffo più debole è stato l’uno e mezzo indietro carpiato, il secondo della sua serie e da lì Laura è partita all’inseguimento della Chernykh e, sopratutto, della medaglia.

Arrivata al quinto ed ultimo tuffo la Bilotta era 7 punti in svantaggio rispetto alla russa, ma con uno splendido uno e mezzo ritornato carpiato ha ribaltato la situazione, totalizzando ben 54 punti e “soffiando” così il posto alla sua avversaria. Una vittoria ottenuta con la tecnica, ma sopratutto con la voglia di vincere senza mollare mai!

In mattinata, durante le eliminatorie, ha saltato anche Paola Flaminio piazzatasi al quattordicesimo posto, mancando la finale per soli 3 punti.

1
Alicia Blagg Great Britain
407.40
2
Maria Polykova Russia
397.75
3
Laura Bilotta Italy
383.90
4
Elena Chernykh Russia
383.20
5
Georgia Wingrove Great Britain
381.15
6
Maxine Eouzan France
370.85
7
Ganna Krasnoshlyk Ukraine
367.80
8
Ioulianna Banousi Greece
361.50
9
Maja Boric Croatia
359.40
10
Josefin Schneider Germany
357.20
11
Marcela Maric Croatia
355.80
12
Alena Khamulkina Belarus
355.30

 

Laura Bilotta & Paola Flaminio

Laura Bilotta & Paola Flaminio

Nella seconda finale, il trampolino da 3 metri per la categoria A (juniores) abbiamo avuto in gara Andrea Chiarabini, mentre Giacomo Ciammarughi si è fermato in eliminatoria con la diciassettesima posizione; dopo l’exploit dei Campionati Italiani Assoluti di Trieste, in cui Andrea ha vinto il titolo dal trampolino di tre metri, oggi ci saremmo aspettati una finale diversa da lui: invece Chiarabini ci ha stupito ancora una volta!

Dopo un ottimo doppio e mezzo ritornato da ben 73 punti, Andrea è andato a sbagliare il triplo e mezzo avanti, tuffo per lui relativamente facile: non un errore terribile, ma comunque almeno 15 punti buttati. Purtroppo poi, come già in eliminatoria, il triplo e mezzo rovesciato non è andato a buon fine e con soli 38 punti il nostro azzurro ha perso ogni speranza di medaglia, finendo la finale al nono posto.

Ma lasciando da parte il rammarico per una mancata vittoria e ragionando a mente fredda questo risultato era anche prevedibile: dopo gli Europei Assoluti e con i Mondiali di Barcellona alle porte è anche giusto che lo stato di forma non sia al massimo, anzi; gli obiettivi per Andrea non sono più le gare giovanili, ma le gare di livello assoluto e non si può pretendere che un atleta sia sempre al top.

1
Ilia Kuzmin Russia
573.05
2
Kacper Lesiak Poland
571.20
3
Vadym Nevinglovskyy Ukraine
559.00
4
Benjamin Auffret France
551.10
5
Timo Barthel Germany
540.30
6
Philip Tkachenko Ukraine
539.85
7
Frederick Woodward Great Britain
533.55
8
Nicolas Garcia Spain
518.25
9
Andrea Chiarabini Italy
513.85
10
Daniel Jensen Norway
509.60
11
Guillaume Dutoit Switzerland
501.45
12
Heikki Makikallio Finland
468.45
Giacomo Ciammarughi e Andrea Chiarabini

Giacomo Ciammarughi e Andrea Chiarabini

L’ultima finale della giornata, la piattaforma femminile categoria B (ragazzi) non ha visto partecipare atleti italiani; la vittoria è andata alla figlia d’arte Julia Timoshinina (il padre è Vladimir Timoshinin, piattaformista campione europeo nel 1991 e bronzo ai mondiali di Roma 1994)  che ha sbaragliato le avversarie, staccando la bielorussa Katsiaryna Fitsner, seconda classificata, di ben 36 punti; inoltre la giovane tuffatrice già esegue tuffi di notevole difficoltà, il triplo e mezzo indietro raggruppato ed il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo, con grande maestria.

1
Julia Timoshinina Russia
372.70
2
Katsiaryna Fitsner Belarus
326.00
3
Fraenze Jahn Germany
306.20
4
Vlada Tatsenko Ukraine
303.40
5
Ekaterina Ukolova Russia
297.50
6
Natasha Mac Manus Ireland
295.55
7
Karyna Esaulova Ukraine
295.25
8
Lois Toulson Great Britain
280.75
9
Lydia Rosenthall Great Britain
279.55
10
Kimberley Lee The Netherlands
278.05
11
Felicitas Richter Germany
272.25
12
Anne Vilde Tuxen Norway
269.40