Campionati Italiani Assoluti invernali – secondo giorno di gare.

Bentornati su TuffiBlog e benvenuti al nostro secondo appuntamento con i Campionati Italiani assoluti invernali.

Ad iniziare oggi sono state le ragazze, con l’eliminatoria dal trampolino da tre metri; solo otto posti disponibili per partecipare alla finale con diciannove partecipanti a sfidarsi per ottenerli.

Ci ha sorpreso l’assenza di Noemi Batki, che sembra voglia del tutto abbandonare la specialita’ dei tre metri per dedicarsi alla piattaforma e al trampolino da un metro. Secondo tutta la redazione questo sarebbe un grave errore, viste le grandi potenzialita’ dell’atleta.

La gara e’ stata dominata da Maria Marconi che porta a casa un ottimo punteggio (330); speriamo che l’atleta romana continui su questa strada anche a Marzo, a Torino.

Dietro di lei seguono la Bertocchi e la Turco, ma c’e’ da dire che la gara per tutte le altre atlete e’ stata abbastanza altalenante, con diversi errori e sbavature. Speriamo di vedere le atlete piu’ cariche oggi pomeriggio in finale.

Le finaliste sono le seguenti :

1) Marconi Maria, pt 330,20
2) Bertocchi Elena, pt 248,50
3) Turco Michelle, pt 208,85
4) Tocchio Annapaola, pt 202,45
5) Allegro Valentina, pt 172,70
6) Flaminio Paola, pt 170,45
7) Monachesi Ginevra, pt 163,55
8) Catalano Malvina, pt 158,15

Subito dopo il trampolino femminile le gare si sono spostate dalla piattaforma maschile. Gara molto attesa da TuffiBlog : eravamo tutti ansiosi di scoprire chi si sarebbe laureato Campione Italiano e si sarebbe aggiudicato un posto per i Campionati Europei di Torino.

Anche qui, come per le ragazze, ci sono stati errori un po’ per tutti gli atleti, forse perche’ questa era comunque una gara facile, dove gli otto finalisti erano praticamente gia’ decisi.

Bene Placidi, che pero’ per questa eliminatoria scala di marcia ed inserisce nel programma di gara due tuffi da cinque metri.

Anche Mauri ha un tuffo dalla piattaforma da cinque, ma non sembra intenzionato a completare il programma da dieci metri per la finale: un peccato perche’ cosi facendo dice addio alla nazionale.

Passano in finale :

1) Placidi Mattia, pt 362,75
2) Mauri Gabrio, pt 344,50
3) Scuttari Maicol, pt 328,70 
4) Verzotto Maicol, pt 304,65
5) Chiarabini Andrea, pt 246
6) Auber Gabriele, pt 244,65
7) Schmid David, pt 240,10
8) Chiarabini Lorenzo , pt 219,25

Come gia’ ieri le gare sono ricominciate alle sedici in punto e sono state trasmesse da Rai Sport 2 a partire dalle diciasette; come da programma la prima finale del pomeriggio è stata quella del trampolino da tre metri femminile.

Con l’assenza della Cagnotto, della Dallapè e della Batki, Maria Marconi ha avuto vita facile: nessuna delle sue antagoniste infatti è stata all’altezza della romana, che nonostante una gara un pò fiacca ha prevalso facilmente su le altre tuffatrici.

Comunque molto buona anche la prova di Elena Bertocchi, che dopo queste tre gare (Coppa Londra, Categoria e Assoluti) si conferma come atleta di ottimo livello, che ci fa ben sperare per il futuro di questa disciplina.

Come vi dicevamo la gara è stata un pò sotto tono : forse dopo questo periodo intenso di gare le partecipanti erano un pò provate e non sono riuscite a dare il meglio; speriamo che con un pò di riposo e di allenamento la forma torni top, pronte per affrontare le sfide con la nazionale italiana, juniores e assoluta.

Il podio :

1) Marconi Maria, pt 281,60

2) Bertocchi Elena, pt 266,40

3) Tocchio Annapaola, pt 230,95

La gara maschile dalla piattaforma è stata molto combatutta fin dall’inizio e la classifica si è decisa solo all’ultimo giro.

I tre favoriti all’oro, Scuttari, Verzotto e Placidi, non hanno iniziato benissimo, mentre Mauri è stato più regolare.

Gli atleti erano molto tesi, si vedeva che si stavano giocando molto in questa finale, e l’esecuzione dei loro tuffi ne ha un pò risentito; ottimi stacchi dalla piattaforma, ma entrate in acqua spesso rovinate da un’apertura ritardata o comunque “forzata”: così hanno sbagliato sia Placidi che Scuttari il triplo e mezzo indietro.

Prima dell’ultimo giro di tuffi tutti gli alteti erano molto vicini tra loro con i punteggi.

Mauri però, che fino a quel momento non aveva concesso molto agli avversari, sbaglia completamente il suo doppio e mezzo indietro dalla piattaforma di cinque metri. Scuttari ha provato il sorpasso con il triplo e mezzo ritornato, ma anche lui esce troppo tardi dalla rotazione, finendo abbondante.

E’ il turno di Mattia Placidi, l’ultimo tuffatore della gara : il suo tuffo, quello con il coefficente più alto di tutti, il triplo e mezzo rovesciato raggruppato, sarà quello decisivo.

Anche se la partenza è leggermente in avanti, la rotazione è molto buona e veloce, e soprattutto il tempo di apertura è perfetto: sarebbe bastata un’entrata in acqua più decisa e ci sarebbero scappati gli otto da parte dei giudici.

Ma la media del sette basta al giovane atleta romano per scavalcare tutti e conquistare così la medaglia d’oro!

Il podio :

1) Placidi Mattia, pt 346,60

2) Mauri Gabrio, pt 324,85

3) Scuttari Maicol, pt 323,25

L’ultima gara del pomeriggio, come ieri, è stata la gara sincro femminile da tre metri.

Otto le coppie che, vista l’assenza della coppia campione d’Italia Cagnotto-Dallapè,si sono sfidate per la conquista del titolo.

E’ stata una gara divertente : forse alcune coppie necessitano di più allenamento perchè si sono visti alcuni errori degni di “Paperissima”.

Anche l’unica coppia “seria”, quella formata da Maria Marconi e Michelle Turbo, ha rischiato di fare una figuraccia all’ultimo tuffo, quando la Turco ha quasi rischiato lo zero sul doppio e mezzo in avanti con un avvitamento a causa di un ingrsso in acqua troppo scarso!

Il podio :

1) Marconi-Turco, pt 257,10

2) Zagaglini-Gonzaga, pt 224,16

3) Barp-Benvenuti, pt 221,22

A domani per il terzo ed ultimo giorno di gare!