NewSplash: Barelli rieletto a grande maggioranza presidente LEN

Il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli è stato rieletto alla guida anche della Federazione Europea Nuoto (LEN) per i prossimi quattro anni. Il congresso europeo, quest’anno tenutosi in streaming a causa dell’emergenza COVID, ha visto per la prima volta tutte e 52 le nazioni europee presenti ai lavori dell’assemblea e alla successiva votazione. Ne dà conto la stessa LEN in un comunicato, ripreso anche dalla Federnuoto.

Per il presidente, che terrà quindi il suo terzo mandato fino al 2024, ben 86 voti contro i 13 dell’altro candidato, il presidente della federazione francese Gilles Sezionale, che aveva duramente – ma a conti fatti con poco seguito – attaccato la conduzione della LEN a guida Barelli negli scorsi due mandati. Barelli è anche presidente della FIN fin dal 2000.

Anche David Sparkes (Gran Bretagna) condurrà il suo terzo mandato da segretario generale, mentre Fernando Carpena Perez (Spagna) sarà il nuovo tesoriere al posto di Tamas Gyarfas, che è stato eletto membro onorario della LEN; ci saranno per la prima volta due donne vicepresidenti, la danese Pia Holmen e l’ungherese Tunde Szabo.

Ecco le parole di Barelli dopo la rielezione: “Anche se ci siamo riuniti solo sul web a causa della pandemia, questo congresso ha celebrato la nostra unità e ha consolidato apprezzamento e approvazione trasversali per quanto realizzato nel corso del nostro cammino. Negli ultimi anni gli sport acquatici hanno ottenuto grandi successi apportando benefici significativi al movimento. La crescita economica ci ha consentito di sostenere lo sviluppo delle nostre discipline sul territorio europeo e di accrescerne l’alto livello, rendendo l’Europa il continente-traino nel mondo sia per formazione di sportivi di successo sia per l’organizzazione di eventi sempre più ricchi e ritenuti interessanti per volume di investimenti.”

“Abbiamo reso più itineranti possibili i nostri eventi, compiendo notevoli sforzi per alimentare la diffusione delle discipline acquatiche e abbiamo raggiunto standard elevatissimi, ma dobbiamo continuare a crescere malgrado la pandemia. Per sostenere le federazioni in questo periodo di gravi difficoltà stiamo distribuendo oltre un milione di euro di contributi. Tuttavia, sono convinto che presto la nostra vita tornerà alla normalità, tutte le piscine verranno riaperte e potremo nuovamente goderci appieno le emozioni dei nostri sport.”

Foto: twitter / LENaquatics

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


2 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.