African Qualifier: Durban – la “prima volta” delle qualificazioni africane, ecco gli ultimi 4 pass diretti per Tokyo 2020!

Si è concluso ieri un evento di tuffi davvero particolare: dopo molti anni la federazione africana ha infatti organizzato con successo i campionati continentali con valenza per Tokyo 2020, e così, per la prima volta da quando le qualificazioni olimpiche dei tuffi hanno questo format, sono stati assegnati tutte e quattro le carte olimpiche riservate all’Africa!

È stata la King’s Pool di Durban, in Sudafrica, a organizzare gli eventi di tuffi nel contesto dei campionati acquatici (che hanno racchiuso anche nuoto e pallanuoto), e sebbene i punteggi siano perlopiù modesti in confronto alla qualità dei “top level” è un grande successo per il nostro sport, finalmente rappresentato in tutti e cinque continenti con eventi internazionali: il FINA Diving Grand Prix de Il Cairo, che ha esordito quest’estate, è stato un altro segnale che il movimento tuffistico africano inizia a crescere, e i tuffi avranno un impianto dedicato ai Giochi Olimpici Giovanili del 2022, che saranno ospitati a Dakar (Senegal).

Soltanto uno il pass conquistato dalla nazionale padrona di casa, il Sudafrica, grazie all’oro di Micaela Bouter dal trampolino 3 metri, indubbiamente la gara più combattuta; le altre tre carte olimpiche vanno invece all’Egitto, che ha vinto le due gare dalla piattaforma con Maha Abdalsalam GoudaYoussef Ezzat Selim (entrambi già presenti anche a Rio 2016) e la gara maschile da 3 metri con Mohab Ishak.

Ecco i risultati completi:

PIATTAFORMA DONNE
1. Maha Gouda (Egitto) 247.95
2. Jaimee Gundry (Sudafrica) 217.10

PIATTAFORMA UOMINI
1. Youssef Ezzat Selim (Egitto) 332.90
2. Mohab Moyhmen Ishak (Egitto) 310.30
3. Clifford Mathlo (Botswana) 82.85

TRAMPOLINO 3 METRI DONNE
1. Micaela Bouter (Sudafrica) 265.55
2. Julia Vincent (Sudafrica) 263.90
3. Maha Amer (Egitto) 245.10
4. Maha Gouda (Egitto) 235.30
5. Georgina Milne (Sudafrica) 215.55
6. Bailey Heydra (Sudafrica) 215.35
7. Olivia van Vollenhoven (Sudafrica) 206.95
8. Kerry-Lee Morrison (Sudafrica) 176.65
9. Bailey Davenport (Sudafrica) 155.20

TRAMPOLINO 3 METRI UOMINI
1. Mohab Mohymne Ishak (Egitto) 405.35
2. Ammar Hassan (Egitto) 353.15
3. Youssef Ezzat Selim (Egitto) 305.35
4. Stefan Steenkamp (Sudafrica) 215.15

 

Con questo si completano le qualificazioni olimpiche continentali di tuffi, con le ultime carte olimpiche riservate ai semifinalisti della Diving World Cup di Tokyo che si terrà a fine aprile. Ecco quindi la situazione per tutte le specialità, con i 68 pass individuali (17 per ogni gara) e i 16 pass sincro (4 per ogni gara) finora assegnati! Ricordiamo che le carte olimpiche sono assegnate alle nazioni e non ai tuffatori, che nessun tuffatore può ottenere più carte olimpiche in gare diverse e che le nazioni con due carte olimpiche non possono qualificare ulteriori tuffatori alle Olimpiadi.

Segnaliamo infine che il Giappone avrebbe diritto a due carte olimpiche in ciascuna specialità individuale ma che il comitato olimpico nazionale ha deciso che, per il momento, tali pass siano subordinati a un minimo prestazionale: pertanto anche i tuffatori giapponesi dovranno passare (salvo modifiche a posteriori) per le qualificazioni olimpiche.

 

PIATTAFORMA UOMINI

2 pass: Australia, Cina, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti
1 pass: Canada, Corea del Sud, Egitto, Francia, Messico, Singapore, Ucraina

TRAMPOLINO 3 METRI UOMINI

2 pass: Cina, Colombia, Gran Bretagna, Russia, Stati Uniti
1 pass: Australia, Corea del Sud, Egitto, Germania, Giappone, Messico, Ucraina

PIATTAFORMA DONNE

2 pass: Australia, Canada, Cina, Stati Uniti
1 pass: Corea del Nord, Egitto, Italia, Giappone, Gran Bretagna, Malaysia, Messico, Olanda, Ucraina

TRAMPOLINO 3 METRI DONNE

2 pass: Australia, Canada, Cina, Malaysia
1 pass: Germania, Giappone, Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Olanda, Messico, Russia, Sudafrica, Ucraina

SPECIALITÀ SINCRO

Piattaforma uomini: Giappone (paese ospitante); Cina, Russia, Gran Bretagna.
Trampolino uomini: Giappone (paese ospitante); Cina, Gran Bretagna, Messico.
Piattaforma donne: Giappone (paese ospitante); Cina, Stati Uniti, Malaysia.
Trampolino donne: Giappone (paese ospitante); Cina, Canada, Messico.

2 Commenti in African Qualifier: Durban – la “prima volta” delle qualificazioni africane, ecco gli ultimi 4 pass diretti per Tokyo 2020!

  1. Sarebbe interessante capire cosa succederá con i pass riservati all Russia. Ne sapete qualcosa?

    • Ciao Nazza! Per i pass degli atleti russi bisognerà vedere se verranno effettivamente squalificati. Inoltre ci sará da vedere se potranno comunque gareggiare sotto la bandiera del Cio.
      Se entrambe le opzioni risultassero negative i loro pass verrebbero riassegnati dopo la Coppa del Mondo di aprile.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


16 − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.