Rip-It: le selezioni per la Mediterranean Cup e le classifiche del GP Atleti Azzurri d’Italia!

L’ultima competizione internazionale di interesse per i tuffi azzurri, oltre ai Campionati Mondiali di Gwangju, ai Campionati Europei di Kyiv e ai Campionati Europei Giovanili a Kazan’, è naturalmente la Mediterranean Diving Cup (ex Coppa COMEN o Coppa delle Nazioni del Mediterraneo), cui prendono parte atleti dai 10 ai 15 anni di età – ovvero le categorie Ragazzi, Esordienti C1 e Giovanissimi C2.

Con i giochi già quasi fatti, la puntata di oggi della rubrica di TuffiBlog, “Rip-It!”, riepilogherà per voi la situazione e i papabili partecipanti della mini-nazionale che volerà a Belgrado per gareggiare presso la piscina Bazeni Košutnjak dal 25 al 28 luglio!

Approfitteremo dell’occasione, peraltro, per esaminare insieme le classifiche del Gran Premio Atleti Azzurri d’Italia, che premieranno i migliori tuffatori giovanili italiani.

In questa stagione le modalità di selezione della Mediterranean Diving Cup per le categorie C2, C1 e RAgazzi sono state cambiate e sono ora completamente diverse, pertanto ci concentreremo su una categoria per volta, partendo dai più piccoli.

Per i Giovanissimi C2, si contano i migliori sei punteggi in stagione ottenuti nelle prove nazionali: due punteggi dovranno essere stati conseguiti nelle gare da 1 metro, due nelle gare da 3 metri, e due nelle gare dalla piattaforma 5 metri. Da ciascuna graduatoria (maschile e femminile) saranno selezionati i primi due atleti.

Con la finale del Trofeo Giovanissimi ancora non disputata (6-7 luglio a Riccione), possiamo fare solo delle previsioni parziali: in campo maschile Stefano Ferraro (Cosenza Nuoto) e Davide Ugazio (Marina Militare) partono con un buon vantaggio, mentre c’è ancora qualche speranza di rimonta sia per Emmanuel Di Trani (MR Sport) sia per Raffaele Pelligra (Marina Militare); in campo femminile Diana Romano (MR Sport) è abbastanza sicura della qualificazione, mentre il secondo posto sarà contesi tra Viola Bellato (Bergamo Nuoto), Sofia Conte (MR Sport) e Anja Fiorani (Dibiasi).

 Già tutto deciso per le categorie C1 e Ragazzi, per cui fanno fede le classifiche del Gran Premio Atleti Azzurri d’Italia: come ricorda il regolamento, la manifestazione ha lo scopo per la categoria C1 di stimolare la partecipazione dei tuffatori ai massimi rendimenti su ciascuna gara, al fine di identificare il miglior tuffatore dell’anno. Invece per le categorie
Ragazzi e Junior, di incentivare la specializzazione nelle diverse altezze premiando il campione della specialità.

Per gli Esordienti C1, si contano i migliori tre punteggi in stagione ottenuti nelle prove nazionali: un punteggio dovrà essere stato conseguito nelle gare da 1 metro, uno nelle gare da 3 metri, e uno nelle gare dalla piattaforma 5 metri. I primi tre atleti delle due graduatorie (maschile e femminile) saranno premiati in occasione dei campionati italiani, mentre parteciperanno alla Mediterranean Diving Cup i primi due atleti della classifica.

Stando così le cose, in campo maschile i qualificati per Belgrado saranno Matteo Santoro (MR Sport) e il giovane Valerio Mosca (MR Sport), mentre il loro compagno di squadra Simone Conte (MR Sport), anch’egli come Mosca al primo anno in categoria, sarà premiato.

 In campo femminile le due azzurrine saranno Irene Pesce (MR Sport) e Rebecca Ciancaglini (Dibiasi), mentre la primo anno Giorgia De Sanctis (Fiamme Oro) riceverà il riconoscimento del Gran Premio.

 

Per quanto riguarda la categoria Ragazzi, infine, il regolamento afferma che a partire da quest’anno le graduatorie del Gran Premio Atleti Azzurri d’Italia sono divise per specialità, contando i migliori due punteggi stagionali; le graduatorie dei Ragazzi (e anche quelle della categoria Juniores) coincidono quindi con le selezioni per gli Europei Giovanili.

Tuttavia solo i vincitori delle graduatorie del Gran Premio Atleti Azzurri d’Italia sono qualificati per la Mediterrean Diving Cup, mentre i primi due accedono ai premi.

Pertanto, in campo maschile Stefano Belotti (Bergamo Tuffi), Matteo Cafiero (Canottieri Milano) e Tommaso Zannella (MR Sport) sono tra i qualificati; a essere premiati per il GP sono ancora Belotti e Cafiero (secondi classificati nelle gare dai trampolini) e Francesco Casalini (Bergamo Tuffi).

 Per quanto riguarda le donne, Elisa Pizzini (Fondazione Bentegodi) e Virginia Tiberti (Aniene) sono le vincitrici delle varie classifiche; analizzando il GP, la Tiberti è seconda classificata dietro la Pizzini sia da 1 metro, sia da 3 metri, mentre la seconda dalla piattaforma è Erica Ciancaglini (Dibiasi).

C’è da dire comunque che la squadra nazionale può essere ulteriormente completata con altri elementi validi, anche in funzione di eventuali coppie sincro, su proposta del responsabile tecnico delle squadre giovanili Domenico Rinaldi e dopo aver acquisito il parere del DT Oscar Bertone. Con tanti tuffatori di buon livello non escludiamo che ciò possa accadere!

 

La categoria Junior non partecipa alla Mediterranean Diving Cup, ma sarà anch’essa premiata al Gran Premio Atleti Azzurri d’Italia. In sintesi, i premiati saranno: Edoardo Semeria (Canottieri Milano), primo da 1 metro; Davide Baraldi (Canottieri Milano), secondo da 1 metro e da 3 metri; Riccardo Giovannini (Fiamme Oro), primo da 3 metri e dalla piattaforma; Julian Verzotto (Bolzano Nuoto), secondo dalla piattaforma.

Ricordiamo che Eduard Timbretti (Blu 2006), in quanto atleta straniero, gareggia fuori classifica.

 Tra le juniores femmine, saranno premiate: Chiara Pellacani (MR Sport), vincitrice di tutte e tre le specialità; e le seconde classificate da 1 metro, 3 metri e piattaforma, che sono rispettivamente Elettra Neroni (Dibiasi), Giulia Vittorioso (MR Sport) e Silvia Murianni (Dibiasi).

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


3 + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.