8 Nazioni Giovanile: Madrid – il sincro Pizzini-Neroni è d’argento!

La prima, lunghissima giornata di gare a Madrid per l’8 Nazioni Giovanile è finalmente giunta al termine: questo pomeriggio è stato dedicato a due finali individuali per la categoria “A”, o juniores, e al sincro femminile da 3 metri a categorie unificate.

Le prime a tuffarsi sono state le atlete juniores, dal trampolino 3 metri, e per l’Italia hanno gareggiato Elettra Neroni e Giulia Vittorioso. Dopo i cinque tuffi obbligatori le due azzurrine erano ben piazzate nella classifica provvisoria, con la Vittorioso in terza posizione e la Neroni pochi punti più indietro. Purtroppo i tuffi liberi non sono stati altrettanto buoni e le tuffatrici hanno perso parecchi punti e posizioni: Elettra ha concluso in nona posizione, con 344 punti, a causa principalmente del doppio e mezzo indietro, mentre Giulia ha avuto problemi sia nel doppio e mezzo indietro che nel doppio e mezzo rovesciato, chiudendo undicesima.

Vittoria alla Gran Bretagna con due atlete già protagoniste agli scorsi Europei giovanili sul podio: oro per Scarlett Mew-Jensen con 419.35 punti, bronzo a Maria Papworth che con 390.90 punti beffa le due atlete di casa. L’argento va alla svedese Emilia Nilsson con 401.75 punti.

1
Scarlett Mew Jensen Great Britain
419.35
2
Emilia Nilsson Garip Sweden
401.75
3
Maria Papworth Burrel Great Britain
390.90
4
Alicia Mora Herencia Spain
389.25
5
Valeria Antolino Pacheco Spain
378.35
6
Helle Tuxen Norway
367.10
7
Hedda Nordstedt Sweden
360.15
8
Caroline Kupka Norway
359.50
9
Elettra Neroni Italy
344.00
10
Jette Müller Germany
339.85
11
Giulia Vittorioso Italy
314.60
12
Rebecca Curti Germany
303.80
13
Aglaé Robertini Switzerland
300.15
14
Marie-Emilie Thibault France
299.50
15
Leena Magnani Switzerland
252.50

Elettra Neroni, Italy

Round
Dive
#
M
DD
J1
J2
J3
J4
J5
Total
Points
Score
1
403
B
3
2.1
6
7
7
20
42.00
42.00
2
103
B
3
1.6
6
6
18½
29.60
71.60
3
201
B
3
1.8
7
7
20
36.00
107.60
4
301
B
3
1.9
7
7
7
7
7
21
39.90
147.50
5
5231
D
3
2.0
6
6
6
18½
37.00
184.50
6
205
C
3
2.8
3
8
22.40
206.90
7
305
C
3
2.8
6
7
5
6
17½
49.00
255.90
8
107
C
3
2.8
6
5
6
17
47.60
303.50
9
405
C
3
2.7
5
5
5
15
40.50
344.00
20.5
Rank
9

Giulia Vittorioso, Italy

Round
Dive
#
M
DD
J1
J2
J3
J4
J5
Total
Points
Score
1
103
B
3
1.6
8
8
23
36.80
36.80
2
201
B
3
1.8
7
8
7
7
21
37.80
74.60
3
301
B
3
1.9
7
7
7
21
39.90
114.50
4
403
B
3
2.1
7
7
7
21
44.10
158.60
5
5331
D
3
2.1
6
6
6
18
37.80
196.40
6
105
B
3
2.4
4
4
4
11½
27.60
224.00
7
305
C
3
2.8
2
2
3
2
18.20
242.20
8
205
C
3
2.8
3
3
3
23.80
266.00
9
405
C
3
2.7
6
6
6
6
18
48.60
314.60
20.2
Rank
11

 

A seguire è toccato ai maschi pari categoria cimentarsi dal trampolino 1 metro, con Davide BaraldiGiulio Propersi a rappresentare la nazionale azzurra. Purtroppo nessuno dei due é riuscito ad esprimersi al meglio delle sue possibilitá, con Baraldi finito 7º, che é incappato in due errori, nel doppio avvitamento e mezzo rovesciato e nel doppio e mezzo rovesciato, che gli hanno impedito di raggiungere una medagli ch era alla sua portata.

11º posto per Propersi che sopratutto nei tuffi liberi é stato poco preciso, non riuscendo mai a raggiungere voti al di sopra della sufficienza.

Vittoria con gran vantaggio per il francese Jules Bouyer, nonostante abbia commesso qualche piccolo errore; a 38 punti di distanza i britannico Oliver Crompton, mentre la medaglia di bronzo é andata al tedesco Vincent Wiegand.

1
Jules Bouyer France
457.60
2
Oliver Crompton Great Britain
419.95
3
Vicent Wiegand Germany
400.90
4
Axel Nyborg Norway
400.70
5
Cyprien Mennecier France
399.85
6
Tyler Humphreys Great Britain
394.30
7
Davide Baraldi Italy
389.25
8
Daniel Manuel Hinojosa Spain
386.40
9
Aron Brun Switzerland
380.95
10
Pierrick Schafer Switzerland
376.05
11
David Ekdahl Sweden
373.40
12
Giulio Propersi Italy
364.45
13
Pol Vila Olmo Spain
353.15
14
Linus Augustsen Sweden
329.15
15
Emil Sebastian Ruenes Jacobsen Norway
326.05

Davide Baraldi, Italy

Round
Dive
#
M
DD
J1
J2
J3
J4
J5
Total
Points
Score
1
401
C
1
1.4
6
6
7
7
6
19
26.60
26.60
2
103
B
1
1.7
7
7
7
21
35.70
62.30
3
201
B
1
1.6
7
19½
31.20
93.50
4
301
B
1
1.7
7
7
7
7
21
35.70
129.20
5
5333
D
1
2.6
7
7
20
52.00
181.20
6
5335
D
1
3.0
2
3
3
28.50
209.70
7
105
B
1
2.6
6
6
6
18
46.80
256.50
8
203
B
1
2.3
7
6
6
7
19½
44.85
301.35
9
305
C
1
3.0
5
5
5
14½
43.50
344.85
10
403
B
1
2.4
6
6
7
6
18½
44.40
389.25
22.3
Rank
7

Giulio Propersi, Italy

Round
Dive
#
M
DD
J1
J2
J3
J4
J5
Total
Points
Score
1
403
B
1
2.4
7
7
7
7
21
50.40
50.40
2
101
C
1
1.2
6
7
6
6
18½
22.20
72.60
3
201
B
1
1.6
5
6
6
17
27.20
99.80
4
301
C
1
1.6
5
6
17
27.20
127.00
5
5331
D
1
2.2
5
5
15½
34.10
161.10
6
5333
D
1
2.6
6
6
17½
45.50
206.60
7
203
B
1
2.3
6
6
6
17½
40.25
246.85
8
303
B
1
2.4
6
16½
39.60
286.45
9
405
C
1
3.1
4
4
5
13
40.30
326.75
10
105
B
1
2.6
5
5
14½
37.70
364.45
22.0
Rank
12

 

La gara conclusiva è stata il sincro femminile dal trampolino di 3 metri, con l’Italia che ha schierato Elisa Pizzini ed Elettra Neroni. Per loro una buona prova con un bel sincronismo premiato da voti discreti, terminata con 236.28 punti e la medaglia d’argento, dietro le imprendibili inglesi Papworth e Mew-Jensen (269.40 punti) e davanti alla Norvegia con Tuxen e Kupka (233.10 punti).

1
Maria Papworth Burrel and Scarlett Mew Jensen Great Britain
269.40
2
Elisa Pizzini and Elettra Neroni Italy
236.28
3
Helle Tuxen and Caroline Kupka Norway
233.10
4
Jette Müller and Taleha Paschel Germany
225.93
5
Valeria Antolino Pacheco and Lucia Gabino López de Ahumada Spain
222.96
6
Mikaela Dietmann and Matilda Nilsson Sweden
220.77
7
Leena Magnani and Aglaé Robertini Switzerland
154.32

Elisa Pizzini and Elettra Neroni, Italy

Round
Dive
#
M
DD
E1
E2
E3
E4
S1
S2
S3
Total
Points
Score
1
5231
D
3
2.0
7
6
7
33
39.60
39.60
2
103
B
3
2.0
6
7
7
7
34½
41.40
81.00
3
205
C
3
2.8
6
6
6
6
7
30½
51.24
132.24
4
305
C
3
2.8
6
7
7
33
55.44
187.68
5
405
C
3
2.7
6
6
30
48.60
236.28
12.3
Rank
2

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


uno × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.