Mondiali Giovanili: Kyiv – Biginelli a un passo dal podio! Il sincro Semeria-Torres è decimo

Pomeriggio con tre finali a Kyiv per i Campionati Mondiali Giovanili di tuffi: nella prima, il trampolino da 1 metro categoria “A” femminile, nessun’atleta azzurra in gara visto la rinuncia di Chiara Pellacani. Come già si era capito dal mattino, la finale è stata di alto livello, e se la prima posizione era stata “prenotata” dalla cinese Tong Ma, il resto del podio è stato molto combattuto. Tong ha condotto una gara eccezionale e nonostante l’errore nel doppio e mezzo rovesciato, ha vinto con ampio margine e con il punteggio di 410.85 punti.

Bella rimonta della russa Uliana Kliueva che dalla sesta posizione dell’eliminatoria ha scalato la classifica fino alla medaglia d’argento con 398.35 punti. Merito di una bella gara, del punteggio ottenuto con gli obbligatori di questa mattina, e di un’imprecisione della statunitense Maria Coburn, bronzo con 393.05 punti, nel doppio e mezzo avanti. Delusione per la svizzera Heimberg e l’australiana Koloi, arrivate entrambe vicinissime al podio.

1
Tong MA China
410.85
2
Uliana KLIUEVA Russia
398.35
3
Maria COBURN United States of America
393.05
4
Michelle HEIMBERG Switzerland
391.25
5
Alysha KOLOI Australia
390.65
6
Anna SHYRYKHAY Germany
383.85
7
Yasmin HARPER Great Britain
383.05
8
Rui ZHANG China
375.45
9
Lena HENTSCHEL Germany
373.55
10
Victoria VINCENT Great Britain
371.55
11
Emma GULLSTRAND Sweden
359.45
12
Aranza VAZQUEZ MONTAÑO Mexico
342.85

Nella seconda finale, piattaforma categoria “B” femminile, dopo la bella eliminatoria chiusa in terza posizione, questo pomeriggio Maia Biginelli è salita da 10 metri con la grinta giusta, decisa a provare il tutto per tutto per ripetersi.

Dopo i primi due tuffi liberi, il doppio e mezzo ritornato ed il doppio e mezzo indietro con un avvitamento veramente ben fatti, la Biginelli era in seconda posizione, davanti alla cinese He Yanwei e dietro all’altra cinese Liu Jialing. La sua principale avversaria, la giapponese Rin Kaneto, sembrava non poterla raggiungere con circa 12 punti di distacco e sopratutto in previsione dell’ultimo salto dell’azzurrina, il triplo e mezzo avanti che questa mattina le aveva fruttato 54 punti.

Forse è stata la voglia di far bene e chiudere in bellezza un’ottima gara, fatto sta che la nostra tuffatrice ha commesso un errore in fase di stacco, forzando la rotazione e abbassando la testa. Così facendo il tuffo è finito molto abbondante, le votazioni non sono state sufficienti e si è avverato lo scenario peggiore: il sorpasso della Kaneto per appena 60 centesimi.

Un vero dispiacere, anche perché l’ultimo tuffo dell’avversaria era stato mediocre, ma sufficiente per passare davanti a Maia per quell’inezia.

1
Jialing LIU China
378.40
2
Yanwei HE China
371.20
3
Rin KANETO Japan
335.95
4
Maia BIGINELLI Italy
335.35
5
Nicoleta-Angelica MUSCALU Romania
331.50
6
Elizaveta KUZINA Russia
328.15
7
Elizaveta KANSO Russia
327.60
8
Tatiana Elizabeth Grace CONN Canada
319.25
9
Antonia-Mihaela PAVEL Romania
304.05
10
Nika SHURDA Ukraine
299.75
11
Josie ZILLIG Great Britain
279.65
12
Victoria CERVANTES MILLAN Mexico
261.35

Maia BIGINELLI, Italy

Round
Dive
#
M
DD
J1
J2
J3
J4
J5
J6
J7
Total
Points
Score
b/f
163.55
1
405
B
10
2.8
9
8
8
23½
65.80
229.35
2
5253
B
10
3.2
6
6
7
7
7
20
64.00
293.35
3
107
B
10
3.0
5
4
14
42.00
335.35

A chiudere la giornata il sincro maschile da 3 metri a categorie “unificate” (A+B), con Edoardo Semeria e Kay Torres a rappresentare l’Italia. Per i due azzurrini una prova più che discreta, terminata al decimo posto con 257.37 punti ma in una classifica che, dal quarto posto in giù, è stata davvero corta: il doppio e mezzo indietro non è stato impeccabile nell’esecuzione individuale e gli obbligatori sarebbero potuti essere migliori, ma in generale è stata una buona serie gara.

Per le medaglie, tuttavia, serviva molto di più, e lo sanno bene anche i cinesi Wang-Wu e i britannici Harding-Crompton, finiti clamorosamente fuori dal podio dopo il nullo rispettivamente su quadruplo e mezzo (Cina) e triplo e mezzo avanti (Gbr). L’oro è andato al Canada (McKay-Povzner) con 300.33 punti, l’argento alla Germania (Massenberg-Schoene) con 298.56 punti, e il bronzo alla Colombia (Restrepo Garcia-Uribe Bermudez) con 290.88 punti.

1
Henry MCKAY and Victor POVZNER Canada
300.33
2
Lou MASSENBERG and Karl SCHÖNE Germany
298.56
3
Daniel RESTREPO GARCIA and Luis Felipe URIBE BERMUDEZ Colombia
290.88
4
Kazuma IDOBATA and Reo NISHIDA Japan
265.95
5
Zongyuan WANG and Luxian WU China
264.78
6
Gabriel GILBERT DAIM and Hanis Nazirul JAYA SURYA Malaysia
260.97
7
Gael JIMENEZ MESTAS and Juan Diego CERVERA MADERA Mexico
260.61
8
Luis Felipe BONFIM DOS SANTOS MOURA and Kawan FIGUEREDO PEREIRA Brazil
258.12
9
Manuel BOROWSKI and Jack MATTHEWS United States of America
257.76
10
Edoardo SEMERIA and Gesu Kay TORRES GARCIA Italy
257.37
11
Nikolaos MOLVALIS and Athanasios TSIRIKOS Greece
251.88
12
Dmytro HROZA and Nikita KRYVOPYSHYN Ukraine
251.46
13
Lachlan CRONIN and Matthew CARTER Australia
250.89
14
Alexandr MOLCHAN and Ivan SEMIANIUK Belarus
247.14
15
Nathan John Ray BROWN and Frazer TAVENER New Zealand
230.91
16
Mohamed FAROUK and Adham EL-SAYED Egypt
230.76
17
Anthony HARDING and Oliver CROMPTON Great Britain
228.90
18
Vladislav CHILYAYEV and Alexandr TKACHUK Kazakhstan
213.81
19
Elias AROS and Jerson HEREDIA Chile
194.46

Edoardo SEMERIA and Gesu Kay TORRES GARCIA, Italy

Round
Dive
#
M
DD
E1
E2
E3
E4
S1
S2
S3
S4
S5
Total
Points
Score
1
201
B
3
2.0
7
7
8
8
8
8
38½
46.20
46.20
2
103
B
3
2.0
7
7
7
8
7
7
7
35
42.00
88.20
3
405
C
3
2.7
7
6
7
7
36½
59.13
147.33
4
205
C
3
2.8
6
7
7
33
55.44
202.77
5
305
C
3
2.8
6
7
6
7
7
6
32½
54.60
257.37