Rip-It: ultima gara di selezione! Europei e Mondiali juniores, chi sono i favoriti?

Dal 25 giugno al 1° luglio si terranno i Campionati Europei giovanili di Helsinki, il primo di tre appuntamenti di grande interesse per la nazionale giovanile italiana di tuffi: a essi seguiranno i Mondiali juniores di Kyiv, che saranno prova di selezione per i Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires.

Dopo Trofeo di Natale e Campionati di Categoria indoor, il Gran Premio Azzurri d’Italia iniziato questa mattina costituisce la terza e ultima prova di selezione per chi aspira a far parte dell’Italtuffi giovanile: come da tradizione, TuffiBlog vi offre il riassunto per ogni categoria e specialità, così da capire chi sono i favoriti – fermo restando che sarà il responsabile federale della nazionale giovanile, Domenico Rinaldi, ad avere l’ultima parola sulle convocazioni!

Hanno diritto alla partecipazione ai Campionati Europei giovanili, nella stessa specialità, se rimangono nella stessa categoria, i detentori di medaglia dell’edizione precedente: purtroppo non è il caso degli azzurrini, in quanto i medagliati hanno tutti cambiato categoria (Porco e Cosoli sono senior, Pellacani è passata tra gli Juniores). Pertanto ci si limiterà alla somma dei due migliori punteggi in stagione, a condizione di aver conseguito nell’arco della stagione agonistica in corso il punteggio limite richiesto.

Nelle tabelle troverete evidenziati in verde i punteggi validi per gli Eurojuniors, evidenziati in giallo i punteggi che superano il limite richiesto per i Campionati Mondiali giovanili, limite che deve essere superato due volte per essere certi della qualificazione: in alternativa, i tuffatori azzurri presenti agli Europei giovanili dovranno classificarsi almeno sesti in individuale o almeno quarti nel sincro.

Iniziamo con la categoria juniores femmine da 1 metro (punteggio limite: 346), dove per ora l’unica ad avere i requisiti, sia per gli Europei che per i Mondiali, è Chiara Pellacani (MR Sport Fratelli Marconi).

 

Lo stesso vale per il trampolino 3 metri juniores: ancora una volta Chiara Pellacani è l’unica ad aver raggiunto quota 363, il limite per gli Europei giovanili (per ben tre volte in stagione).

 

Dalla piattaforma, oltre alla Pellacani, anche la compagna di squadra Giulia Vittorioso (MR Sport Fratelli Marconi) ha raggiunto il limite richiesto di 315 punti e quindi prenderà parte per la quarta volta consecutiva agli Europei giovanili.

 

Nessuno tra gli juniores maschi ha raggiunto finora il limite per gli Europei Giovanili (419 punti): ci sono andati vicini Loris Sembiante (Fiamme Oro) e Davide Baraldi (Canottieri Milano), finiti rispettivamente a meno di 4 e meno di 6 punti dalla qualifica.

 

Più confortante la situazione da 3 metri: Davide Baraldi ha raggiunto il minimo di 461 punti al Trofeo di Natale e al momento conduce la classifica, mentre Antonio Volpe (Cosenza Nuoto) lo ha fatto in tutte le gare meno una.

 

Due atleti con il “minimo” anche dalla piattaforma: Antonio VolpeLoris Sembiante hanno raggiunto e superato quota 406 punti e sono pertanto selezionabili.

 

Passiamo alla categoria Ragazze e partiamo dal trampolino 1 metro (minimo 281 punti): quattro punteggi su quattro validi per Maia Biginelli (Fiamme Oro), due per Lucia Zebochin (Triestina Nuoto): al momento sono le favorite per la selezione, ma occhio a Elettra Neroni (Dibiasi) che ai campionati norvegesi ha ottenuto il secondo miglior punteggio nazionale della categoria ed è quindi anch’essa selezionabile, sebbene abbia al momento una cinquantina di punti di ritardo dalla Zebochin.

 

Le stesse atlete sono selezionabili anche da 3 metri (minimo 307 punti), ma cambiano i rapporti di forza: Zebochin è al momento prima, Neroni terza, mentre Biginelli attende di ottenere il secondo punteggio stagionale nelle competizioni nazionali.

 

Neroni e Biginelli sono anche le due atlete ad aver superato, almeno finora, il minimo di 265 punti richiesto per la selezione dalla piattaforma.

 

Situazione molto competitiva in campo maschile, con ben quattro atleti selezionabili da 1 metro (minimo 322): Edoardo Semeria (Canottieri Milano) ha già raggiunto anche la qualificazione ai Mondiali di Kyiv, avendo ben tre punteggi validi rispetto ai due richiesti. Ben piazzati anche Riccardo Giovannini (Fiamme Oro) e Kay Torres Garcia (Carabinieri), che probabilmente si giocheranno il secondo posto a disposizione. Selezionabile, ma piuttosto lontano dalla concorrenza, Stefano Belotti (Bergamo Tuffi).

 

Classifica invertita per quanto riguarda il trampolino 3 metri (minimo 367): Belotti ha infatti i due punteggi utili per i Mondiali, anche se in campo nazionale è insidiato da Giovannini Torres Garcia. Più staccato, ma pienamente in corsa, anche Semeria.

 

Sono addirittura cinque, invece, i selezionabili dalla piattaforma (minimo 325 punti). Ai già citati Giovannini (primo), Belotti (secondo) e Torres Garcia (quarto) si aggiungono infatti Tommaso Zannella (MR Sport Fratelli Marconi), al momento terzo in classifica, e Francesco Casalini (Bergamo Tuffi), al momento quinto.