FINA Diving World Series 2018: Kazan – I risultati della seconda giornata, domani Bertocchi e Verzotto

Anche a Kazan’, in Russia, continuano le gare di tuffi, con la seconda giornata della tappa finale delle FINA Diving World Series 2018. La giornata di oggi è stata dedicata alle piattaformiste e ai trampolinisti, per chiudere poi con la finale del sincro misto dalla piattaforma. I tuffi azzurri arriveranno domani: non sarà in semifinale Elena Bertocchi, sostituita dalla Punzel, ma sarà nella finale del sincro misto con Maicol Verzotto (18.20 circa).

Sorprese fin dal mattino dove la campionessa cinese Si Yajie è incappata in una vera giornataccia: imprecisa sull’avvitamento indietro e addirittura sbagliato il triplo e mezzo indietro, si è ritrovata sorpassata e sconfitta, chiudendo al quarto posto nella sua semifinale e fuori dalla finale! Qualificazione che non è sfuggita alla nord-coreana Kim Mi-Rae, che pure aveva sbagliato anche lei lo stesso tuffo, ma aveva rimontato con ben tre 9 sull’avvitamento indietro; in finale pure la malese Pamg e la russa Timoshinina, oggi in grande spolvero.

Nell’altra semifinale fuori la Benfeito, più per la difficoltà della semifinale che per una cattiva prestazione: troppo forte la cinese Ren Qian, più brave della canadese invece l’australiana Wu e la nordcoreana Kim Kuk-Hyang.

 

Qualche sorpresa anche nelle semifinali maschili, meno competitive per la presenza di soli quattro tuffatori per gara: nella prima, Zakharov ha battuto largamente Cao Yuan, entrato malissimo sul quadruplo e mezzo avanti, mentre il canadese Imbeau-Dulac ha battuto l’ucraino Kolodiy per la terza piazza. Nell’altra, sorprendente secondo posto del britannico Goodfellow, piazzatosi tra Xie Siyi e Kuznetsov: a lasciarci le penne l’altro canadese Gagné.

 

Nel pomeriggio le due finali. In quella femminile dalla piattaforma, orfana come detto di una delle due cinesi, si è vista davvero tanta qualità: Ren Qian ha vinto con 389.10 punti, ma è stata insidiata da Kim Mi-Rae che, senza l’errore sul triplo e mezzo indietro, avrebbe potuto addirittura sconfiggerla: per la nordcoreana 362.35 punti che le valgono comunque l’argento. Delusione per il pubblico, che si aspettava un’altra prova maiuscola della Timoshinina: purtroppo per lei Melissa Wu ha fatto pesare la sua notevole esperienza e con 351.80 punti, con soli 3 punti e mezzo di margine, si è aggiudicata il bronzo.

La classifica delle World Series, che stabilisce i premi assegnati ai primi sei tuffatori o tuffatrici che abbiano disputato tutte e quattro le tappe: Ren Qian (Cina) 68, Kim Mi-Rae (Corea del Nord) 44, Kim Kuk-Hyang (Corea del Nord) 40, Pandelela Pamg (Malaysia) 37, Melissa Wu (Australia) 35, Meaghan Benfeito (Canada) 29.

Fuori dalla top 6: Yulia Timoshinina (Russia) 27, Jun Hoong Cheong (Malaysia) 17.

 

Finale maschile dal trampolino a senso unico, con Xie Siyi che è volato a 536.60 punti e Cao Yuan a 531.00; assolutamente niente da fare per il resto della concorrenza, dove a spuntarla per il bronzo è stato Evgeni Kuznetsov, con “soli” 494.25 punti. Un punteggio monstre in campo europeo, ma comunque a 42 punti dal più vicino dei cinesi! Quarto a 3 punti l’altro russo Kuznetsov.

La classifica di World Series: Cao Yuan (Cina) 68, Xie Siyi (Cina) 66, Ilia Zakharov (Russia) 56, Evgeni Kuznetsov (Russia) 44, Francois Imbeau-Dulac (Canada) 29, Oleg Kolodiy (Ucraina) 20.

Fuori dalla top 6: Daniel Goodfellow (Gran Bretagna) 17.

 

Ultima gara di oggi il sincro misto dalla piattaforma, dove ha brillato per la sua assenza la coppia cinese. Soltanto quattro quindi le nazioni partecipanti, con il testa a testa tra Russia e Nord Corea che si è deciso sul filo dei centesimi. Alla fine Timoshinina e Shleikher hanno prevalso per poco più di un punto: 331.35 loro, 330.00 i punti di Kim Mi-Hwa e Hyon Il-Myong, la coppia nordcoreana. Terzo posto per i canadesi Benfeito e Riendeau a quota 306.72 punti.

La classifica di World Series: Corea del Nord e Russia 90, Germania 60.