FINA Diving World Series 2018: Montreal – Elena e Maicol, il sincro misto azzurro è quinto

Nella notte tra ieri e oggi si è disputata la gara del sincro misto dal trampolino valida per la terza tappa delle FINA Diving World Series: a partecipare anche i nostri azzurri Elena Bertocchi e Maicol Verzotto, alla caccia di un piazzamento di prestigio. Soltanto cinque, infatti, le coppie in gara in questa occasione, con l’assenza della coppia sincro dei nordcoreani e soprattutto, di quella dei cinesi, che hanno rinunciato a presentare la propria coppia che aveva dominato le prime due tappe.

Per questo motivo tutti hanno spinto molto per cercare di dare il massimo e conseguire il miglior risultato possibile, quell’oro finalmente alla portata di tutti. Oro che è andato ai padroni di casa, Jennifer Abel e Francois Imbeau-Dulac, forti di quel doppio e mezzo con due avvitamenti che la canadese ha nel proprio arsenale da anni e che, come in questo caso, può fare la differenza. 325.20 i punti per Abel e Imbeau-Dulac, 25 più di Grace Reid e Tom Daley, medaglia d’argento con 300.84 punti nonostante le esecuzioni del britannico non siano state per niente buone, e di Tina Punzel e Lou Massenberg, bronzo con 300.15 punti. Beffati i russi Bazhina-Shleikher, fuori dal podio per soli 75 centesimi!

Per quanto riguarda Elena e Maicol, si sono purtroppo ritrovati a chiudere la classifica al quinto posto: se è vero che non ci sono stati particolari errori da parte loro, è altrettanto vero che è mancato un tuffo brillante che potesse permettere loro di fare il grande balzo finale. Con due punti in più su ciascun tuffo, infatti, sarebbe potuto arrivare il bronzo o forse anche l’argento. Per loro comunque 290.82 punti, un punteggio di buone prospettive in chiave Coppa del Mondo, dove anche i piazzamenti saranno importanti.

 

Nelle due finali individuali disputate in nottata, prevedibili doppiette cinesi nonostante le prove superlative di Jennifer Abel dal trampolino e Aleksandr Bondar dalla piattaforma. Nella gara femminile la campionessa mondiale e olimpica Shi Tingmao è stata la quintessenza della perfezione cinese: quattro tuffi da 76.50 e uno da 75.95 punti, per un totale di 381.95 punti; argento a Wang Han con 376.10 e il miglior tuffo della gara, un triplo e mezzo avanti da 80.60 punti; bronzo alla già citata Abel con 364.80 punti, anche lei sempre sopra i 70 punti.

Nella gara maschile oro a Qiu Bo con 568.15 punti, e argento a Yang Jian con 551.40 punti e qualche rimpianto sul quadruplo e mezzo in posizione carpiata; il cinese è stato il primo al mondo a portarlo in gara (e ora porta anche il triplo e mezzo ritornato in posizione carpiata), ma è stato appena sufficiente ed è stato superato dal connazionale che invece è volato oltre quota 101 punti con il suo quadruplo e mezzo “normale” in posizione raggruppata. Bronzo, come già detto, a Bondar con 531.15 punti: dopo lo stop forzato di tre anni per il suo cambio di nazionalità dall’Ucraina alla Russia, potrebbe essere finalmente arrivato il suo momento.

Foto archivio TuffiBlog, FINA Diving World Series 2017