Universiadi 2017: Taipei – Bilotta, l’eliminatoria del destino.

In questo terz’ultimo giorno di gare delle Universiadi di Taipei abbiamo ritrovato sul trampolino Laura Bilotta; dopo la sfumata qualifica da 1 metro e la medaglia di bronzo nel sincro misto con Auber, oggi la Bilotta ha affrontato l’eliminatoria da 3 metri.

33 partecipanti, per entrare in semifinale bisognava classificarsi entro le prime 18, ma al secondo tuffo dell’azzurra é arrivato un brutto errore, nel triplo e mezzo avanti carpiato é infatti entrata molto scarsa. Laura peró non si é persa d’animo e ha continuato la gara con grinta, eseguendo degli ottimi tuffi, soprattutto il doppio e mezzo rovesciato carpiato, e portandosi vicinissima alla “zona qualifica”.

A fine gara purtroppo il verdetto é stato peró impietoso: nonostante avesse concluso l’eliminatoria con il suo miglior punteggio stagionale, 241.35 punti, nonostante ci fossero tre atlete per la nazionale statunitense e giapponese (quindi due atlete da “scartare”) la nostra azzurra é rimasta fuori dalla semifinale per 1 punto e 5 centesimi! Con grande rammarico Laura si é avviata verso lo spogliatoio, ma da lí a poco é arrivata la notizia: prima Hyang Un Kim (Nord Corea), diciassettesima, e poi Dolores Hernandez (Messico) prima in classifica, hanno deciso di ritirarsi, lasciando cosí il posto alla Bilotta… Quando si dice destino!!

Quindi ritroveremo l’atleta cosentina in semifinale tra poco meno di 30 minuti, con l’obiettivo di migliorarsi ed entrare nelle prime dodici atlete!