Eurojuniors Bergen 2017 – in finale Cosoli 5°, Vittorioso 9°

Buone prestazioni dei giovani italiani nelle finali individuali

bergen 2017 finale vittorioso cosoliDue gli azzurrini impegnati nelle finali individuali della terza giornata dei Campionati Europei di Bergen 2017. Giulia Vittorioso è stata infatti impegnata nella finale dalla piattaforma, categoria Juniores; Andrea Cosoli è stato invece impegnato nella finale da 1 metro, per la stessa categoria.

Nella prima finale di oggi, il trampolino 1 metro maschile, buon quinto posto di Cosoli, che con 457.95 migliora sensibilmente rispetto al mattino; anche il doppio e mezzo rovesciato, che stamattina era andato male, ha fruttato parecchi punti in più.

Ancora lontano il podio, appannaggio dei tuffatori più esperti e con i coefficienti più alti: a vincere, come prevedibile dopo l’eliminazione dei “big” Porco e Massenberg, è stato lo svizzero Suckow con 495.30. Tuttavia ha avuto vita meno facile di quanto ci si potesse aspettare; il russo Nikolaev, argento con 486.50, e l’ucraino Trushin, bronzo con 480.95, hanno infatti dato tutto per riuscire a raggiungerlo, avvicinandosi sensibilmente al suo punteggio. Un altro possibile protagonista, lo spagnolo Wade, si è dovuto ritirare a metà gara.

1. Jonathan Suckow Svizzera 495,30
2. Nikita Nikolaev Russia 486,50
3. Illia Trushin Ucraina 480,95
4. Dennis Nothaft Germania 464,00
5. Andrea Cosoli Italia 457,95
6. Anthony Harding Regno Unito 440,15
7. Simon Rieckhoff Svizzera 437,40
8. Aleksandr Lebedev Russia 431,05
9. Ivan Semianiuk Bielorussia 424,55
10. Timothe Deneuville Francia 423,45
11. Hrvoje Brezovac Croazia 413,20
12. Matthew Wade Spagna 292,00

 

A. COSOLI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZIALE
punteggio tuffi obbligatori 196,25
5134D 2,6 6,5 6,5 7,5 7,0 6,5 52,00 241,40
107C 3,0 6,0 6,5 6,5 6,5 6,5 58,50 299,90
203B 2,3 7,5 6,5 7,0 7,0 7,5 49,45 349,35
305C 3,0 5,0 4,5 5,0 5,0 4,5 43,50 392,85
405C 3,1 7,0 7,0 6,5 7,0 7,0 65,10 457,95

 

Nella finale femminile dalla piattaforma, Giulia Vittorioso si classifica al sesto posto; un buon piazzamento contro molte atlete che hanno fatto già il loro esordio in nazionale maggiore, come le sorelle tedesche Elena e Christina Wassen, la russa Chuinyshena, la britannica Bower e l’ucraina Liulko. Per la piattaformista romana una buona serie di finale, anche se è forse mancato il guizzo per aspirare a qualcosa di più; l’errore sul doppio e mezzo rovesciato poi ha spento ogni speranza di una posizione migliore, così per lei sono arrivati “solo” 339.75 punti.

G. VITTORIOSO DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZIALE
punteggio tuffi obbligatori 158,30
5233D 2,5 7,0 7,5 6,5 7,5 7,0 53,75 212,05
405C 2,7 5,5 6,0 5,5 5,5 5,0 44,55 256,60
205B 2,9 6,5 6,0 6,5 6,5 7,0 56,55 313,15
305C 2,8 3,0 3,5 3,0 4,0 3,0 26,60 339,75

 

L’oro è andato alla russa Chuinyshena, già argento a Kyiv 2017 nella gara dalla piattaforma degli Europei senior, con 423.30 punti; sopravanzata la tedesca Elena Wassen, dominatrice questa mattina, argento con 415.00 punti. Bronzo alla sorella Christina (quarta a Kyiv) con 378.70 punti.

1. Anna Chuinyshena Russia 423,30
2. Elena Wassen Germania 415,00
3. Christina Wassen Germania 378,70
4. Emily Martin Regno Unito 376,00
5. Valeriia Liulko Ucraina 368,70
6. Ruby Bower Regno Unito 351,45
7. Saija Paavola Finlandia 350,60
8. Helle Tuxen Norvegia 343,05
9. Giulia Vittorioso Italia 339,75
10. Dominika Mirowska Polonia 335,20
11. Kseniya Ustsinovich Bielorussia 323,40
12. Yulia Bandzik Bielorussia 292,90