7 Nazioni Giovanile: Bourg-en-Bresse, la prima giornata di gare.

cover

Ieri si è svolta a Bourg-en-Bresse la prima giornata di gare del trofeo “7 Nazioni”, manifestazione ad appannaggio della nazionale giovanile.

Cinque le gare disputate, ma purtroppo non è arrivata nessuna medaglia; nonostante ciò più di un azzurrino ha ben figurato ed alcuni hanno anche raggiunto il punteggio limite per la partecipazione ai Campionati Europei giovanili di Bergen.

Proprio dal trampolino di 3 metri, categoria “B”, Lucia Zebochin ha chiuso al sesto posto con 309.00 punti, superando tale limite di un punto. Buoni i suoi tuffi obbligatori, che l’hanno mantenuta sempre molto vicina al podio, ma poi i tre liberi non hanno raggiunto la sufficienza piena, facendole perdere un paio di posizioni.

Anche per Maia Biginelli degli ottimi obbligatori, ma poi due errori gravi nei liberi, uno sul doppio e mezzo indietro e l’altro nel doppio e mezzo rovesciato, non le hanno permesso di scalare la classifica ed ha concluso in nona posizione con 296.95 punti.

1 2 3

La seconda prova ha visto sul trampolino 1 metro, per la categoria “B” maschile, Edoardo Semeria e Riccardo Giovannini. È stata una gara molto tirata, dove gli atleti di punta hanno ottenuto punteggi molto simili, e la classifica pertanto è stata molto “corta”. Quinto Semeria, con 348.45 punti ed una buona gara, ma sopratutto la soddisfazione di aver abbondantemente superato i 319 punti richiesti per la qualifica agli Eurojuniors.

Anche Giovannini ha saltato bene, ma in maniera meno pulita negli obbligatori, ma sopratutto ha commesso un’imprecisione nell’ultimo tuffo, l’uno e mezzo rovesciato. Anche per lui, nonostante il nono posto con 326.75 punti, limite europeo superato.

4 5 6

La sessione di gara è proseguita nel pomeriggio con le ragazze della categoria “A” Livia Cosoli e Silvia Alessio: la Alessio ha condotto una buona gara, ma per raggiungere le atlete piazzatesi nelle prime posizioni avrebbe avuto bisogno di un doppio e mezzo indietro migliore; con la sua prestazione si è piazzata nona con 356.85 punti.

Per la Cosoli degli ottimi tuffi obbligatori, ma la sua gara è stata minata da tre errori nei liberi, doppio e mezzo indietro, doppio e mezzo avanti e doppio e mezzo ritornato, concludendo la gara in decima posizione con 338.10 punti.

Nessuna delle due atlete ha raggiunto il minimo per gli Eurojuniors.

7 8 9

Nel pomeriggio sono saliti sul trampolino di 1 metro per la categoria “A” maschile Antonio Volpe e Andrea Cosoli. Per il cosentino una buona gara, coronata dal superamento del limite per gli Eurojuniors; tuttavia o nella sua serie di tuffi c’è stato un errore nel comporre il modulo di gara, oppure una scelta particolare in fase di preparazione: il ragazzo infatti ha eseguito il doppio avanti con un avvitamento, un tuffo con entrata di piedi. I suoi 428.30 punti gli valgono il sesto posto.

Ottavo posto per Andrea Cosoli con 406.20 punti, al di sotto del limite per Bergen 2017; a pesare sono soprattutto i due errori sul doppio e mezzo rovesciato e sul doppio e mezzo ritornato, i tuffi più difficili del suo programma.

91 92 93

La giornata si è chiusa con la gara sincro femminile dal trampolino, dove a rappresentare l’Italia c’erano Livia Cosoli e Silvia Alessio. Con tre coppie (Gran Bretagna, Germania e Svizzera) le cui atlete hanno partecipato alle gare sincro in altre occasioni, il podio era fuori questione; tuttavia le nostre ragazze hanno gareggiato abbastanza bene, anche se è mancato qualcosa nell’esecuzione effettiva dei tuffi. Per loro il quinto posto con 214.83 punti.

1

2

Le gare continuano oggi con l’ultima giornata di competizione.