Mondiali giovanili: Kazan – Pellacani ottava in finale.

Una splendia finale per Chiara Pellacani oggi a Kazan in occasione dei Mondiali giovanili; la giovane tuffatrice romana, al suo primo appuntamento iridato, conclude in ottava posizione con una gara che le sarebbe valsa una posizione sul podio.

Galetto fu l’uno e mezzo rovesciato sbagliato questa mattina, durante gli obbligatori: il punteggio di quei tuffi infatti é stato sommato a quello dei liberi della finale e cosí l’azzurra é partita con un bel pó di svantaggio.

Con un tuffo “normale” avrebbe avuto quei 15 punti in piú che ci avrebbero fatto sognare…

La medaglia d’oro é andata all'”enorne” statunitense Maria Coburn, che tutto sembrava tranne che un’atleta della categoria “B”; sfruttando tutta la sua “presenza fisica” ha potuto cosí surclassare le due cinesi Yixian Liang e Xiaojie He, eleganti e precise, ma meno “impressionanti” della loro avversaria!

La finale maschile dal trampolino di 3 metri, categoria “A, orfana del nostro Francesco Porco eliminato questa mattina, ha visto protagonista il padrone di casa Nikita Shleiker, che abbiamo giá visto saltare con ottimi risultati anche in molte gare di livello assoluto, Olimpiadi di Rio comprese!! Un’esperienza la sua che lo ha posto una spanna sopra gli altri pretendenti alla medaglia d’oro, il cinese Chen Linhai e l’australiano Alexander Carter Matthew, rispettivamente secondo e terzo.

Una finale di altissimo livello dove si sono visti numerosi triplo e mezzo rovesciato, quadruplo e mezzo avanti e altri tuffi ad alto coefficente, la nuova generazione di tuffatori senior pronti ad arrivare a Tokyo 2020 con le armi ben affilate!