Olimpiadi 2016: Rio – ancora tanti errori dalla piattaforma, super Parratto

5

Si è conclusa da poco la semifinale femminile dalla piattaforma (assente la Batki, ieri ventiseiesima in eliminatoria), che ha deciso le migliori dodici che gareggeranno questa sera (21 ora italiana) per le medaglie. Come ieri, anche oggi tantissimi errori da parte di atlete anche di un certo peso, o provenienti da paesi di grande tradizione tuffistica.

Gara da dimenticare per la russa Petukhova, ma anche per la campionessa d’Europa Prokopchuk, eliminate insieme alle giovani Wassen, O’Brien e Krasnoshlyk e all’americana Young.

Anche tra le qualificate non sono mancate le sorprese: tanta fatica per Paola Espinosa, che prende l’ultimo pass per le finali (quarta finale olimpica consecutiva, come Tania Cagnotto) solo all’ultimo tuffo; anche Couch si qualifica in rimonta, e perfino la cinese Ren Qian incappa in una gara non all’altezza delle sue grandissime qualità e passa con il terzo punteggio, alle spalle della sorprendente americana Jessica Parratto, protagonista di una gara super che, se ripetuta questa sera, non mancherà di assegnarle l’unica medaglia probabilmente in palio.

Alle sue spalle, con più o meno le stesse probabilità di medaglia, le canadesi Filion e Benfeito, la nordcoreana Kim Un Hyang, la malese Pandelela Pamg e l’australiana Wu. Outsider di lusso la giapponese Itahashi, che potrebbe presentare i tuffi che l’hanno resa famosa nelle ultime due stagioni, il quadruplo e mezzo avanti e il triplo e mezzo indietro carpiato.

Appuntamento a questa sera per la penultima finale di queste Olimpiadi!

6

 

(Foto A. Bello/Getty)